La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Google+ Linkedin Instagram
progettiQuelli di Prima

Donne

La Pressa
Logo LaPressa.it

Parla Alessandra Pederzoli, moglie di Muzzarelli:


Donne

Così a luglio 2016 la moglie del sindaco Muzzarelli:

Caro Adriano Primo Baldi, sei poco informato. A mio marito ho già detto quando è diventato sindaco, usando le tue parole: «Ascolta, per quanto mi riguarda io mi dimetto da tutti gli incarichi delle aziende nelle quali il Comune di Modena ha un’influenza diretta o indiretta e così ho fatto, e rinuncio a nuove candidature in ambiti pubblici locali nonostante la mia preparazione e lo studio di una vita della contabilità pubblica (insegno tuttora corsi enti locali per revisori accreditati)». E prima ancora, appena fidanzati, avevo detto «smetto di fare qualsiasi attività politica nonostante la mia grande passione politica (sono stata tesoriere dell’associazione di Enrico Letta, del quale ho profonda stima, tesoriere del Pd di Mirandola e ho ricoperto altri incarichi minori sempre nel modenese quando non conoscevo mio marito), perché sennò da oggi in poi i giornalisti direbbero che qualsiasi incarico futuro ottenuto sarebbe ascrivibile alla mia vita personale, a nulla valendo le mie capacità personali e la passione, che per fortuna riesco ancora ad esprimere, in un modo diverso, come professore a contratto di Scienza delle Finanze e di Tassazione delle Imprese e delle Attività Finanziarie all’Università di Modena e Reggio, dove oltre alle conoscenze che ho sviluppato applicandomi notte e giorno riesco anche a trasmettere senso civico, insegnando ai ragazzi ad approfondire e a non essere superficiali». Secondo il tuo ragionamento però non è sufficiente, avrei dovuto probabilmente chiedere l’elenco dei finanziatori della campagna elettorale di mio marito – nel quale forse avremmo trovato anche amici comuni – e mandare preventivamente le mie dimissioni per opportunità? A tutti indistintamente a prescindere dall’esiguità di taluni importi o avresti fatto una discriminazione sulla base del finanziamento erogato e dichiarato per trasparenza? Oppure mio marito avrebbe dovuto avere la sfera di cristallo e rimandare al mittente i finanziamenti ricevuti a tutti coloro che in futuro avrebbero ricevuto contestazioni o fossero stati oggetto di indagine? Poi però a mantenere la famiglia ci pensa il presidente della provincia? Oppure ci pensi tu? O dovevo immediatamente smettere di lavorare e farmi mantenere dal sindaco di Modena? Ho studiato tutta la vita con passione e impegno, sacrificando tanti aspetti della mia vita anche in costanza di problemi di salute, per costruire il mio presente professionale, per comprarmi una casa con relativo mutuo da pagare, e ho il desiderio come tutti di consentire a mia figlia di cogliere tutte le opportunità che saranno possibile in questo mondo globale, se vorrà portare avanti il motto nel quale io credo che con l’esempio sto cercando di trasferirle: impegno, impegno, impe gno. E dire che credevo che la collettività avrebbe apprezzato l’immagine di una donna che non cambia nulla della sua vita e lotta per quello in cui crede, che fatica per guadagnare il proprio stipendio, senza dipendere dal marito, lasciando così ancora più libertà a chi svolge un ruolo tanto delicato quale quello del politico di non avere preoccupazioni per il reperimento delle risorse sufficienti al mantenimento della famiglia! Caro Adriano Primo Baldi, vedo anche che hai investito molto tempo a contare i miei incarichi, hai però dimenticato di cercarne i compensi o la natura, alcuni sono addirittura gratuiti legati alla sciagura del terremoto che ha colpito la mia terra e il mio studio a Mirandola. Se vuoi ti cedo volentieri il mio ruolo gratuito di vice presidente dell’A s s o ci a z i o n e Enea Grilli. Anzi non lo cedo perché l’Associazione vale di più delle tue chiacchiere. Se la lente di giudizio dovesse essere solo quella economica come mai allora starei continuando a insegnare due corsi in università nonostante l’Università italiana non riconosca compensi minimamente dignitosi ai professori a contratto? Ma forse anche questo ti sfugge. Mentre a me non sfugge il desiderio di restituire alle generazioni future tramite l’insegnamento parte di ciò che la vita professionale mi ha dato come opportunità di crescita. Nonostante fosse riportato nel Curriculum, che sicuramente avrai recuperato, deve esserti sfuggito anche che ho frequentato un corso a Milano di livello nazionale, Intheboardroom, perché ho capito che qui a Modena le opportunità per me grazie a persone che la pensano come te, e che giudicano senza conoscermi personalmente e senza conoscere i fatti, sono compromesse, ma io non mollo. Non ho mollato nemmeno quando altri giornalisti tuoi pari hanno polemizzato per un mio incarico nel Comune di Correggio: non sono le male lingue a dissuadermi d al l ’andare avanti con la professionalità che giudicheranno coloro che lavorano fianco a fianco con me ogni giorno, e che sanno se passo le mie serate a fare la “first lady” o “moglie di Cesare” per dirla con le tue parole o a lavorare invece da casa fino a notte fonda. Ho mollato il Comune di Correggio, invece, soltanto solo dopo aver svolto con la massima deontologia nei limiti delle mie capacità il mio dovere, dopo aver denunciato eventi che avevo personalmente e scrupolosamente verificato alla Corte dei Conti. Perché non si lasciano le cose a metà. Questo è il mio senso civico e i principi di etica che voglio insegnare ai nostri figli, sperando ovviamente che meglio di me le scuole e il giornalismo siano protagonisti in prima persona di questo progetto, che è la vera sfida per ripartire. O è questo ad imbarazzare?

