La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram
rubrichePressa Tube

'Sale slot fuori dal centro, nessun rischio mafie e disoccupazione'

La Pressa
Logo LaPressa.it

A Modena 24 sale da gioco su 29 dovranno delocalizzare. L'Assessore Bosi risponde a Confindustria: 'Gli spazi fuori dalla tangenziale ci sono'


'Nessun rischio di infiltrazione della criminalità organizzata conseguente alla delocalizzazione prevista per 24 delle 19 sale slot e vlt presenti a Modena. Gli spazi per delocalizzare ci sono, nelle zone industriali e nel perimetro esterno alle tangenziali. Lì queste attività potranno continuare ad operare legalmente e lontano da luoghi sensibili'. Ad affermarlo al nostro microfono l'Assessore comunale alle politiche per la legalità Andrea Bosi. Un commento che indirettamente rappresenta anche una replica al duro attacco di Confindustria dei giorni scorsi: 'Ancora una volta le normative delle istituzioni locali, quali la distanza minima dei luoghi sensibili della sale slot, portano all'espulsione del gioco legale rafforzando quello illegale in mano alla criminalita' organizzata'.

Un intervento duro quello di Confindustria Emilia-Romagna intervenuta nel merito della legge regionale contro la ludopatia, già applicata di fatto dal Comune di Modena, che impone alle sale slot e agli esercizi che gestiscono direttamente le cosiddette 'macchinette’, di chiudere o delocalizzare, entro un periodo di 6 mesi, prorogabili di 6, nel caso in cui si trovino ad una distanza non superiore ai 500 metri da luoghi sensibili (scuole, chiese, per esempio). Sulla base di queste indicazioni il Comune di Modena ha già stilato la scorsa primavera l'elenco degli sale attive obbligate a delocalizzare o chiudere. Circa 24 su 29 le sale dedicate al gioco d'azzardo sul territorio comunale che dovrebbero delocalizzare per non chiudere. Entro dicembre 2018. Scadenza prorogabile, in caso di particolare difficoltà, di altri sei mesi. 

Per Confindustria  sarebbe però il problema della mancanza di spazi in cui delocalizzare che obbligherebbe di fatto le aziende a chiudere, con ripercussioni negative sull’occupazione, e sul rischio di lasciare spazio alla criminalità organizzata che gestisce il gioco d’azzardo al di fuori della legalità. Rilievi respinti dall’Assessore comunale Bosi che difende e riafferma applicandoli i principi della legge regionale per mediare tra le esigenza delle imprese e la tutela della salute pubblica. Sarebbero poco più di un centinaio gli occupati oggi nelle sale dedicate esplicitamente al gioco d’azzardo che devono delocalizzare, ma per il comune gli spazi ci sono, e la possibilità di continuare ad operare, pur lontano da luoghi sensibili, ci sarebbe, garantendo così anche il lovello di occupazione delle sali modenesi.


Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
 

Articoli Correlati
Avviso pubblico, l'assessore Bosi nell'ufficio di presidenza
Societa'
24 Novembre 2019 - 11:45- Visite:1976
Stretta gioco d'azzardo a Modena, ma non alla polisportiva Corassori
Societa'
20 Dicembre 2019 - 10:58- Visite:1681
Sicurezza, ambiente e comitati: stasera in diretta da viale Gramsci su..
Politica
19 Ottobre 2017 - 18:36- Visite:1505
Slot e VLT: sono 7 le sale già chiuse dal Comune di Modena
Societa'
25 Marzo 2019 - 16:46- Visite:941
Erma Rtmo diserta l'incontro in Comune
Economia
02 Ottobre 2019 - 20:14- Visite:886
Pressa Tube - Articoli Recenti
Al via riConcordia, un progetto per ..
'Gettare le basi per il futuro di Concordia guardando oltre la fase della ricostruzione ..
24 Ottobre 2020 - 13:41- Visite:211
Modena: credito per innovare il ..
Da Fondazione di Modena, Banca Etica e CSV finanziamenti a tasso zero le organizzazioni di ..
22 Ottobre 2020 - 23:45- Visite:254
TG Caf: Bonus energia, libri e borse ..
Gli argomenti della seconda puntata di TG Caf, l'appuntamento settimanale di approfondimento..
22 Ottobre 2020 - 11:33- Visite:261
Calcio-serie C: Carpi, caduta contro ..
3-0 il risultato finale a Salò nella trasferta della sesta giornata. Le parole del mister ..
21 Ottobre 2020 - 18:47- Visite:198


Pressa Tube - Articoli più letti


'Lo Ius Soli sarà per noi il primo ..
Lo ha ribadito il Ministro Lorenzin nell'esordio modenese della sua campagna elettorale: ..
01 Febbraio 2018 - 01:00- Visite:43435
Coronavirus, allerta rossa a Carpi. ..
L'ordinanza è motivata dal fatto che la situazione a Carpi «ha delle peculiarità rispetto..
25 Febbraio 2020 - 14:33- Visite:25488
Edicola La Rotonda, l'appello del ..
Petizione per Domenico Di Maiolo, 'Sono disperato, introiti crollati da quando Conad vende i..
01 Novembre 2017 - 19:22- Visite:21105
'Coronavirus, quarantena oltre ..
Il noto psichiatra avverte: 'All'inizio la gente cantava sui terrazzi, ora è al limite ..
17 Aprile 2020 - 10:46- Visite:20675