Reggio film festival, i vincitori: 'Fortissimo' fa il pieno di premi
Mivebo
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Mivebo
articoliChe Cultura

Reggio film festival, i vincitori: 'Fortissimo' fa il pieno di premi

La Pressa
Logo LaPressa.it

Partecipatissima serata di festa al Cinema Teatro San Prospero di Reggio Emilia


Reggio film festival, i vincitori: 'Fortissimo' fa il pieno di premi
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

Una partecipatissima serata di festa al Cinema Teatro San Prospero di Reggio Emilia ha sigillato, ieri sera, la ventiduesima edizione del Reggio Film Festival, ricca di proposte per Alessandro Scillitani e per lo staff da lui diretto.
La Giuria internazionale del Reggio Film Festival 2023 (composta dal drammaturgo, sceneggiatore e regista Emanuele Aldrovandi, dalla direttrice, illustratrice e giornalista Giulietta Fara e dalla regista, scrittrice e sceneggiatrice Cinzia Bomoll) ha assegnato il Premio al miglior cortometraggio a Dog Apartment di Priit Tender «per come, attraverso una animazione a passo uno magistrale, il film riesce a raccontare la solitudine di un singolo e di un intero paese in modo originale e con diversi piani di lettura, in modo non didascalico».
Menzione speciale a Wireless di José Puchades «per la qualità della recitazione e l’originalità della sceneggiatura».

La Giuria SNCCI Gruppo Emilia-Romagna/Marche, composta da Gianpiero Ariola, Paola Olivieri e Joana Fresu De Arzevedo dichiara vincitore il corto Solo un ensayo di Hugo Sanz Rodero con la seguente motivazione: «In un continuo contrasto tra silenzio e musica assordante, immobilismo contro un tempo che sembra scorrere troppo velocemente, il regista offre con il suo film “solo una prova” di come sopravvivere in un mondo fatto di violenza e prevaricazione che non può essere a misura di bambino e in cui le due protagoniste – con una prova attoriale incredibile data la loro giovane età – si trovano costrette a crescere troppo in fretta».
La menzione speciale va, invece, a Fortissimo di Victor Cesca «per aver coniugato piccole tensioni narrative e briosa ironia, con uno stile che attinge all’animazione e alle sitcom».

Il Premio Giuria Popolare, esito delle votazioni del pubblico presente in sala durante le proiezioni, va a Fortissimo di Victor Cesca, mentre il Premio speciale dello Staff del Reggio Film Festival a Gladiators di Maryam Rahimi.

Premio Sound, assegnato al cortometraggio che si distingue per un uso particolarmente originale ed espressivo del suono, sia esso musica, parola o rumore, a Fortissimo di Victor Cesca, mentre il Premio Laicità va a Brief Survey di Dava Whisenant «che, con ironia, riesce a rappresentare la pervasività della logica commerciale in ogni aspetto delle nostre vite. In quest’ottica i bisogni spirituali rappresentati dalle religioni diventano un prodotto commerciale che segue le regole del mercato e gli indici di gradimento, finalizzati solo ed esclusivamente al profitto».

Premio Alessandra Mizzi, assegnato da AIMA - Associazione Italiana Malattia di Alzheimer Reggio Emilia, a Café avec papa di Gabriel Di Pastena, «corto che meglio di altri è riuscito a incarnare e trasmettere il valore ed il senso del sostegno a persone fragili e ai loro familiari», Premio Chierici a Ivalu di Anders Walter, Premio FEDIC a Rise and shine di Alessandro Zonin, con menzione speciale a Gladiators di Maryam Rahimi, che si aggiudica anche il Premio Leonardo da Vinci.

Il Premio USAC - University Studies Abroad Consortium va a One hour only di Serena Corvaglia: «È stato scelto principalmente per due motivi: la qualità della realizzazione è alta. Tutto risulta 'vero' e 'verosimile', grazie all'armonia che c'è fra la recitazione degli attori, la sceneggiatura e i costumi. Il tema 'futuro' è trattato in maniera positiva; la sensazione che lascia questo corto è di speranza e tenerezza. Parlando di futuro è facile cadere nel pessimismo o nel distopico: questo corto è invece rivoluzionario nell'immaginare un futuro sereno e nell'immaginare che le tecnologie potranno essere integrate nella vita dell'uomo senza snaturarla».

Premio Unimore (deciso da una giuria composta da studenti del Dipartimento di Comunicazione ed Economia, Unimore) a PLSTC di Laen Sanches, Premio TEDX a Futuri Aprili di Enrico Bellenghi.

Proclamati anche i vincitori di Futuri, concorso pubblico aperto ai giovani videomaker promosso dal Comune di Reggio Emilia per l’ideazione e la produzione di un cortometraggio che porti a riflettere sul concetto di futuro.
Primo classificato Futuri Aprili di Enrico Bellenghi «per l’ottima realizzazione, la dimensione plurale, i linguaggi comunicativi diversi che si riflettono nella pluralità delle visioni dei ragazzi protagonisti».
Secondo posto a L'altro lato di Filippo Borghi e Lorenzo Paglia «per la riguardevole tecnica che attraverso un cambio di prospettiva ci aiuta e riflettere», terzo posto a Le rêve di Sibi Anne-Marie Ange e Krystof Iobstraibizer, premiato per essere «un invito a coltivare il proprio presente affinché il sogno di oggi sia la realtà di domani».
Menzione speciale a Segni del gruppo Youth For Future, in ragione dell’ottima qualità delle immagini, dell’espressività e della realizzazione.

«Non finisce qui» conclude Alessandro Scillitani «domenica 26 novembre, in occasione della Giornata internazionale per i diritti dell'infanzia e dell'adolescenza 2023, al Centro Internazionale Loris Malaguzzi di Reggio Emilia presenteremo molti cortometraggi d’autore della sezione Family. Vi aspettiamo!».

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 


Acof onoranze funebri
Che Cultura - Articoli Recenti
Da un secolo all'altro: il giornalismo raccontato da Cesare Pradella
Questa sera la presentazione a Carpi. Tante storie e tanti fatti, emozioni, ricordi, in una ..
07 Giugno 2024 - 12:48
Concentrico Festival Carpi: dal 7 al via la nona edizione
Il festival transdisciplinare, intergenerazionale e site-specific, che fino al 16 giugno ..
03 Giugno 2024 - 10:05
Vignola, sabato concerto degli Elettrotubi
Al Circolo Ribalta, dalle 21.30 un'originale lettura della musica techno
29 Maggio 2024 - 17:17
Benozzo e Zanoni inaugurano la stagione al Castello di Montecuccolo
Il concerto, a ingresso libero, è organizzato dall’Associazione Terra e Identità con il ..
26 Maggio 2024 - 11:59
Che Cultura - Articoli più letti
Gli italiani scoprirono che Muccioli incatenava drogati. E stavano con lui
Intervista a Paolo Severi, uno dei protagonisti di SanPa, il documentario di Netflix. ..
17 Gennaio 2021 - 18:17
Se la locomotiva di Guccini si schianta contro il muro della malafede
Guccini si scaglia contro l'opposizione brandendo l'arma più subdola, la bandiera di ..
27 Aprile 2020 - 10:59
Agamben: 'Dopo questi 2 anni metto in discussione la medicina stessa'
'Se non si ripensa da capo che cosa è progressivamente diventata la medicina non si potrà ..
04 Dicembre 2022 - 15:22
Quattro dolci tipici della cucina modenese
Il bensone, la bonissima, i tortelli fritti modenesi al savor e la torta Barozzi
01 Marzo 2021 - 17:51