Iscriviti al Canale YouTube de La Pressa
Aiutaci a mantenere gratuita La Pressa
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Iscriviti al Canale YouTube de La Pressa
rubrichePressa Tube

Via Tignale, il sindaco sbotta e apre allo stop ai garage interrati

La Pressa
Logo LaPressa.it

Ma nella riunione in via Viterbo, riservata ai soci della cooperativa Unicapi, il progetto che riguarda le loro case non viene dato



Fumata grigia, per non dire nera, al termine della riunione convocata ieri sera alla sala civica di via Viterbo a Modena. Chiesta al sindaco dagli 81 residenti del grande complesso costruito e gestito dalla cooperativa Unicapi di via Tignale del Garda. L'accesso è riservato solo ai soci della cooperativa. Cittadini e giornalisti obbligati a stare letteralmente alla finestra. Il grande complesso da 81 appartamenti di via Tignale è oggetto di un progetto di riqualificazione e di adeguamento antisismico che nella terza ed ultima fase prevederebbe la demolizione di 80 garage ora raso, il loro interramento sotto il palazzo e il contestuale uso per attività sociali comunali di un'area verde a parco che oggi si estende per l'intero complesso. Un aspetto, quello relativo all'interramento dei garage, al quale i residenti soci della cooperativa, si sono opposti fin da subito.


Tanti anziani vivono nel complesso e nessuno è pronto ad affrontare forse anni di lavori e di cantiere pesante, necessario per scavare e rimuovere migliaia di metri cubi sotto il palazzo. Senza considerare che i garage interrati risulterebbero più scomodi e meno sicuri rispetto a quelli attuali. Fin da subito, ovvero dal luglio 2020, quando il progetto, seppur sulla carta, iniziava ad essere reso noto, e pur nella volontà di procedere con l'adeguamento antisismico, i residenti, uniti, chiesero una alternativa di superficie per i garage. Ma il progetto da decine di migliaia di euro commissionato dal CDA della cooperativa presieduta da Loris Bertacchini è andato avanti con i garage interrati come unica soluzione. Trasformando una proposta in quella che i residenti hanno iniziato a percepire come una imposizione. Al punto da incaricare un avvocato per fare sentire la propria voce e tutelare i propri diritti nei confronti dei vertici della cooperativa e del comune, accusati di andare a braccetto nell'accordo su un progetto pagato dalla cooperativa stessa e di fatto imposto senza adeguato confronto: progetto che ieri sera, nonostante la rinnovata richiesta dei soci, non è stato consegnato. Vedere solo dalla slide sullo schermo non soddisfa più nessuno che cosa in linea di massima succederà una volta finiti i lavori non basta. I residenti chiedono garanzie sull'impatto enorme del cantiere, anzi vogliono evitare che si apra quello per l'interramento degli 80 garage. Al punto da porre la questione in maniera perentoria, attraverso il loro avvocato. Chiedono di avere il progetto (che non ancora esecutivo avrebbe comunque le caratteristiche di legge per la necessaria approvazione da parte del comune) e di confrontarsi, partendo da quello, su possibili soluzioni alternative rispetto al mantenimento dei garage a raso. Ma il progetto viene nuovamente negato. Nonostante la cooperativa lo abbia pagato, è ancora nelle mani del progettista. L'avvocato dei residenti lo ha chiesto formalmente con un accesso agli atti, ma ancora non gli è stato consegnato. Una situazione che in linea di principio, appare surreale per una cooperativa, dove i soci e parte vitale della cooperativa devono difendersi dalla cooperativa stessa, vista, nella propria dirigenza, come soggetto altro che 'anziché ascoltare i propri soci, non li ascolta'. 'Questa non è più la sinistra, questo non è più lo spirito di una cooperativa' - affermano diversi soci in sala.

La richiesta dei residenti, delusi dalla negata possibilità di avere il progetto, rimane per la maggioranza, una: no all'interramento dei garage (dai 14 ai 30 verrebbero impattati dalle scale esterne antisismiche), con richiesta di confronto, sul progetto, di ipotesi alternative a raso, anche nel momento in cui tale possibilità andrebbe forse ad incidere su una fila di alberi che adesso fanno da perimetro al parco.

Proposta colta dal sindaco che dopo due ore durante le quali, nonostante il luogo chiuso, non ha mai indossato la mascherina, promette un approfondimento sul tema dei garage e la consegna alla cooperativa di punti/suggerimenti sulla possibilità di ipotesi alternative. 'Il resto è tutta roba che deve andare avanti in automatico'.
Nel frattempo il quesito sul progetto e la richiesta del progetto stesso, tornerà giovedì sul tavolo del consiglio comunale di Modena con la risposta dell'assessore all'urbanistica Vandelli ieri sera protagonista, in apertura della riunione di un acceso battibecco sull'ordine dei lavori avuto con uno dei partecipanti

Gi.Ga.


Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
Email
 

Aiutaci a mantenere gratuita La Pressa
Articoli Correlati
'Vaccini, ecco il rapporto tra la Lorenzin e le case farmaceutiche'
Politica
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:189135
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 anni. Ieri aveva fatto la seconda ..
La Provincia
09 Settembre 2021 - 20:11- Visite:183103
Segretario Pd: ‘Votare Lega significa essere idioti’
Politica
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:109571
Ex primario Pronto soccorso Modena: 'Alle persone sane sconsiglio il ..
Politica
19 Giugno 2021 - 16:44- Visite:78349
Il Sulpl risponde: Posso accompagnare mia moglie a fare la spesa?
Societa'
17 Marzo 2020 - 11:24- Visite:71077
No al green pass, lavoratori uniti: 'Diciamo no al lasciapassare'
Pressa Tube
01 Ottobre 2021 - 21:13- Visite:66579

Pressa Tube - Articoli Recenti
Espansione polo Conad, progetto ..
I componenti del Comitato Villaggio Europa hanno illustrato ai residenti in una riunione ..
26 Novembre 2021 - 02:13- Visite:577
Fiom contro modello Ferrari: 'Che gap..
'È vero che Ferrari eroga un grande premio economico, ma comunque non sana le differenze ..
25 Novembre 2021 - 18:44- Visite:1104
'Controlli super Green Pass, forze ..
'Molto importante per ricucire la contrapposizione tra chi si vaccina e chi non si vaccina ..
25 Novembre 2021 - 12:15- Visite:781
Tumori collo-gola, la diagnosi ..
Giornata nazionale di prevenzione: 'Nel centro di riferimento del Policlinico di Modena ..
24 Novembre 2021 - 00:11- Visite:200
Pressa Tube - Articoli più letti
No al green pass, lavoratori uniti: ..
'L'articolo 1 della Costituzione oggi viene superato da un decreto che subordina il diritto ..
01 Ottobre 2021 - 21:13- Visite:66579
'Green Pass, traditi da Stato e ..
I lavoratori di CNH senza Green Pass, a cui è negata la mensa, hanno ricevuto la ..
23 Settembre 2021 - 13:17- Visite:61713
'Lo Ius Soli sarà per noi il primo ..
Lo ha ribadito il Ministro Lorenzin nell'esordio modenese della sua campagna elettorale: ..
01 Febbraio 2018 - 01:00- Visite:44934
'No Green Pass, gli autotrasportatori..
'Le critiche al green pass possono essere mosse da ciascuno, ma farne una battaglia di ..
25 Settembre 2021 - 12:14- Visite:31434