Iscriviti al canale Telegram de La Pressa
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
notiziarioLa Nera

'Bibbiano, per Foti chi non accettava suo metodo era collaborazionista dei pedofili'

La Pressa
Logo LaPressa.it

Le pressioni sul Cismai e le intercettazioni sul caso Veleno: 'In Consiglio comunale a Modena hanno fatto un casino micidiale'. Pubblichiamo anche il video dell'ottobre 2018 a Bibbiano (patrocinato sempre da Regione Emilia Romagna e Ausl) nel quale Foti descrive in prima persona il suo 'metodo'


Guarda i nostri video in anteprima, Iscriviti al nostro canale YouTube !


Continua la lettura da parte de La Pressa dell'ordinanza del Gip sull'inchiesta Angeli e Demoni. Siamo oggi alla nona puntata e torniamo sulla figura centrale di Claudio Foti. A integrazione di questa puntata pubblichiamo il video dell'ottobre 2018 a Bibbiano (patrocinato sempre da Regione Emilia Romagna e Ausl) nel quale Foti descrive in prima persona il suo 'metodo' per 'Rinascere dal trauma'.

Il Gip afferma che l'atteggiamento di Foti si desume anche dalla 'saccente presunzione, priva di qualsiasi deviazione dal dubbio incrollabile di essere dalla parte della ragione, con la quale commenta durissimamente la inchiesta giornalistica 'Veleno' (sui presunti casi di pedofilia nella Bassa), addirittura si è appreso che sul sito dell'Hansel e Gretel e su quello di Rompere il silenzio fu organizzata una pubblica raccolta firme rispetto a un articolo scritto da Foti sugli approcci negazionisti dell'inchiesta giornalistica e la ritrattazione degli abusi da parte dei bambini veniva descritta come una sorta di fisologica conseguenza delle paure provate dalle vittime rispetto agli autori del reato.
In altri termini chiunque mettesse in dubbio la correttezza del suo metodo era 'negazionista', quindi in qualche misura un 'collaborazionista dei pedofili''.

A riguardo il Gip trascrive anche una intercettazione del 14 novembre 2018 tra Foti e l'indagato Monopoli: obiettivo dei due difendersi dalle accuse che stanno montando circa le false accuse di violenze subite dai minori a partire dal caso Veleno (ricordiamo a riguardo cosa affermava ancora il 15 dicembre 2018 l'ex sindaco di Mirandola Luigi Costi in Commissione del Consiglio Unione Area Nord) facendo pressioni sul Cismai (il Coordinamento Italiano dei Servizi contro il Maltrattamento e l'Abuso all'Infanzia).

Monopoli: 'Ho parlato con la presidente dell'ordine regionale e che adesso parlerà... perchè adesso si incontra anche con la Garante per via di tutta questa fanghiglia che sta partendo... Su Mirandola perchè ieri sera sono andati in Consiglio comunale a Modena, hanno fatto proprio un casino micidiale... Noi pensavamo di fare un comunicato congiunto, insomma una presa di posizione così... Ma il Cismai non può fare un cazzo di presa di posizione secondo te?'
Foti: 'Beh che lo possa fare è certo, che lo voglia fare non so'.
Monopoli: 'Perchè io parlare con la Gloria (Soavi, presidente del Cismai) apposta non mi caga mica, non so chi potrebbe chiederglielo alla Gloria. Sto pensando...'. 
Foti: 'Io posso chiederglielo ma non conto niente come ben sai'.
Monopoli: 'Eh no infatti non è che avevo tante speranze in te, non per svalutare te ma conoscendo la Gloria... Su chi si può far leva del Cismai perchè se no è veramente un massacro totale'.

E ancora:

Monopoli: 'Ti chiedevo se non possiamo fare una attività un po' più coinvolgente anche di altri perchè sennò...'
Foti: 'Oppure parliamo di una lettera aperta che circola. Ci sono due possibilità: una è di scrivere al Cismai da parte di 7-8 persone del direttivo di Rompere il silenzio al limite di qualcun altro che non è del direttivo se lo troviamo... La seconda iniziativa è promuovere noi una raccolta firme... A sostegno della sentenza. Sarebbe utile fare entrambe le cose: una raccolta di firme e una pressione sul Cismai'.

Giuseppe Leonelli









Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, s..   Continua >>


 
 
 
 

Mivebo

La Nera - Articoli Recenti
Vignola, 48enne arrestato per spaccio
L'uomo verso le 19 circa, è stato sottoposto a controllo e, a seguito di perquisizione, ..
25 Settembre 2022 - 16:46
Limidi di Soliera, dramma al seggio: ..
Il primo elettore presentatosi al seggio questa mattina alle 7 è stato colto da malore ..
25 Settembre 2022 - 15:21
Caso Saman, legale del padre: 'Quelle..
'Abbiamo il brogliaccio di una trascrizione di un'intercettazione telefonica relativa a due ..
24 Settembre 2022 - 19:12
Giovane molestata alla fermata del ..
E' successo alla stazione delle autocorriere. L'autore, dopo le molestie verbali, aveva ..
24 Settembre 2022 - 12:10
La Nera - Articoli più letti
L'orrore di Reggio: bambini affidati ..
Dall'inchiesta condotta dai Carabinieri emerge una realtà inquietante, da film horror. Due ..
28 Giugno 2019 - 09:33
Orrore Bibbiano, la Bolognini e gli ..
Ed ecco il video integrale del convegno, patrocinato dalla Regione, 'Quando la notte abita ..
29 Luglio 2019 - 07:00
Bibbiano, minore usata come 'cavia' ..
La lettura della ordinanza del Gip. Il caso della ragazza che mai risulta essere stata ..
04 Agosto 2019 - 15:14
Da Pavullo a Sassuolo, partorisce in ..
E' successo nella notte, protagonista una donna residente nell'alto Frignano. Dopo il ..
18 Febbraio 2018 - 22:39