Whatsapp
Ozonoterapia 1
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Italpizza
articoliIl Punto

Muzzarelli lascia il 'trono' nel modo peggiore: attacco rabbioso a Mezzetti

La Pressa
Logo LaPressa.it

Da domani la corte del re Giancarlo correrà a servire il nuovo capo, Massimo. Nessuno si ricorderà delle frasi spese per incensare il sindaco uscente, il timore che egli provocava nell'animo dei pavidi comprimari del suo regno si scioglierà e nulla resterà della sua gloria


Guarda i nostri video in anteprima, Iscriviti al nostro canale YouTube !
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

'Non metterti fra il drago e la sua rabbia'. Sono queste le parole che William Shakespeare fa pronunciare a Re Lear nell'atto dell'abdicare al trono.
E giovedì sera, pur con una iperbole al contrario, il sindaco di Modena Giancarlo Muzzarelli ha mostrato in assemblea Pd tutta la sua rabbia. Lo ha detto, del resto, il sindaco uscente: 'sono arrabbiato'. Una rabbia indirizzata al Pd, reo di aver rinunciato al percorso partecipativo e tradito la fiducia degli otto aspiranti candidati alle primarie, una rabbia indirizzata nei confronti del suo successore Massimo Mezzetti, accusato di non avere la tessera Pd ma solo quella dell'Anpi, una rabbia nei confronti della arrendevolezza della generazioni dei 40enni colpevoli di essersi già messi a disposizione del nuovo re Massimo, una rabbia nei confronti dell'alter ego che lo ha sconfitto, Bonaccini ('è evidente che c’è qualcuno che le primarie non le voleva, ma abbiamo perso l’occasione per dare un segnale forte come partito').

Ecco, in fin  dei conti, nell'ascoltare il discorso di Muzzarelli (video sopra), il motivo di cotanto furore ha una sola spiegazione. E' la frustrazione di chi vede sfuggirgli dalle mani il potere, di chi vede scomparire il trono e si vede cadere la corona dalla testa. E' la ribellione estrema di chi sa che deve cedere il passo e non vuole farlo. 
Da domani la corte del re Giancarlo correrà a servire il nuovo capo, Massimo. Nessuno si ricorderà delle frasi spese per incensare il sindaco uscente, il timore che egli provocava nell'animo dei pavidi comprimari del suo regno si scioglierà e nulla resterà della sua gloria. E' questo il secondo tempo al quale Muzzarelli è destinato, fors'anche senza garanzie di futuro politico, o se garanzie ne ha avute, si tratta comunque di cariche di secondo piano. Da comprimario.

E allora dopo aver accettato la recita del passaggio di testimone, dopo aver giocato la carta dell'eleganza politica con tanto di foto sul tavolo con tovaglia della nonna annessa, il sindaco uscente davanti alla assemblea Pd non è riuscito a trattenersi e, stracciato il discorso che aveva preparato (qui integrale), ha improvvisato e, andando a braccio, ha mostrato il volto della sconfitta. Nessun canto del cigno nell'uscita di scena, ma solo il furore di chi non si rassegna a lasciare la strada al suo successore, al quale, certo, dice di voler dare 'non una ma tre mani', ma senza dire per far cosa... Il furore di chi evoca il diluvio dopo di sè, come se il futuro del mondo dipendesse dalla sua presenza, dal suo essere garante eterno. Un successore peraltro più preparato, più colto, mediaticamente più empatico. E non importa se nel suo attacco furente compromette il percorso del futuro sindaco, se ne adombra le qualità e se getta una luce opaca su un'intera area politica, la sua. La politica non c'entra più, resta solo il drago e la sua rabbia.
Giuseppe Leonelli

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

Mivebo

Whatsapp
Il Punto - Articoli Recenti
Voto a Modena, corrente di Samorì ..
Resta il bivio tra civico e politico. Nel secondo caso a essere chiamato a sfidare Mezzetti ..
08 Febbraio 2024 - 20:12
Voto Modena, centrodestra in ritardo:..
Un candidato politico (Negrini, Rossini o Giacobazzi) avrebbe quantomeno il pregio di ..
06 Febbraio 2024 - 21:00
Primarie Pd Carpi: la solidità di ..
Starà ai carpigiani scegliere: la solidità della formica o la simpatia della cicala
28 Gennaio 2024 - 12:06
Modena, così Muzzarelli lascia a ..
Modena non è più, ammesso lo sia stata, città green, smart, accogliente, organizzata, ..
27 Gennaio 2024 - 13:33
Il Punto - Articoli più letti
Ferocia green pass, ora vivere in ..
Se regole irrazionali che nulla hanno a che vedere con la pandemia (che pur esiste sia ..
03 Febbraio 2022 - 07:40
Follia super Green pass: ora per i ..
Gli under 50 pensano non è un problema loro, i vaccinati si sentono al sicuro e gli over 50..
13 Febbraio 2022 - 08:38
Orrore Green Pass: noi non ..
Noi proveremo per voi compassione e fastidio, pietà e nausea. Ma non vi perdoneremo. Come ..
26 Gennaio 2022 - 11:21
Sport vietato ai 12enni senza super ..
L'Italia del premier osannato come il cavaliere bianco in grado di evitare il default, lo ha..
23 Gennaio 2022 - 10:58