La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram
progettiQuelli di Prima

Cna trema, pronto il bilancio lacrime e sangue

La Pressa
Logo LaPressa.it

E nel 2014 i debiti ammontavano a 37 milioni


Cna trema, pronto il bilancio lacrime e sangue

Mentre imperversa la corsa alla guida della Camera di Commercio, con una sfida tutti contro tutti all’interno di Rete Imprese, martedì prossimo per la Cna è il giorno della verità. Il giorno in cui fare chiarezza sul proprio stato di salute. Il 12 luglio alle 20.30 infatti Cna Servizi Modena (la vera cassaforte del colosso associativo che al 2014 contava 512 dipendenti sui 650 complessivi di Cna) ha convocato la propria assemblea generale per presentare e approvare il Bilancio 2015 (oltre a nominare i componenti del cda scaduto e determinarne i compensi). Un bilancio che si preannuncia lacrime e sangue e i cui numeri non sono ancora noti nei dettagli, anche se si parla di una perdita consistente. I numeri certi invece sono quelli riferiti al Bilancio 2014, l’ultimo approvato (all’unanimità dai 40 imprenditori presenti in assemblea il 30 giugno 2015). E già allora - pur con uno stato patrimoniale netto di quasi 5,6 milioni e una chiusura in utile di 34.255 euro - emersero numeri preoccupanti (da citare il +16,6% di aumento dei costi di funzionamento dato dalla «esternalizzazione di processi di inserimento dati»). Numeri che ora cerchiamo di presentare nei dettagli e che - per molti - sono stati il vero motivo dell’addio di Maurizio Torreggiani da direttore generale e del suo vice Quinto Michelini.

Un addio imposto di fatto da Bper e da Ernst & Young, la società che in pratica oggi gestisce la contabilità dell’as - sociazione. Bper verso cui Cna ha i debiti maggiori e che ha preteso «discontinuità » con la nomina a direttore generale di un uomo ‘g estibile’ al posto di Torreggiani (Andrea Tosi).

Ma veniamo ai numeri La chiusura in positivo del Bilancio 2014 si basa tutta sulla presenza nell’Attivo di «Crediti esigibili verso i clienti entro l’anno successivo». Di fatto è una proiezione di rientro rispetto a una serie di servizi prestati. Ecco, questa proiezione nel 2014 fu pari a 26 milioni e 942mila euro. Questo ‘at t ivo ’ potenziale ha permesso di fatto di controbilanciare gli enormi debiti dell’a s s o c i a z i o n e. In base al Bilancio 2015 infatti Cna Servizi aveva un totale debiti pari a 37 milioni e 645mila euro e di questi ben 27 milioni e 812mila euro verso le banche (da citare anche 2,4 milioni verso fornitori e 1 milione di debiti tributari). Debiti per i quali Cna ha ipotecato le sue stesse sedi (a partire da quella cittadina di viaMalavolti) e che vede, come detto Bper, tra i principali creditori, Il problema è che a quanto pare quest ’anno la banca ha chiesto a Cna di rientrare e i famosi «crediti esigibili» ora devono entrare in cassa. E per questo sarà interessante vedere le cifre del Bilancio 2015. Del resto che il problema fosse quello dell’insolvenza era già stato chiarito lo scorso anno nella relazione del presidente del Cda Cesare Galavotti. «Il rischio prevalente è rappresentato dall’insolvenza della clientela - scrisse a margine del Bilancio 2014 Galavotti -. I crediti verso i clienti ammontano a 27 milioni e i ritardi degli incassi aumentano l’esposizione finanziaria e le azioni per contenere il rischio finanziario sono: dismissione tramite cessione di partecipazioni e titoli, richiesta agli istituti bancari di una moratoria di 24 mesi sui finanziamenti in essere amedio e lungo termine e il recupero di crediti scaduti anche tramite una società specializzata». E poi la mossa chiave: la fusione con Bologna poi fatta saltare dallo stesso Torreggiani per un problema di poltrone. «Riorganizzazione del sistema Cna Modena tramite accordi strutturali con Cna Bologna» e «avvio formale del processo di alleanza/integrazione con Cna servizi Bologna... anche affidandosi a consulenti di strategia aziendale » scriveva Galavotti. Nulla di fatto sulla fusione, «crediti esigibili» ancora tali e alla fine le banche hanno imposto a Cna di rientrare. Ma il cambio di dirigenti non risolve i problemi economici che il 12 luglio verranno finalmente esposti nella loro (drammatica) interezza. E ovviamente i vertici dell’associazione pregano che i soci votino comunque il Bilancio.


Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Giuseppe Leonelli
Giuseppe Leonelli

Direttore responsabile della Pressa.it.
Nato a Pavullo nel 1980, ha collaborato alla Gazzetta di Modena e lavorato al Resto del Carlino nelle redazioni di Modena e Rimini. E' stato ..   Continua >>


 
 

Articoli Correlati
'Vaccini, ecco il rapporto tra la Lorenzin e le case farmaceutiche'
Politica
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:145770
Segretario Pd: ‘Votare Lega significa essere idioti’
Politica
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:103619
Coop Alleanza 3.0 fulcro della crisi del Sistema. E Muzzarelli trema
Il Punto
13 Gennaio 2019 - 08:41- Visite:56122
Il Sulpl risponde: Posso accompagnare mia moglie a fare la spesa?
Societa'
17 Marzo 2020 - 11:24- Visite:51546
'Festa Unità: è il vuoto totale, a Modena non esiste centrosinistra'
Parola d'Autore
31 Agosto 2018 - 11:38- Visite:44798
'Lo Ius Soli sarà per noi il primo punto nella nuova legislatura'
Pressa Tube
01 Febbraio 2018 - 01:00- Visite:43372
Quelli di Prima - Articoli Recenti
... E ci passavi così tanto tempo ..
Per poi ritornare...
03 Gennaio 2014 - 23:39- Visite:11819
Libera, le consulenze di Enza Rando
L’avvocato, membro del cda Crmo, nel 2015 ha avuto da Bonaccini un incarico da 25mila euro
02 Gennaio 2014 - 19:36- Visite:15112
Quando la Rando scrisse che Prima ..
Le consulenze da migliaia di euro della Numero 2 di Libera
02 Gennaio 2014 - 18:25- Visite:13114
Dia: 'Mafie integrate in Emilia'
Cutresi «perfettamente integrati» E la Camorra ora «è più presente»
02 Gennaio 2014 - 13:54- Visite:12380


Quelli di Prima - Articoli più letti


AeC, la moglie di Muzzarelli nel ..
L’azienda, coinvolta nell’inchiesta ‘Cubetto’, finanziò la campagna elettorale del ..
01 Gennaio 2014 - 20:45- Visite:19594
Libera, le consulenze di Enza Rando
L’avvocato, membro del cda Crmo, nel 2015 ha avuto da Bonaccini un incarico da 25mila euro
02 Gennaio 2014 - 19:36- Visite:15112
Quando la Rando scrisse che Prima ..
Le consulenze da migliaia di euro della Numero 2 di Libera
02 Gennaio 2014 - 18:25- Visite:13114
Brindiamo tutti con Casari
Che non manchino mai sorrisi e vittoria
01 Gennaio 2014 - 20:06- Visite:12541