Alessandra Pederzoli



Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.
Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazion..   Continua >>


Profilo Facebook di Redazione La Pressa Profilo Google+ di Redazione La Pressa Profilo Twitter di Redazione La Pressa Profilo Linkedin di Redazione La Pressa Profilo Instagram di Redazione La Pressa Indirizzo Email di Redazione La Pressa 


Articoli Correlati


'Vaccini, ecco il rapporto tra la Lorenzin e le case farmaceutiche'
Politica
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:127899
Segretario Pd: ‘Votare Lega significa essere idioti’
Politica
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:86781
Coop Alleanza 3.0 fulcro della crisi del Sistema. E Muzzarelli trema
Il Punto
13 Gennaio 2019 - 08:41- Visite:43018
Censura Lorenzin: 'Il Sindaco blocchi la proiezione del film Vaxxed'
Politica
14 Febbraio 2018 - 17:23- Visite:39275
'Festa Unità: è il vuoto totale, a Modena non esiste centrosinistra'
Parola d'Autore
31 Agosto 2018 - 11:38- Visite:38501
Grandinata devastante su Modena: danni alle auto e alberi abbattuti
La Nera
22 Giugno 2019 - 15:59- Visite:34287
Quelli di Prima - Articoli Recenti
... E ci passavi così tanto tempo che ..
Per poi ritornare...
03 Gennaio 2014 - 23:39- Visite:11281
Libera, le consulenze di Enza Rando
L’avvocato, membro del cda Crmo, nel 2015 ha avuto da Bonaccini un ..
02 Gennaio 2014 - 19:36- Visite:13386
Quando la Rando scrisse che Prima Pagina..
Le consulenze da migliaia di euro della Numero 2 di Libera
02 Gennaio 2014 - 18:25- Visite:12208
Dia: 'Mafie integrate in Emilia'
Cutresi «perfettamente integrati» E la Camorra ora «è più presente»
02 Gennaio 2014 - 13:54- Visite:11698


Quelli di Prima - Articoli più letti


AeC, la moglie di Muzzarelli nel ..
L’azienda, coinvolta nell’inchiesta ‘Cubetto’, finanziò la ..
01 Gennaio 2014 - 20:45- Visite:16954
Libera, le consulenze di Enza Rando
L’avvocato, membro del cda Crmo, nel 2015 ha avuto da Bonaccini un ..
02 Gennaio 2014 - 19:36- Visite:13386
Quando la Rando scrisse che Prima Pagina..
Le consulenze da migliaia di euro della Numero 2 di Libera
02 Gennaio 2014 - 18:25- Visite:12208
Brindiamo tutti con Casari
Che non manchino mai sorrisi e vittoria
01 Gennaio 2014 - 20:06- Visite:11833

Feed RSS La Pressa

Contattaci

Feed RSS La Pressa

Contattaci