Acof onoranze funebri
Radio Birikina
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Acof onoranze funebri
rubricheAccadde oggi

Muore in un attentato aereo Enrico Mattei: 27 ottobre 1962

La Pressa
Logo LaPressa.it

Alla morte di Enrico Mattei la rete italiana di metanodotti, con i suoi 6.000 Km era la più estesa d'Europa e la terza nel mondo


Muore in un attentato aereo Enrico Mattei: 27 ottobre 1962
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

Il 27 ottobre 1962, in un incidente aereo, probabilmente di natura dolosa, muore Enrico Mattei; partigiano e fondatore dell'Eni; l'Ente Nazionale Idrocarburi sotto la sua guida è stato capace di sfidare le grandi compagnie petrolifere mondiali e divenne una multinazionale del petrolio.
Mattei riuscì a negoziare rilevanti concessioni petrolifere nel Medio Oriente e un'importante accordo commerciale con l'Unione Sovietica.
Enrico fu un imprenditore che cambiò l'Italia del dopo guerra; per la sua attività, nel 1961 fu insignito della laurea ad honorem dalla facoltà di ingegneria dell'Università di Bari.

Mattei, prima dell'incidente aereo stava per stringere un accordo con Esso, la compagnia più colpita dalla sua politica aziendale: lo scopo era di avere il Petrolio Medio Orientale e svincolare l'Italia dalla fornitura russa.
Il 27 ottobre 1962, durante un volo con un aereo privato dell'Eni, che da Catania doveva portare Enrico Mattei a Milano, l'aereo precipitò nei pressi di Bascape'.
Insieme all'imprenditore morirono il pilota e un giornalista arrivato in Sicilia per intervistarlo.

Solo nel 2003 venne accertato che lo scoppio dell'aereo era stato causato da una carica di tritolo.
I colpevoli non sono mai stati individuati; oggi si ritiene che furono uomini della mafia a sabotare il velivolo.
È curioso ricordare che alla morte di Enrico Mattei la rete italiana di metanodotti, con i suoi 6.000 Km era la più estesa d'Europa e la terza nel mondo.


Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

Radio Birikina

Feed RSS La Pressa
Accadde oggi - Articoli Recenti
La giornata mondiale della balena
La balena vive in media fino a 100 anni, viaggia in acqua a 27 km all'ora, 26 minuti è il ..
19 Febbraio 2024 - 06:43
Nasce l'Istituto dell'Enciclopedia ..
La storia più recente dell'istituto è stata caratterizzata da innovazioni importanti a ..
18 Febbraio 2024 - 07:59
Vengono poste le basi della Croce ..
Nella battaglia di Solferino Dunant iniziò a organizzare i soccorsi per assistere i feriti ..
17 Febbraio 2024 - 07:51
Zeno Colò vince la discesa libera ad..
Zeno Colò era nato nel 1920 e già a 15 anni entrò in nazionale, la sua carriera poi si ..
16 Febbraio 2024 - 06:45
Accadde oggi - Articoli più letti
21 ottobre, il mondo celebra la ..
L'ascolto nelle relazioni interpersonali permette di sviluppare legami duraturi basati sulla..
21 Ottobre 2023 - 06:00
Grande concerto di Pino Daniele a ..
Piazza Plebiscito, dove si tenne il concerto, era il salotto della cosiddetta Napoli bene, ..
19 Settembre 2023 - 08:08
In una sala da ballo di Cremona nasce..
È il 24 settembre del 1958 quando Natalino Otto e Flo Sandon's scoprono la cantante, allora..
24 Settembre 2023 - 07:28
Il 9 ottobre 1967 veniva ucciso in ..
Il Che è considerato un nemico coerente dell'oppressione e un simbolo di libertà e di ..
09 Ottobre 2023 - 06:38