I nostri lettori sono i tuoi futuri clienti
I nostri lettori sono i tuoi futuri clienti
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
I nostri lettori sono i tuoi futuri clienti
rubricheSenza Memoria

Il passato 'no global' del direttore Frieri

La Pressa
Logo LaPressa.it

Nel 2003 era Capogruppo di Rifondazione e 'imbrattava' (impunito), i marciapiedi. Oggi guadagna 130mila euro come massimo dirigente in Regione


Il passato 'no global' del direttore Frieri

Dal 2010, sotto la presidenza di Stefano Bonaccini, è direttore generale del servizio risorse, Europa, innovazione ed istituzioni della Regione Emilia Romagna. E' a capo di una struttura dirigenziale composta da 18 persone ed il suo stipendio è di 130 mila euro all'anno, al netto di un eventuale maggiorazione del 5% legata al risultato. Spulciando nel nostro archivio lo ritroviamo, 13 anni fa, nel 2003, immortalato davanti alla stazione ferroviaria di Modena. Francesco Frieri sta partecipando ad una manifestazione dei cosiddetti 'disobbedienti' contro i treni della guerra, in segno di protesta contro la guerra in Iraq. In quell'anno Frieri è capogruppo di Rifondazione Comunista in Consiglio comunale, e viene immortalato dall'obiettivo de 'Il Resto del Carlino' a verniciare (o come riportato dal quotidiano ad 'imbrattare'), con vernice bianca che riporta il simbolo (ormai dimenticato), del pacifismo mondiale, il piazzale antistante la stazione.


Mentre all'interno i compagni disobbedienti occupano 'pacificamente' i binari (sì, proprio così occupano i binari).

Sale l'indignazione di alcuni cittadini e delle forze politiche di opposizione che vedono dei rappresentanti politici e delle delle istituzioni locali (nella foto, insieme a Frieri con secchio di vernice, con il pennello in mano c'è Beniamino Grandi, allora segretario cittadino del partito di rifondazione comunista), in un atto del genere. Indignazione che cresce nel non notare nessun agente  intervenire per interrompere la loro azione.

La manifestazione si concluse senza scontri e disordini anche se si registrarono enormi ritardi nei treni ed interruzioni di servizi pubblici. Ma lo scempio della scritte a pennello e spray sparse sui muri della stazione rimasero, almeno per qualche giorno. Perché a cancellare subito le scritte 'disobbedienti' ci pensò allora (come oggi), l'inossidabile Ercole Toni, dell'associazione Vivere Sicuri. Lui, che negli anni seguenti continuò con il suo straordinario impegno civile volontario a cancellare e rimuovere dai muri migliaia di scritte dissacranti od offensive, è rimasto presidente dell'associazione. Frieri, che quelle scritte le aveva tracciate, venne nominato l'anno successivo, il 2004, nella prima giunta Pighi, assessore al Bilancio del Comune di Modena. E dal 2009, al termine dell'esperienza in Comune, iniziò una carriera politica ed istituzionale strepitosa, a livello regionale, dove oggi, grazie all'avvallo del concittadino e presidente Stefano Bonaccini, ricopre uno dei ruoli tecnici più prestigiosi e meglio pagati della Regione Emilia Romagna.

Gianni Galeotti



Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
Email
 

I nostri lettori sono i tuoi futuri clienti

Senza Memoria - Articoli Recenti
Modena, il grande progetto fallito ..
L'impianto doveva produrre riscaldamento al pari di 10.000 caldaie, compensando le emissioni..
21 Gennaio 2021 - 23:55- Visite:4645
Trasporto scolastico, quando il ..
Fino al 2019, la giunta Muzzarelli dava un contributo ai nomadi che non utilizzando i bus ..
28 Agosto 2020 - 12:10- Visite:1661
Bomporto, cento anni fa nasceva ..
Bandiera del Modena Calcio, è il giocatore col maggior numero di presenze. Sue 17 stagioni ..
07 Aprile 2020 - 19:53- Visite:4574
Mutilazioni genitali femminili: la ..
Il 6 febbraio era la giornata mondiale contro le mutilazioni genitali. A Modena il tema, ..
09 Febbraio 2020 - 08:34- Visite:1772
Senza Memoria - Articoli più letti
Lo scalo Merci: da Modena a Marzaglia..
L'infrastruttura ferma da dieci anni ha bloccato lo sviluppo e la ricucitura dell'asse ovest..
06 Agosto 2017 - 00:35- Visite:13901
Ex diurno e Piazza Mazzini: dopo 16 ..
Bonaccini lo annunciò nel 2001, più di un milione di euro senza risultati
27 Aprile 2017 - 06:45- Visite:12719
Il giorno in cui il PD disse si ad ..
Era il 2 aprile 2012. In Consiglio comunale, al documento che diede il via libera a 533 ..
25 Settembre 2017 - 02:55- Visite:12233
Parco Ferrari, ritorna il tema della ..
L'occasione del concerto di Vasco è un modo per rispolverare il progetto del Wwf che ..
03 Maggio 2017 - 18:34- Visite:12176