Mivebo
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Mivebo
rubricheIl Galeotto

L' uso della fascia tricolore al presidio di protesta arcobaleno: è tutto ok?

La Pressa
Logo LaPressa.it

Il Ministero ne prevede l'uso da parte di altri esponenti dell'amministrazione, oltre il sindaco, solo in particolari eventi ufficiali ed istituzionali


L' uso della fascia tricolore al presidio di protesta arcobaleno: è tutto ok?

’L'uso della fascia tricolore, anche per delega dello stesso sindaco, da parte di altri soggetti, seppur incardinati nell’Amministrazione comunale o facenti parte di Organismi o Enti a cui partecipino gli Enti locali con propri rappresentanti, non appare in linea con il dettato normativo'

Rileggiamo la disposizione ministeriale sull'uso della fascia tricolore quando ancora sono fresche le immagini dell'assessore comunale Baracchi che indossa la fascia tricolore e con mascherina multicolore come l'arcobaleno, partecipa attivamente intervenendo alla manifestazione organizzata dall'Arcigay per contestare l'affossamento, con voto segreto, in Senato della Legge Zan. Una manifestazione alla quale l'uso della fascia tricolore apparirebbe quantomeno forzato, stando alle disposizioni ministeriali.

Nella circolare 5/98 pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 270 del 18.11.1998 si sono fornite indicazioni in ordine al corretto utilizzo della fascia tricolore da parte del sindaco. In essa viene evidenziato il carattere sostanziale dell’intervento normativo (ora, art.


50, comma 12, del decreto legislativo n. 267/00), con il quale è stato espressamente disposto che «distintivo del sindaco è la fascia tricolore con lo stemma della Repubblica e lo stemma del comune» e che “nell’uso corrente si è affermata la consuetudine che il sindaco indossi la fascia in tutte le occasioni ufficiali, in qualunque veste intervenga”.

La disciplina del suo uso è legata, dunque, alla natura delle funzioni sindacali che sono di capo dell’Amministrazione comunale e di ufficiale di Governo.
Allorquando il sindaco sia assente o impedito temporaneamente ai sensi dell’art. 53, c. 2, del T.U.O.E.L., spetta solo al vice sindaco fregiarsene.

Restano validi gli utilizzi stabiliti da esplicite previsioni normative, come quella di cui all’articolo 70 del d.P.R. n. 396, del 3 novembre 2000 ove, in ragione della particolarità delle funzioni espletate, si prevede che “l’ufficiale dello stato civile, nel celebrare il matrimonio, deve indossare la fascia tricolore…”.

Ricapitolando uso in occasioni ufficiali ed istituzionali da parte del sindaco di un suo delegato, prioritariamente il vicesindaco, o per cerimonie particolari come i matrimoni.

Insomma in una manifestazione di protesta a carattere 'politico' pare proprio che la fascia tricolore non ci potesse e dovesse stare, anche perché è la stessa circolare a ricordare che, alla luce della legge costituzionale n. 3 del 18 ottobre 2001, è previsto che nel caso un esponente del governo cittadino volesse esprimere con segni distintivi la propria presenza e la propria funzione di rappresentanza avrebbe a disposizione altri mezzi, senza ricorrere all'utilizzo della fascia tricolore.

'Sussiste oggi ampia possibilità per le autonomie locali di disciplinare, con normazione regolamentare, l’utilizzo dei propri segni distintivi, anche a scopo di rappresentanza, senza così ricorrere all’impiego di un simbolo, quale la fascia tricolore, attinente nello specifico al capo dell’amministrazione ed allo svolgimento delle proprie funzioni in conformità alle indicazioni di legge'

Quantomeno, stando alle disposizioni ministeriali, l'assessore ha indossato in maniera opportuna la fascia, sulla spalla destra e con il colore verde del tricolore più vicino al collo.

Gi.Ga.


Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
Email
 

Articoli Correlati
'Fascia tricolore alla manifestazione Ddl Zan, va bene così?'
Politica
08 Novembre 2021 - 17:06- Visite:907

Il Galeotto - Articoli Recenti
Vaccini: il Comune lancia la ..
Sul sito siamosolonoi la promozione della vaccinazione con l'invito a spettacoli nell'hub ..
08 Ottobre 2021 - 19:04- Visite:679
Green pass, obbligatorio per i ..
L'ennesimo elemento di caos nell'applicazione. Necessario per entrare nei locali ma non per ..
09 Agosto 2021 - 15:55- Visite:1276
Like a star: il tour di Bonaccini ..
Sagre, feste di paese e dell'Unità, anche nella terra di Zaia. Tra applausi e file per ..
08 Agosto 2021 - 11:47- Visite:829
Il Galeotto - Articoli più letti
Minniti, Renzi e Richetti: ecco gli ..
Ultima giornata di lavoro della Conferenza programmatica del Pd
30 Ottobre 2017 - 23:00- Visite:12660
I Promessi Consip
Renzi e la Musti. E l'Ultimo uomo mascherato a fare da innominato
17 Settembre 2017 - 00:07- Visite:12645
Pessime notizie
'L’annuncio dell'apertura della Pressa rappresenta una pessima notizia... No mi sono ..
23 Aprile 2017 - 08:55- Visite:12387
Bonaccini, collezione-estate
Un bel selfie di Stefano Bonaccini con il potentissimo Gianni Prandi
26 Luglio 2017 - 10:31- Visite:12342