5 modi per migliorare l’efficienza energetica della tua casa
Ozonoterapia 2
Radio Birikina
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Ozonoterapia 2
rubricheSpazio alle Imprese

5 modi per migliorare l’efficienza energetica della tua casa

La Pressa
Logo LaPressa.it

Una casa efficiente dal punto di vista energetico evita un consumo eccessivo di fonti di luce, calore e raffreddamento


5 modi per migliorare l’efficienza energetica della tua casa
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

Una casa efficiente dal punto di vista energetico evita un consumo eccessivo di fonti di luce, calore e raffreddamento – alleggerendo le bollette e l’impatto sull’ambiente. Anche se la vostra abitazione ha qualche anno sulle spalle e non è stata progettata secondo i moderni criteri ecologici ed energetici, ci sono diverse cose che potete fare per renderla più efficiente, dagli interventi strutturali ai più semplici trucchi di economia domestica quotidiana.
Vediamo, per esempio, 5 modi per aumentare l’efficienza energetica in casa.

Isolamento termico adeguato

Isolare termicamente il “perimetro” delle abitazioni – costituito da muri, pavimento e soffitto – è la prima azione per risparmiare gas ed elettricità per scaldare o, al contrario, rinfrescare gli ambienti. Si tratta, perlopiù, di interventi da effettuare in fase di costruzione e/o di ristrutturazione degli edifici e appartamenti, ma qualcosa si può fare anche in un momento successivo.


Innanzitutto, per quanto riguarda i muri esterni, si può decidere, a livello condominiale, l'applicazione di un cosiddetto cappotto termico: uno strato di pannelli isolanti, capace di proteggere da vento, freddo e intemperie.
A livello di singole unità immobiliari – quando già abitate – è anche possibile realizzare un cappotto interno, che – pur riducendo leggermente lo spazio a disposizione – consente di risparmiare sul riscaldamento e sul raffreddamento degli ambienti e, in più, isola dai rumori.
Interventi più strutturali prevedono, invece, l’inserimento all’interno di pareti, soffitti e pavimenti, di uno strato abbondante di materiali isolanti, ad esempio: lana di roccia, fibra di vetro, schiuma di poliuretano.
Ancora, per evitare dispersioni di calore e infiltrazioni d’aria – che determinano un significativo abbassamento della temperatura interna e, di conseguenza, la necessità di alzare il termostato – occorre sigillare adeguatamente tutte le fessure e le crepe eventualmente presenti.


Con pochi euro, è poi possibile acquistare dei semplici pannelli termoriflettenti (con superficie di alluminio e interno in polietilene o altro materiale isolante) – da posizionare, in inverno, dietro gli elementi dei caloriferi per catturare al massimo il calore emanato.

Importanza delle finestre

Una voce importante quando si parla di isolamento termico è rappresentata dalle finestre. Specialmente per chi vive in un immobile un po’ datato, le finestre possono essere dei ladri silenziosi di energia. Perché, magari, non chiudono perfettamente e lasciano “scappar via” il calore durante i mesi freddi; o, al contrario, fanno penetrare troppe radiazioni solari (e quindi caldo!) durante l’estate, aumentando l’impiego di ventilatori e condizionatori d’aria.
Di sicuro, le finestre alte, tipiche delle vecchie costruzioni, rendono la casa più esposta agli agenti atmosferici; è anche vero, d’altra parte, che finestre ampie permettono un maggiore sfruttamento della luce naturale, riducendo così il tempo di accensione dei lampadari. Quindi non è detto che le finestre ad apertura ridotta siano sempre più convenienti delle vecchie finestre grandi.
L’ideale è cercare di isolare il più possibile gli infissi con l’installazione di doppi vetri, quando possibile, e con l’applicazione di guarnizioni efficienti.
Un rimedio molto basico e facile – nell’attesa, magari, di poter sostituire i vetri – consiste nell’uso dei classici paraspifferi, che sono realizzabili anche con scampoli di stoffa imbottiti di ovatta.

Utilizzo di tapparelle isolanti

Strettamente “imparentate” con le finestre sono le tapparelle o serrande: una particolarità del modo di abitare del nostro Paese, visto che non in tutta Europa sono utilizzate.
Le tapparelle isolanti possono fare molto per il risparmio energetico casalingo!

Funzionamento delle tapparelle isolanti

Le cosiddette tapparelle isolanti come le Duero di Zanzatap sono composte, generalmente, di lamelle di alluminio, legno o PVC, e riempite all’interno con uno strato di materiale isolante (di solito, schiuma di poliuretano). Il materiale isolante permette di mantenere costante la temperatura delle stanze, aumentando la sensazione di calore in inverno e riducendo il surriscaldamento in estate. Se il problema è rappresentato soprattutto dal caldo eccessivo durante la bella stagione, meglio optare per serrande in alluminio o altro materiale riflettente, cioè, che respingono i raggi del sole.
Le tapparelle isolanti, infine, garantiscono anche più privacy e una maggiore sicurezza rispetto al rischio di effrazione.
Se per il momento non potete permettervi l’acquisto di tapparelle isolanti e dovete accontentarti di un modello tradizionale, ecco un vecchio trucco per risparmiare energia: in inverno, abbassatele completamente (chiudendo anche i buchetti) dopo il tramonto; e fate lo stesso nelle ore più calde delle giornate estive.

