La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
progettiQuelli di Prima

Il mondo del fratello di Giuditta Pini

La Pressa
Logo LaPressa.it

«Senza casa, divieti e manganelli sono l’arma di chi è in difficoltà»


Il mondo del fratello di Giuditta Pini

Così il fratello della parlamentare Giuditta Pini a maggio 2016:

Gentile direttore, la ringrazio per avermi dato la possibilità di esprimere alcune considerazioni dalle colonne del suo quotidiano sullo stato di salute della vita democratica cittadina, messo in evidenza dai fatti legati agli sgomberi di Bonacorsa, Carteria e Sant'Eufemia. Come si è arrivati ad una situazione del genere? Come si è formata una simile spaccatura in seno alla città? Credo che queste cose accadano quando l'amministrazione delega la soluzione dei problemi sociali a questura e magistratura. È molto più facile ed appagante organizzare concerti e notti bianche, che occuparsi dei senza casa. Che se ne occupi la celere. Quando le istituzioni negano ogni possibilità non solo di dialogo, ma di agibilità politica alle opposizioni, è inevitabile che si arrivi al muro contro muro. Le occupazioni arrivano quando non restano alternative, il conflitto scoppia quando tutte le altre strade vengono sbarrate. È pura ipocrisia, a cose avvenute, fingersi stupiti o amareggiati. Il sindaco afferma che le proposte avanzate erano “irricevibili, illegali ed ingiuste”, per questo è stato interrotto il dialogo. Eppure la proposta, a costo zero, era quella di avere in comodato d'uso per quattro anni uno dei tanti stabili abbandonati del Comune, dove gli inquilini avrebbero abitato facendosi carico dei lavori di ristrutturazione: credo si chiami co-housing, forse in inglese suona meglio. Quando si tratta del futuro di decine di nuclei familiari non bastano un paio di incontri frettolosi per avere un dialogo, occorre pazienza e capacità di ascolto, oltre che la volontà di risolvere i problemi. Purtroppo quanto accaduto non è un caso isolato, ma la regola dissennata di un governo privo di legittimazione. Non prendiamoci in giro: dall'insediamento del governo Renzi-Alfano sgomberi, cariche e criminalizzazione di lavoratori, studenti, precari, migranti sono all'ordine del giorno. Non c'è contestazione, anche blanda, che non si lasci alle spalle feriti ed arresti. Basta guardare alla cronaca. Il dissenso è proibito: qualsiasi critica, interna od esterna, va punita duramente. Oggi a Modena tocca al Guernica, peggio per loro – si dice. Tocca ai sindacati di base, agli studenti. Chi se ne frega. Ma domani? Quando scioperi e proteste diventano “interruzione di pubblico servizio”, dunque illegali, a chi toccherà? Alla Fiom? Agli insegnanti? O forse all'ANPI? Appoggiare pubblicamente chi si trova oggi sotto attacco significa porre un freno a questa pericolosa deriva. Un aspetto che hanno ben compreso le centinaia di modenesi che hanno sfilato sabato 14 maggio insieme al Guernica e agli ex occupanti, nonostante la manifestazione fosse stata vietata su richiesta di sindaco e prefetto. Non bisogna lasciarsi intimidire: divieti e manganelli sono l'arma di chi è in difficoltà, di chi ormai non gode più della legittimazione popolare, ma solo dell'appoggio di affaristi e benpensanti (di destra o di sinistra, come preferite). Si possono condividere o meno metodi ed obiettivi, ma non ignorare i problemi, o fare finta che non esistano, specialmente quando si parla di dignità e libertà d'espressione.

(Marcello Pini)


Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
Email
 

Articoli Correlati
'Vaccini, ecco il rapporto tra la Lorenzin e le case farmaceutiche'
Politica
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:152838
Segretario Pd: ‘Votare Lega significa essere idioti’
Politica
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:105932
Il Sulpl risponde: Posso accompagnare mia moglie a fare la spesa?
Societa'
17 Marzo 2020 - 11:24- Visite:63454
Inchiesta sui minori 'Angeli e Demoni': indagati altri due sindaci
Politica
02 Luglio 2019 - 16:02- Visite:63365
Coop Alleanza 3.0 fulcro della crisi del Sistema. E Muzzarelli trema
Il Punto
13 Gennaio 2019 - 08:41- Visite:60103
Così il M5S appena un mese fa donava soldi alla onlus Hansel e Gretel
Politica
28 Giugno 2019 - 22:51- Visite:54652
Quelli di Prima - Articoli Recenti
... E ci passavi così tanto tempo ..
Per poi ritornare...
03 Gennaio 2014 - 23:39- Visite:12020
Libera, le consulenze di Enza Rando
L’avvocato, membro del cda Crmo, nel 2015 ha avuto da Bonaccini un incarico da 25mila euro
02 Gennaio 2014 - 19:36- Visite:15787
Quando la Rando scrisse che Prima ..
Le consulenze da migliaia di euro della Numero 2 di Libera
02 Gennaio 2014 - 18:25- Visite:13396
Dia: 'Mafie integrate in Emilia'
Cutresi «perfettamente integrati» E la Camorra ora «è più presente»
02 Gennaio 2014 - 13:54- Visite:12594

Contattaci

Quelli di Prima - Articoli più letti


AeC, la moglie di Muzzarelli nel ..
L’azienda, coinvolta nell’inchiesta ‘Cubetto’, finanziò la campagna elettorale del ..
01 Gennaio 2014 - 20:45- Visite:20561
Libera, le consulenze di Enza Rando
L’avvocato, membro del cda Crmo, nel 2015 ha avuto da Bonaccini un incarico da 25mila euro
02 Gennaio 2014 - 19:36- Visite:15787
Quando la Rando scrisse che Prima ..
Le consulenze da migliaia di euro della Numero 2 di Libera
02 Gennaio 2014 - 18:25- Visite:13396
Brindiamo tutti con Casari
Che non manchino mai sorrisi e vittoria
01 Gennaio 2014 - 20:06- Visite:12770