Ozonoterapia 2
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
rubricheCronache Pandemiche

Bakhmut è caduta, non per la RAI e i giornali italiani

La Pressa
Logo LaPressa.it

L’intero sistema informativo sia diventato un docile e servile strumento di propaganda del regime nazionalista ucraino


Bakhmut è caduta, non per la RAI e i giornali italiani
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

Oggi, 20 maggio 2023, la città di Bakhmut, nell’Ucraina orientale, è definitivamente caduta nelle mani delle milizie russe della Wagner. Per 224 giorni Bakhmut (Artemovsk), che prima della guerra contava 75 mila abitanti, è stata l’epicentro dell’intero conflitto russo-ucraino, ingioiando nel “tritacarne” dei quotidiani scontri, casa per casa, decine di migliaia di soldati e enormi quantità di armi e mezzi. Basterebbero questi numeri per definire la “battaglia per Bakhmut” il più significativo e sanguinoso scontro tra eserciti in ambiente urbano del XXI secolo.

Nel suo discorso a Washington, applaudito dal Congresso americano, il 21 dicembre dell’anno scorso il presidente ucraino Zelensky aveva proclamato che “i combattimenti per Bakhmut cambieranno la traiettoria della nostra guerra per l’indipendenza e la libertà”.

La contesa per Bakhmut è arrivata invece al suo epilogoodierno con la sanguinosa sconfitta dell’Ucraina, e in primo luogo del suo presidente che, principalmente per ragioni d’immagine, ha preteso dai suoi una resistenza fino all’ultimo uomo.


Non sappiamo ancora quanto questa battaglia influirà sull’intero corso della guerra, ma di sicuro questo è stato il più importante evento bellico dopo la conquista di Mariupol del maggio 2022.

Eppure, la RAI e i nostri giornali, quasi all’unisono, hanno invece passato la notizia quasi sotto completo silenzio. Non si poteva rovinare proprio oggi la festa del G7 in Giappone e gli ostentati baci  e abbracci (la Meloni, al solito, la più incontenibile) con cui i potenti della terra hanno accolto la visita pastorale del capo di Kiev, alla sempre più disperata ricerca di armi e soldi. Nel fargli festa il presidente francese Macron ha avuto il pubblico coraggio di definirlo un “game changer”.

Nei TG della TV pubblica, quasi ai titoli di coda, è stata data la striminzita notizia della dichiarazione di Yevgeny Prigozhin, capo della Wagner, sul completo controllo sulla città, a cui è stata fatta immediatamente fatto seguire la smentita dello stato maggiore ucraino, secondo il quale i combattimenti in città invece “continuano”.

Non c’era bisogno di questa conferma, per quanto clamorosa, di come l’intero sistema informativo sia diventato un docile e servile strumento di propaganda del regime nazionalista ucraino e della NATO, al punto di cancellare la realtà fa a pugni con la propria verità. Un tempo questa era una delle prerogative delle dittature, ora lo è diventata di quella che chiamano “democrazia”.

Giovanni Fantozzi

Giovanni Fantozzi
Giovanni Fantozzi
Giovanni Fantozzi, giornalista e storico. Si occupa della storia modenese e in particolare del periodo della Seconda Guerra Mondiale e del Dopoguerra. Tra le sue pubblicazioni:
Vittime..   Continua >>


Ozonoterapia 2
Articoli Correlati
Ucraina, l'estremismo guerrafondaio che non ascolta il Papa
Cronache Pandemiche
20 Marzo 2024 - 21:43
Bandiera bianca
Le Vignette di Paride
10 Marzo 2024 - 22:43

Whatsapp
Cronache Pandemiche - Articoli Recenti
Ucraina, l'estremismo guerrafondaio ..
L'esternazione di Macron ha perlomeno avuto il merito di fare cadere l’ultimo velo ..
20 Marzo 2024 - 21:43
Ecco perchè l'immagine di Navalny ..
L’apoteosi del finto moralismo che nasconde gli abissi d’immoralità delle odierne ..
18 Febbraio 2024 - 10:20
E ora i mastini della guerra abbaiano..
Intanto l’Ucraina, ormai giunta al secondo inverno di guerra, viene sempre più ..
30 Gennaio 2024 - 19:52
Conflitto Israele-Palestina: qual è ..
Se voleva vendicarsi, si può dire che Netanyhau abbia ampiamente centrato il suo scopo. Ma ..
17 Novembre 2023 - 20:10
Cronache Pandemiche - Articoli più letti
Ucraina: dal mito filo-nazista di ..
Nel dicembre del 2018 la Rada ucraina ha proclamato festa nazionale il giorno della nascita ..
19 Marzo 2022 - 08:00
Zelensky applaudito in Italia... Ma ..
Israele è stato l’unico paese occidentale con stretti rapporti con gli USA che non ha ..
24 Marzo 2022 - 12:26
Guerra in Ucraina, le parole della ..
Le esternazioni della Merkel confermano indirettamente che USA, UE e NATO lavoravano in modo..
20 Dicembre 2022 - 12:56