I nostri lettori sono i tuoi futuri clienti
I nostri lettori sono i tuoi futuri clienti
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
I nostri lettori sono i tuoi futuri clienti
rubricheSenza Memoria

Profughi

Data: / Categoria: Senza Memoria
Autore:
La Pressa
Logo LaPressa.it

Quando Muzzarelli escludeva la Bassa terremotata


Profughi

'Con i sindaci abbiamo fatto il punto della situazione dal quale è emerso che nel territorio modenese e nella città di Modena in particolare siamo al limite delle possibilità di accoglienza. Il territorio modenese è al limite soprattutto se teniamo conto, come i recenti dati confermano, che nel modenese abbiamo compiuto uno sforzo maggiore rispetto ad altre realtà del paese, alle quali tocca adesso fare la propria parte. In ogni caso confermiamo che i territori attualmente compresi nel cratere del terremoto continueranno a non essere coinvolti dai percorsi di accoglienza'.

Lo diceva Gian Carlo Muzzarelli, Presidente della Provincia, Sindaco di Modena e Presidente della Conferenza territoriale sociale e sanitaria della provincia di Modena nel corso delle riunione della Conferenza sanitaria provinciale di mercoledì 27 luglio 2016, nella quale si era discusso anche dell'accoglienza dei profughi nel territorio modenese.


Parole che venivano pronunciate quando i profughi richiedenti asilo presenti sul territorio provinciale erano 1000. Ovvero molto meno di quegli oltre 1500 che la Prefettura prevede per il 2017, da accogliere in provincia di Modena, 200 dei quali destinati nei comuni del cratere sismico. Si, proprio quel territorio che Muzzarelli aveva garantito (poco più di sei mesi fa), avrebbe continuato ad essere escluso dalla ripartizione, propria in vista di nuovi arrivi. Che oggi si sono concretizzati.

In quella sede, il 27 luglio appunto, Muzzarelli aveva annunciato anche l'invio di una lettera all'allora ministro dell'Intero Alfano per sollecitare un 'maggiore equilibrio nella distribuzione dei profughi'.  Invito condiviso anche da Giuliana Urbelli, assessore alle Politiche sociali del Comune di Modena, che chiese 'una revisione delle modalità delle politiche dell'accoglienza applicate dal ministero che continuano a essere basate su una logica dell'emergenza da superare perché - diceva - fatica a rispondere alle necessità dei territori', e Daniela Depietri, assessore al Sociale del Comune di Carpi, che sottolineò la necessità di «un riequilibrio anche in regione dove ci sono realtà come Forli, Cesena e Rimini che sono ampiamente sotto la soglia del numero di profughi accolti».

Parole che sembrano lontane anni luce rispetto alla situazione, e soprattutto alle previsioni, attuali; previsioni in base alle quali i profughi destinati alla provincia di Modena aumenteranno del 50%, passando a più di 1500. E in base alle quali circa 200 saranno destinati nei comuni della bassa. Allora è automatico chiedersi: in sei mesi che cosa è cambiato nelle zone terremotato per annullare i presupposti che motivavano Muzzarelli a dire che i territori all'interno del cratere sismico potevano essere esclusi dalla ripartizione? Territori che ancora vivono nell'emergenza, dove migliaia di persone non possono ancora entrare nelle loro case, dove oggi sono le forze politiche e le comunità a chiedere l'intervento il coinvolgimento e le garanzie alla Provincia di Modena; Ente che da quel 27 luglio 2016, in cui il Presidente Muzzarelli assunse e ribadì ufficialmente l'impegno ed il coinvolgimento della Provincia stessa nella questione profughi garantendo i comuni terremotati dall'essere coinvolti, non ha diffuso, sulla questione, nemmeno un comunicato stampa. Anche solo per dare seguito e per spiegare la posizione dell'ente, per riferire almeno sull'esito dell'appello lanciato dal Presidente Muzzarelli al Ministro, e per onorare quelle funzioni di coordinamento e di relazione con gli enti locali che Muzzarelli ribadiva nei fatti e nell'impegno 7 mesi fa ma che ora, a fronte di un'emergenza sempre più evidente e alle richieste di intervento da parte dei territori, sembra, paradossalmente, essere venuto meno. Anzi, sparito, annientato dall'annuncio della Prefettura che in quei territori arriveranno almeno 216, circa la metà della quota di profughi in più da accogliere in provincia di Modena nel 2017 rispetto al 2016.



Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Gianni Galeotti
Gianni Galeotti

Nato a Modena nel 1969, svolge la professione di giornalista dal 1995. E’ stato direttore di Telemodena, giornalista radiofonico (Modena Radio City, corrispondente Radio 24) e consi..   Continua >>


 
Email
 

I nostri lettori sono i tuoi futuri clienti
Articoli Correlati
Coop Alleanza 3.0 fulcro della crisi del Sistema. E Muzzarelli trema
Il Punto
13 Gennaio 2019 - 08:41- Visite:64712
'Festa Unità: è il vuoto totale, a Modena non esiste centrosinistra'
Parola d'Autore
31 Agosto 2018 - 11:38- Visite:46931
Censura Lorenzin: 'Il Sindaco blocchi la proiezione del film Vaxxed'
Politica
14 Febbraio 2018 - 17:23- Visite:43736
Modena: cena, balli, assembramenti e disco-party col sindaco in pieno ..
Il Punto
13 Settembre 2021 - 16:00- Visite:22227
AeC, la moglie di Muzzarelli nel collegio dei revisori
Quelli di Prima
01 Gennaio 2014 - 20:45- Visite:22102
Velox Modena, 130 multe al giorno. Ma quello strumento è difettoso
Il Punto
16 Novembre 2021 - 22:51- Visite:20294

Senza Memoria - Articoli Recenti
Modena, il grande progetto fallito ..
L'impianto doveva produrre riscaldamento al pari di 10.000 caldaie, compensando le emissioni..
21 Gennaio 2021 - 23:55- Visite:4654
Trasporto scolastico, quando il ..
Fino al 2019, la giunta Muzzarelli dava un contributo ai nomadi che non utilizzando i bus ..
28 Agosto 2020 - 12:10- Visite:1662
Bomporto, cento anni fa nasceva ..
Bandiera del Modena Calcio, è il giocatore col maggior numero di presenze. Sue 17 stagioni ..
07 Aprile 2020 - 19:53- Visite:4574
Mutilazioni genitali femminili: la ..
Il 6 febbraio era la giornata mondiale contro le mutilazioni genitali. A Modena il tema, ..
09 Febbraio 2020 - 08:34- Visite:1773
Senza Memoria - Articoli più letti
Lo scalo Merci: da Modena a Marzaglia..
L'infrastruttura ferma da dieci anni ha bloccato lo sviluppo e la ricucitura dell'asse ovest..
06 Agosto 2017 - 00:35- Visite:13903
Ex diurno e Piazza Mazzini: dopo 16 ..
Bonaccini lo annunciò nel 2001, più di un milione di euro senza risultati
27 Aprile 2017 - 06:45- Visite:12721
Il giorno in cui il PD disse si ad ..
Era il 2 aprile 2012. In Consiglio comunale, al documento che diede il via libera a 533 ..
25 Settembre 2017 - 02:55- Visite:12234
Parco Ferrari, ritorna il tema della ..
L'occasione del concerto di Vasco è un modo per rispolverare il progetto del Wwf che ..
03 Maggio 2017 - 18:34- Visite:12178