Installazione di termostati intelligenti

Una delle prime raccomandazioni per risparmiare sul riscaldamento delle abitazioni è quella di impostare i termostati su temperature non altissime – preferibilmente non superiori ai 19 gradi – e sfruttare il potere calorifico di un maglione pesante!
In più, esistono oggi dei termostati intelligenti, che consentono di modulare il calore in casa su parametri diversi a seconda dei diversi giorni della settimana. Alcuni di questi, addirittura, permettono di impostare temperature diverse nelle varie stanze (a seconda, magari, di quanto e come gli abitanti le utilizzano durante la giornata; oppure sulla base della loro diversa esposizione al sole). Inoltre, possono essere controllati anche da remoto mediante delle apposite app.

Sfruttamento dell’energia solare

Se la vostra abitazione è dotata anche solo di un balconcino, considerate l’idea di installare dei pannelli solari e/o fotovoltaici. I primi sfruttano la luce del sole per riscaldare gli ambienti interni o l’acqua sanitaria. I fotovoltaici convertono le radiazioni solari in energia elettrica grazie a un dispositivo chiamato inverter. Entrambe le tipologie di pannelli vi assicureranno una bolletta più leggera.
Anche senza un sistema solare/fotovoltaico, si può sfruttare intelligentemente l’illuminazione solare – soprattutto durante i mesi freddi – per svolgere le attività quotidiane senza servirsi della luce elettrica.

Illuminazione a LED ad alta efficienza

Anche se l’investimento iniziale può sembrare gravoso, sostituire tutte le lampadine tradizionali presenti in casa con luci a LED ad alta efficienza vi aiuterà, già nel medio periodo, a ridurre l’esborso per le bollette dell’elettricità. Rispetto alle vecchie lampadine a incandescenza, i LED trasformano in luce quasi tutta l’energia elettrica che li alimenta, senza disperderla nella produzione di calore. Inoltre, hanno una maggiore longevità.

Conclusioni

Riepilogando, ecco di seguito i 5 punti essenziali per un corretto efficientamento energetico della vostra dimora:
· Isolare pareti, soffitti e pavimenti; assicurarsi che non ci siano infiltrazioni di correnti d’aria da porte, infissi e eventuali fessurazioni. Se possibile 'rafforzare” le finestre con vetri-camera;
· Acquistare tapparelle isolanti oppure sfruttare al meglio le serrande tradizionali per limitare la dispersione del calore in inverno e l’ingresso delle radiazioni solari in estate;
· Impostare il termostato su una temperatura massima di 19° C. Acquistare, se possibile, un termostato smart;
· Installare pannelli solari o fotovoltaici. Sfruttare al massimo l’energia solare per illuminare le abitazioni in inverno;
· Sostituire le lampadine a incandescenza con moderne luci a LED.
Adottando almeno qualcuna di queste strategie, ridurrete spese e sprechi e aumenterete il comfort dentro casa.

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

Radio Birikina

Whatsapp
Spazio alle Imprese - Articoli Recenti
L’ipoacusia in Italia, i dati: quante persone soffrono di perdita dell’udito?
In generale, l’ipoacusia colpisce indipendentemente dall’età
10 Giugno 2024 - 16:55
Quali sono i fiori più belli da regalare alla persona che si ama
I fiori sono una delle forme più antiche e universali di espressione romantica
10 Giugno 2024 - 10:34
Compro oro fraudolenti: come essere sicuri nella vendita di oro e gioielli usati
Il settore della compravendita di oro e metalli preziosi usati è soggetto a una rigida ..
07 Giugno 2024 - 13:42
Quanti siti web esistono? Il numero è sorprendente
Se il sito creato da Tim Berners-Lee è stato il primo al mondo, non ci sono voluti molti ..
06 Giugno 2024 - 23:14
Spazio alle Imprese - Articoli più letti
Roadhouse Restaurant: apre nuovo locale a Rovereto, in Trentino
Nei primi otto mesi?dell'anno sono stati?14 i nuovi ristoranti aperti dal gruppo Cremonini
18 Settembre 2019 - 17:09
Azienda agricola Cavazzuti, tradizione e cura per produrre eccellenza
Prima tappa del nostro viaggio che insieme a Confagricoltura Modena ci porterà in dieci ..
12 Aprile 2018 - 10:40
Quali sono gli psicologi più richiesti?
Un professionista di questo tipo deve formarsi in maniera praticamente costante, in modo da ..
16 Giugno 2023 - 06:00
Azienda agricola Giovanni Solmi, storia e futuro della ciliegia IGP
Quarta tappa del nostro viaggio nel mondo delle aziende Confagricoltura Modena, eccellenze ..
24 Luglio 2018 - 00:20