La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
progettiQuelli di Prima

Mantra Pd Emilia

Data: / Categoria: Quelli di Prima
Autore:
La Pressa
Logo LaPressa.it

Il sistema da negare e il modello da promuovere


Mantra Pd Emilia

Il «Modello Emilia»? Esiste e va difeso davanti, o meglio contro, a tutto e tutti. Davanti all’e videnza di una ricostruzione lenta (affidata spesso, guarda caso, a cooperative) e di una burocrazia volutamente limitante per famiglie e imprese che nelle scosse di 4 anni fa persero tutto.  Va difeso davanti all’inchie - sta cemento-farlocco e ai centri della Bassa ancora devastati, dove i pochi negozianti presenti continuano ad essere additati come «eroi». Eroi nudi, di un resistere fine a se stesso. Questo fanno gli amministratori Pd locali: da Giancarlo Muzzarelli a Palma Costi (peraltro il sindaco nella lettera qui sopra copia esattamente gli argomenti dell’ex collega in Regione il cui intervento abbiamo pubblicato ieri). E qui non è questione di polemica politica, di essere giovanardiani reazionari, grillini con Di Maio o un Dell’Orco a caso o contro Stefano Bonaccini a prescindere. Non è questione di essere giornale di destra, di sinistra, renziano, pericoloso, a sentir qualche giovanotto senatore Pd o ‘autore vole’ assessore regionale, addirittura «mafioso » (che non essendo arrivate le scuse, la querela è forse dovuta ndr), o banalmente stucchevole. E’ questione di guardare la realtà del post-sisma della Bassa, i centri-fantasma di Cavezzo, Mirandola, Novi, Medolla... e prendere atto che i «modelli» sono altra roba. Oggettivamente. Per usare un avverbio tanto caro a «Libera». E non si evochi la solita scusa della «bacchetta magica», qui bastavano volontà, soldi e buon senso. E neppure la storiella dell’«al - trove hanno fatto peggio» regge. Ma c’è poco da fare. La bandiera del Modello Emilia nel Pd, in quel pantano informe che resta della gloriosa tradizione comunista, va sventolata con fierezza e guai (guai in tutti i sensi eh...) a chi osa farne notare macchie, strappi o peggio ancora. Il Modello si difende, la Ditta si difende.

Si difende al punto di far finta di non vedere che la nomina di Vasco Errani da parte di Renzi non è affatto un premio all’a m m i n i s tra t ore, ma un modo per tacitare il nuovo capo-nascente (fa ridere dire «nuovo» per Errani, ma così è) della corrente ribelle interna al Pd ( q u el l ’Errani che una settimana fa invitò il partito ad ascoltare le ragioni del «no» al referendum che tanto spaventa il premier-segretario). Gli ex Ds locali pur di difendere il loro modello fanno come la scimmietta che chiude gli occhi: abbracciano Renzi e con orgoglio si piantano nel petto la medaglia di cartone che il premier offre loro, infiscandosene ovviamente delle qualità di Errani, ma in cambio di una tregua referendaria. Con buona pace delle passerelle (dovute) nelle zone terremotate, aspettando sempre il prossimo sisma (di una magnitudo che in Giappone, per esempio, nemmeno farebbe notizia) per iniziare davvero amettere in sicurezza le case italiane. Il Modello-Emiliano, dicevamo, si difende e si promuove. Esattamente come, per contraltare, si deve negare il Sistema-Emiliano. Quello basato sull’intreccio partito (Pci, Pds, Ds, Pd), una fetta di mondo economico (le cooperative di costruzione, welfare, grande distribuzione...) e le istituzioni locali. Ecco, quello va negato sempre. Come ha fatto poche settimane fa Muzzarelli sulle nostre colonne. Negare, negare, negare. Anche davanti all’evidenza. Perchè l’evidenza non esiste. Esistono i Modelli. Da sfilata. Appunto.

Leo



Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
Email
 

Articoli Correlati
'Vaccini, ecco il rapporto tra la Lorenzin e le case farmaceutiche'
Politica
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:182356
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 anni. Ieri aveva fatto la seconda ..
La Provincia
09 Settembre 2021 - 20:11- Visite:174377
Segretario Pd: ‘Votare Lega significa essere idioti’
Politica
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:109053
Ex primario Pronto soccorso Modena: 'Alle persone sane sconsiglio il ..
Politica
19 Giugno 2021 - 16:44- Visite:76115
Il Sulpl risponde: Posso accompagnare mia moglie a fare la spesa?
Societa'
17 Marzo 2020 - 11:24- Visite:70520
Inchiesta sui minori 'Angeli e Demoni': indagati altri due sindaci
Politica
02 Luglio 2019 - 16:02- Visite:64484

Contattaci
Quelli di Prima - Articoli Recenti
... E ci passavi così tanto tempo ..
Per poi ritornare...
03 Gennaio 2014 - 23:39- Visite:12320
Libera, le consulenze di Enza Rando
L’avvocato, membro del cda Crmo, nel 2015 ha avuto da Bonaccini un incarico da 25mila euro
02 Gennaio 2014 - 19:36- Visite:16591
Quando la Rando scrisse che Prima ..
Le consulenze da migliaia di euro della Numero 2 di Libera
02 Gennaio 2014 - 18:25- Visite:13986
Dia: 'Mafie integrate in Emilia'
Cutresi «perfettamente integrati» E la Camorra ora «è più presente»
02 Gennaio 2014 - 13:54- Visite:13067
Quelli di Prima - Articoli più letti
AeC, la moglie di Muzzarelli nel ..
L’azienda, coinvolta nell’inchiesta ‘Cubetto’, finanziò la campagna elettorale del ..
01 Gennaio 2014 - 20:45- Visite:21795
Libera, le consulenze di Enza Rando
L’avvocato, membro del cda Crmo, nel 2015 ha avuto da Bonaccini un incarico da 25mila euro
02 Gennaio 2014 - 19:36- Visite:16591
Quando la Rando scrisse che Prima ..
Le consulenze da migliaia di euro della Numero 2 di Libera
02 Gennaio 2014 - 18:25- Visite:13986
Brindiamo tutti con Casari
Che non manchino mai sorrisi e vittoria
01 Gennaio 2014 - 20:06- Visite:13237