Omnispower
Acof onoranze funebri
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Omnispower
progettiOltre Modena

Polemiche tra Ong e Movimento 5 Stelle, in mezzo i migranti

La Pressa
Logo LaPressa.it

Le parole di un'emergenza. Papa Francesco: "Anche io migrante, potevo essere tra gli ?scartati' di oggià


Polemiche tra Ong e Movimento 5 Stelle, in mezzo i migranti

Alla fine a rimetterci sono sempre loro: i migranti.

Viaggi interminabili per arrivare ai porti libici da cui partono le navi per la traversata del Mediterraneo; scafisti pronti a tutto pur di guadagnare; uomini che scappano dalla guerra e vengono abbandonati al loro destino in mare, senza alcuna tutela. In uno scenario che fa sempre più paura, è scontro tra Ong e Movimento 5 stelle.

 Tutto ha inizio con gli attacchi di Luigi Di Maio (vicepresidente del Senato, Movimento 5 Stelle) alle organizzazioni non governative. ”Le Ong hanno trasportato criminali- insinua il vicepresidente pentastellato- Saviano sostiene organizzazioni che causano materialmente i morti in mare”.

Dopo le pesanti accuse, inizia il botta e risposta a colpi di post e commenti Facebook tra Luigi di Mio e lo scrittore napoletano Roberto Saviano. Saviano controbatte scrivendo che Di maio cerca voti di chi vorrebbe migranti morti in mare.


“Vogliamo sapere chi le finanzia le Ong e a chi dice che in questo momento è inopportuno attaccarle- in tutta risposta il vicepresidente della Camera- a Saviano e agli altri, dico che fanno parte di quella schiera di ipocriti che ha sempre finto di non vedere il business dell’immigrazione'.

La controversia continua da giorni.

Il Movimento 5 stelle vuole vederci chiaro. I grillini cercano l’appoggio dal mondo cattolico e la Cei (Conferenza Episcopale Italiana) replica al paladino pentastellato: “accuse vergognose, è la visione di chi non vuole salvare le persone”. E’ anche Papa Francesco a dire la sua: “ anch’io sono nato in una famiglia di migranti: mio papà, i miei nonni, come tanti altri italiani, sono partiti per l’Argentina e hanno conosciuto la sorte di chi resta senza nulla. Anch’io avrei potuto essere tra gli ‘scartati’ di oggi”.

Insomma, una polemica senza fine ma, nel frattempo, migranti continuano a perdere la vita nel nostro mare.

Il numero di persone che viaggiano a bordo dei gommoni è aumentato e le traversate sono sempre più rischiose. Le partenze dalla Libia verso l’Italia sono cresciute del 30%, lo certifica l’agenzia di frontiera europea Frontex. Tra gennaio e metà aprile 2017, 6mila persone hanno attraversato l'Egeo, passando dalla Turchia alla Grecia. Sono 36mila invece i migranti traghettati in Italia e partiti dalla Tripolitania.

In questo scenario, che vede come protagonista il Bel Paese, c’è una sorta di collusione tra le navi di alcune Ong che operano nel Mediterraneo per salvare migranti dai naufraghi e trafficanti di uomini che gestiscono rotte con partenza Libia.

Sembra che dietro questa vicenda ci sia uno scontro tra Frontex (una missione per il controllo delle frontiere d’Europa nel Mediterraneo) e il “Mare Nostrum” (che aveva il compito di portare in salvo i migranti intercettati). Così, se da una parte vi è uno schieramento di navi militari, dall’altra ci sono quelle Ong.

Ma, se prima le Ong erano protagoniste di operazioni di ricerca e soccorso nel Mediterraneo, oggi vengono accusate di favorire gli “sporchi affari” degli scafisti.

Il pm Carmelo Zuccaro aveva chiaramente dichiarato che “esistono le prove di contatti tra scafisti e soccorritori, quali telefonato che partono dalla Libia verso alcune Ong”. E’ proprio il video pubblicato dalla Stampa, registrato da un migrante disperato sull’imbarcazione, a riportare le immagini agghiaccianti: una moto d’acqua che scorta il barcone carico di immigrati; il trafficante che guida lo scafo con accanto una moto d’acqua che, secondo gli inquirenti, sta scortando il gommone fino alle navi delle organizzazioni (Sos-Mediterranèe e Medici Senza Frontiere) per poi caricare lo scafista e tornare indietro in Libia.

 In politica continua lo scontro: 'Vogliamo tutta la verità sul ruolo delle Ong nelle operazioni di salvataggio dei migranti nel Mar Mediterraneo. Non vogliamo fare di tutt'erba un fascio, vogliamo chiarezza e trasparenza, anche a tutela del lavoro di quelle Ong che da anni contribuiscono con sacrificio e dedizione a salvare vite umane nel Mediterraneo'. E' quanto si legge in un post sul blog di Beppe Grillo a firma dell'eurodeputata M5S Laura Ferrara che aggiunge: 'La Commissione europea deve rispondere all'interrogazione prioritaria che abbiamo presentato”.

Nel frattempo, al Corriere della Sera, Jordi Vanquer, direttore regionale per l’Europa, smentisce ogni accusa: “Nonostante il sostegno offerto per anni ad associazioni che si adoperano per i diritti di molti gruppi svantaggiati in tutta Europa, la mia organizzazione non sostiene, e non ha mai sostenuto, alcun tipo di operazioni di salvataggio come quelle finite nel mirino in questi giorni in Italia”.

Che la verità venga a galla ancora non è certo. I 5 stelle si appellano alla Ue perché faccia chiarezza sul ruolo delle Organizzazioni non governative nell’accoglienza. Ci auguriamo presto si trovi una soluzione al problema dei naufraghi migranti, che, dopo esser scappati dalla guerra, sono costretti ad imbarcarsi su dei piccoli gommoni con la speranza di raggiungere l’Italia e trovare qualcosa di buono che, ahimè, ancora non c’è.

Greta Merigiola



Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, s..   Continua >>


 
 
 
 

Acof onoranze funebri

Oltre Modena - Articoli Recenti
Nordio: il 41bis non è in ..
Il Ministro in Aula alla Camera sulle polemiche degli ultimi giorni legate alle condizioni ..
01 Febbraio 2023 - 23:39
Gerusalemme, attentato in Sinagoga, ..
Un uomo armato di pistola avrebbe fatto fuoco all'interno del luogo di culto prima di essere..
28 Gennaio 2023 - 01:33
E' morta Gina Lollobrigida: una vita ..
Lutto nel mondo del cinema. L'attrice italiana, nastro d'argento alla carriera, aveva 95 ..
16 Gennaio 2023 - 13:12
Brasile, assalto al Parlamento: ..
Dopo l'azione dei sostenitori dell’ex presidente Jair Bolsonaro, le forze di sicurezza ..
09 Gennaio 2023 - 19:20
Oltre Modena - Articoli più letti
Covid, 4700 contagi al concerto per ..
A riportalo è l'edizione di lunedì del quotidiano The Guardian. Il Boardmasters si è ..
26 Agosto 2021 - 14:33
La pandemia globale di Coronavirus? ..
E' tutto ancora on line. Il John Hopkins Center for Health Security con il World Economic ..
03 Marzo 2020 - 09:43
Israele abbandona il Green Pass: con ..
Il boom dei contagi con Omicron ha reso del tutto evidente l'inefficacia dello strumento per..
05 Febbraio 2022 - 00:21
'Covid, chi si vaccina può sia ..
Parla Massimo Andreoni, direttore scientifico della Società italiana malattie infettive ..
10 Maggio 2021 - 15:09