La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram
rubricheSenza Memoria

Trasporto scolastico, quando il Comune pagava la benzina ai nomadi

La Pressa
Logo LaPressa.it

Fino al 2019, la giunta Muzzarelli dava un contributo ai nomadi che non utilizzando i bus portavano in auto i figli. Oggi estenderà il contributo?


Trasporto scolastico, quando il Comune pagava la benzina ai nomadi
La giunta comunale di Modena, fino al 2019, ovvero nel primo mandato Muzzarelli, continuò a garantire alle famiglie nomadi che portavano a scuola autonomamente i loro figli con mezzi propri, un contributo di €. 1,60 per i servizi educativi 0-6 anni, per ogni giorno di effettiva frequenza, e € 3,60 per le scuole primarie e secondarie di primo grado, in ragione della maggiore distanza dagli insediamenti (campi nomadi). 

Il presupposto di questo contributo è quello che già aveva motivato la giunta Pighi, nel 2009, ad introdurlo: l'integrazione scolastica dei minori nomadi. Che, in soldoni, si traduceva in questo: visto che la scuola è oggettivamente uno dei maggiori veicoli e strumenti di integrazione, e visto che è molto difficile, se non in molti casi impossibile, convincere le famiglie nomadi a mandare i loro figli a scuola, le si incentiva pagando loro la benzina per portarli con mezzi propri vista la 'scomodità' o l'indisponibilità del trasporto pubblico.  

Un elemento, quest'ultimo, relativo alla difficoltà dell'utilizzo del trasporto pubblico o alla mancata copertura del servizio rispetto alle esigenze, che in ultima analisi potrebbe essere mututato, anche se provocatoriamente visti i contesti differenti da cui sorgono le difficoltà, ai tempi attuali. Anche perché l'ipotesi di agevolare un servizio privato, anche nella logica delle pool-car, si scontrerebbe, al di la delle astruse ipotesi di modificare l'interpretazione del significato del termine congiunto, con le stesse norme di sicurezza che impediscono di sfruttare la piena disponibilità di posti sul trasporto pubblico.

Gli scorsi anni il provvedimento ha fatto scattare la critica di chi, in linea di principio, più che per le cifre in ballo (circa 11.000 euro), aveva contestato il privilegio concesso ai nomadi rispetto alle famiglia che non lo sono e per le quali, nonostante l'indicatore Isee, non esistevano delle misure di sostegno che contemplassero direttamente il rimborso per il trasporto diretto del proprio figlio a scuola. Cosa che invece era prevista per le circa 69 famiglie  residenti nei campi nomadi del comune. 

Certo è che se la misura specifica di contributo per l'utilizzo del mezzo privato nel percorso casa scuola, fosse rinnovata e prevista solo per i nomadi, assumerebbe maggiormente la forma di ciò che in tempi 'non di emergenza' era parsa ai più. Un privilegio, se non una discriminazione all'incontrario, verso una determinata minoranza sulla base di una distinzione sociale che, proprio in termini di una reale integrazione, sempre più non avrebbe ragione di esistere

Gi.Ga. 

Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
 

Articoli Correlati
Caro sindaco, lei lo sapeva? E ora risponda alla domanda!
Il Punto
14 Giugno 2017 - 22:25- Visite:11773
Polizia insegue vettura con due zingari: tamponamenti e fuga del ..
La Nera
17 Ottobre 2017 - 16:55- Visite:11275
Ruba collana da 250 euro, denunciata una nomade
La Provincia
16 Ottobre 2017 - 12:43- Visite:11249
Benzina sul fuoco
Il Galeotto
27 Maggio 2017 - 22:07- Visite:10855
Campo nomadi abusivo covo di bande criminali, Muzzarelli: 'Non sapevo ..
Il Punto
14 Giugno 2017 - 15:20- Visite:10604
Due validi motivi
Le Vignette di Paride
20 Giugno 2017 - 11:57- Visite:10390
Senza Memoria - Articoli Recenti
Bomporto, cento anni fa nasceva ..
Bandiera del Modena Calcio, è il giocatore col maggior numero di presenze. Sue 17 stagioni ..
07 Aprile 2020 - 19:53- Visite:3788
Mutilazioni genitali femminili: la ..
Il 6 febbraio era la giornata mondiale contro le mutilazioni genitali. A Modena il tema, ..
09 Febbraio 2020 - 08:34- Visite:1164
Il 3 febbraio del 1998 la strage del ..
Venti morti, di sei paesi europei, a causa di un volo fuori legge: troppo basso, troppo ..
03 Febbraio 2020 - 13:28- Visite:1203


Senza Memoria - Articoli più letti


Lo scalo Merci: da Modena a Marzaglia..
L'infrastruttura ferma da dieci anni ha bloccato lo sviluppo e la ricucitura dell'asse ovest..
06 Agosto 2017 - 00:35- Visite:12768
Ex diurno e Piazza Mazzini: dopo 16 ..
Bonaccini lo annunciò nel 2001, più di un milione di euro senza risultati
27 Aprile 2017 - 06:45- Visite:11852
Il giorno in cui il PD disse si ad ..
Era il 2 aprile 2012. In Consiglio comunale, al documento che diede il via libera a 533 ..
25 Settembre 2017 - 02:55- Visite:11662
Parco Ferrari, ritorna il tema della ..
L'occasione del concerto di Vasco è un modo per rispolverare il progetto del Wwf che ..
03 Maggio 2017 - 18:34- Visite:11653