La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram
rubrichePressa Tube

L'appello dei lavoratori in super e ipermercati: 'Siamo in prima linea, aiutiamoci'

La Pressa
Logo LaPressa.it

Intervista a Laura Petrillo segretario provinciale Filcams CGIL: 'Alle imprese chiediamo di proteggerci, ai cittadini il rispetto che noi garantiamo, e alle istituzioni di chiarire la vendita non alimentare. Il fine settimana può essere un problema'


'Dopo le richieste delle scorse settimane le catene della grande distribuzione stanno predisponendo strumenti e condizioni di sicurezza per il personale che lavora nei supermercati e negli ipermercati, ma siamo comunque in ritardo. Fino ad ora chi voleva indossare la mascherina poteva farlo, ma procurarsela autonomanente e a spese proprie. Solo in queste ore, e dopo le nostre richieste, stanno per essere installate in diversi punti vendita le barriere di plexiglass alle casse, per proteggere ulteriormente operatori e clienti. Dispositivi che servono, insieme al rispetto delle distanze di sicurezza tra i clienti e gli operatori, a proteggere tutti. E questo è un concetto che deve essere chiaro. La sicurezza di chi lavora è la sicurezza di tutti. Per questo facciamo appello alle grandi catene distributrici affinché pongano in essere, anche se non obbligatorie da decreto o dall'ispettorato del lavoro o dall'Ausl, tutte le misure possibili per la sicurezza, così come facciamo appello alla responsabilità e ad una sempre maggiore consapevolezza dei cittadini, affinché rispettino le misure adottate e soprattutto a non considerare il supermercato, soprattutto quando è iper, come luogo in cui intrattenersi e di aggregazione'

Sono le parole di Laura Petrillo, segretaria generale Filcams/CGIL di Modena. A lei il compito di rappresentare, nella provincia di Modena, le istanze, i diritti ed i doveri dei lavoratori, che insieme a quelli nella sanità, sono tra quelli certamente in prima linea nell'emergenza coronavirus. Per garantire un servizio, quello della vendita di generi alimentari, che rimane fondamentale, garantito da decreto. 'Lavoratori - specifica Laura Petrillo - che stanno dimostrando una grande responsabilità, consapevoli dell'importanza del servizio che stanno svolgendo in un periodo di grande difficoltà. Molto spesso legato anche alla necessità di fare combaciare le esigenze del proprio lavoro con quelle famigliari, in un momento in cui la chiusura delle scuole ha stravolto la gestione quotidiana'  

Con Laura Petrillo abbiamo fatto il punto sul lavoro nelle strutture di vendita medio-grandi della provincia di Modena (nelle prossime ore raccoglieremo e pubblicheremo le testimonianze di lavoratori in grandi strutture di vendita di Modena e provincia), che dopo la chiusura, per decreto, di bar e ristoranti e punti di ristoro, diventano di fatto gli unici punti di riferimento per la spesa. Un elemento che aumenta i rischi e le difficoltà. Da un lato in termini di assembramento per l'approvvigionamento delle merci, assolutamente da evitare visto che i rifornimenti sono garantiti con continuità, e dall'altro legati al fatto che i supermercati siano considerati ed utilizzati come luoghi in cui, unendo le esigenze di fare la spesa, fare anche una passeggiata ed intrattenersi. Traformandoli in luoghi di aggregazione.
'Su questo fronte il rischio - sottolinea Laura Petrillo - è ancora più evidente e assolutamente da scongiurare, nello specifico degli ipermercati dei centri commerciali nel fine settimana. Il decreto impone la chiusura dei punti vendita non alimentari, ma non chiarisce cosa devono fare gli ipermercati che, all'interno di centri commerciali dove le gallerie sono chiuse, possono rimanere aperti pur vendendo anche merce non alimentare. Non mi risulta che anche domenica scorsa fossero messe delle transenne per impedire l'acquisto di generi non alimentari. Ma il problema oltre a questo è duplice. Da un lato si rischia di operare una concorrenza sleale nei confronti dei negozi delle gallerie obbligati alla chiusura. Non è giusto che io possa acquistare dentro un ipermercato un telefonino che un negozio della galleria non può vendermi perché chiuso. Dall'altro questo produrrebbe l'effetto che con il decreto si intende scongiurare, ovvero quello dell'assembramento. Nel fine settimana, con tutti i negozi ed i ristoranti chiusi, la consapevolezza per una famiglia di potere andare all'ipermercato come unico luogo aperto per fare la spesa e magari comprare anche un oggetto elettronico come è sempre stato fuori dall'emergenza, potrebbe trasformare l'ipermercato in luogo di svago e aggregazione, cosa assolutamente da evitare.

Da qui un appello alle istituzioni affinché sia chiarito questo aspetto perché senza dispositivi specifici su questo punto nel fine settimana si potrebbero registrare molti problemi'

Gianni Galeotti


Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
 

Articoli Correlati
Morti nelle Rsa per Covid, in Emilia Romagna dati peggiori d'Italia
Societa'
19 Aprile 2020 - 18:05- Visite:122270
Modena in zona rossa: cosa prevede la bozza del decreto
Societa'
07 Marzo 2020 - 21:45- Visite:67767
La pandemia globale di Coronavirus? Simulata nel 2019
Oltre Modena
03 Marzo 2020 - 09:43- Visite:67179
Il Sulpl risponde: Posso accompagnare mia moglie a fare la spesa?
Societa'
17 Marzo 2020 - 11:24- Visite:51201
Coronavirus, scuole tutte chiuse in Emilia Romagna per altri 8 giorni
Societa'
29 Febbraio 2020 - 08:00- Visite:47727
Coronavirus, Venturi: basta cazzeggio o state a casa o vi fermiamo noi
Societa'
16 Marzo 2020 - 18:32- Visite:44046
Pressa Tube - Articoli Recenti
Trasporto scolastico, per ora caos ..
Anche questa mattina, merito soprattutto degli ingressi scaglionati, situazione tranquilla ..
15 Settembre 2020 - 09:30- Visite:83
'Al Barozzi situazione inaccettabile...
Il capogruppo comunale di Forza Italia Piergiulio Giacobazzi, presente alla manifestazione ..
14 Settembre 2020 - 17:12- Visite:249
Modena, consumi giù per 800 milioni ..
Confcommercio Modena lancia una piattaforma per un plafond di consulenza: 'A rischio ..
14 Settembre 2020 - 16:37- Visite:262
Scuola e Covid: ecco cosa i genitori ..
L'intervento di Stefano Zona, infettivologo della Pediatria di Comunità dell'Ausl di ..
12 Settembre 2020 - 10:22- Visite:753


Pressa Tube - Articoli più letti


'Lo Ius Soli sarà per noi il primo ..
Lo ha ribadito il Ministro Lorenzin nell'esordio modenese della sua campagna elettorale: ..
01 Febbraio 2018 - 01:00- Visite:43279
Coronavirus, allerta rossa a Carpi. ..
L'ordinanza è motivata dal fatto che la situazione a Carpi «ha delle peculiarità rispetto..
25 Febbraio 2020 - 14:33- Visite:25108
Edicola La Rotonda, l'appello del ..
Petizione per Domenico Di Maiolo, 'Sono disperato, introiti crollati da quando Conad vende i..
01 Novembre 2017 - 19:22- Visite:20945
'Coronavirus, quarantena oltre ..
Il noto psichiatra avverte: 'All'inizio la gente cantava sui terrazzi, ora è al limite ..
17 Aprile 2020 - 10:46- Visite:20498