La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram
articoliEconomia

Hera, scontro senza precedenti. Sindacati: 'Gravissimo imporre ferie'

La Pressa
Logo LaPressa.it

La multiutility ha imposto ai propri dipendenti l'utilizzo di ferie per far fronte alla emergenza Covid. Una scelta che Cgil, Cisl e Uil contestano a muso duro


Hera, scontro senza precedenti. Sindacati: 'Gravissimo imporre ferie'
Un atteggiamento 'di una gravità inaudita che non trova precedenti nelle storia delle relazioni sindacali di questa azienda e che segna una frattura gravissima con tutto il personale'. Questo era ciò che avevano contestato nei giorni scorsi i sindacati ad Hera per le modalità d'uso delle 'ferie forzate' nella fase di emergenza coronavirus. Hera infatti aveva 'rigettato' una 'mediazione' e venerdì scorso, nell'ultima riunione del comitato per il contrasto al virus negli ambienti di lavoro, l'utility era rimasta ferma sull'utilizzo di 'ferie non ancora maturate'.
E oggi Filctem e Fp per la Cgil, Femca, Reti e Fit per la Cisl, Uiltec e Uilrasporti per la Uil rincarano la dose.

'Diffidiamo formalmente l'azienda dal proseguire nell’applicazione unilaterale delle misure relative alla fruizione delle ferie, comandate a tutti i dipendenti di Hera spa e Società controllate o partecipate - scrivono in una lettera inviata a Giancarlo Campri della direzione centrale del personale Hera -. Con il DPCM 8.3.2020 il Governo ha incentivato datori di lavoro privati e pubblici della cosiddetta “zona rossa” “a promuovere la fruizione da parte dei lavoratori dipendenti dei periodi di congedo ordinario e ferie”, ferma restando la possibilità di adottare le modalità di lavoro in smartworking. La misura è stata estesa a tutto il territorio nazionale con successivo DPCM 11.3.2020, il quale ha espressamente “raccomandato” che: “a) sia attuato il massimo utilizzo da parte delle imprese di modalità di lavoro agile per le attività che possono essere svolte al proprio domicilio o in modalità a distanza; b) siano incentivate le ferie e i congedi retribuiti per i dipendenti nonché gli altri strumenti previsti dalla contrattazione collettiva; per tutte le attività non sospese si invita al massimo
utilizzo delle modalità di lavoro agile'. 

'Siamo consci del fatto che le ferie, normalmente, costituiscono un diritto dei lavoratori, il cui periodo di fruizione viene però individuato dal datore di lavoro (art. 2109 c.c.), nell’esercizio del suo potere di organizzazione, tenendo conto “delle esigenze dell’impresa e degli interessi del prestatore di lavoro”, quindi la determinazione unilaterale del periodo di godimento da parte del datore di lavoro risulta illegittima allorché non vi siano comprovate esigenze organizzative e aziendali, e non si tenga conto dell’interesse dei lavoratori. Le indicazioni contenute nei menzionati DPCM – al di là di ogni valutazione in merito al rapporto tra le fonti normative – non paiono stravolgere le disposizioni ordinarie, né tantomeno aver introdotto un potere unilaterale del datore di lavoro di collocare i dipendenti in ferie forzate. Dal dato letterale della decretazione d’emergenza, è evidente che il Governo si è limitato a “raccomandare” di “promuovere” e di “incentivare” le ferie, di talché non risulta previsto un diritto/potere di “imporre” unilateralmente la fruizione delle ferie. Di conseguenza, il ricorso all’istituto dovrà sempre essere gestito di comune accordo con il dipendente, al fine di evitarne un utilizzo improprio. In secondo luogo, nel DPCM 11.03.2020 l’impiego delle ferie risulta raccomandato in second’ordine rispetto al ricorso al lavoro agile (di cui si raccomanda “il massimo utilizzo”, con previsione rafforzata al successivo n. 10), ciò che confermerebbe la volontà di ricorrere all’istituto in via residuale, da impiegare quando gli altri mezzi a disposizione siano
insufficienti'.

'Di conseguenza, laddove l’attività dei dipendenti possa essere svolta in regime di smart working, la scelta di procedere ugualmente con l’imposizione delle ferie può ritenersi in contrasto con la ratio dei provvedimenti adottati e costituirne un abuso, finalizzato allo smaltimento delle ferie arretrate, per ridurre i costi aziendali, ovvero ad una pianificazione dell’attività aziendale che obblighi il personale ad una presenza massiccia in vista di un’auspicabile ripresa, ma a discapito degli interessi e delle esigenze dei lavoratori - chiudono i sindacati -.  Riteniamo pertanto che l’atto unilaterale messo in campo dalle società del Gruppo HERA sia assolutamente illegittimo, violi cogenti norme contrattuali e che l’atteggiamento dei vertici aziendali e della DCPO, assunto a partire dal 13 marzo 2020 e pervicacemente reiterato, sia scorretto e non trovi precedenti nelle storia delle relazioni sindacali di questa azienda fino ad oggi basate sul riconoscimento e l’esigibilità reciproca e delle fonti normative che regolano, anche giuridicamente, il diritto del lavoro'.

Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
 

Articoli Correlati
Morti nelle Rsa per Covid, in Emilia Romagna dati peggiori d'Italia
Societa'
19 Aprile 2020 - 18:05- Visite:122231
Coronavirus, muore operatrice sanitaria di 36 anni di Modena
Societa'
08 Aprile 2020 - 10:52- Visite:39237
Covid a Modena, 13 sanitari contagiati al Policlinico e a Baggiovara
Societa'
13 Marzo 2020 - 22:16- Visite:38273
'Terapia al plasma, perchè Emilia Romagna la vieta nei suoi ..
Societa'
07 Maggio 2020 - 22:13- Visite:31791
Case riposo provincia di Modena: i dati che certificano una apocalisse
Societa'
21 Aprile 2020 - 09:04- Visite:25219
Covid, ennesima ordinanza: Bonaccini chiude i supermercati la domenica
Societa'
21 Marzo 2020 - 15:13- Visite:22929
Economia - Articoli Recenti
Magazzino Coop Anzola, i lavoratori: ..
La lettera: 'Negli anni molti di noi hanno dato la loro salute per servire la Coop con onore..
11 Settembre 2020 - 19:03- Visite:1975
Modena, crolla l'export: -16,6% nel ..
In regione Modena è sempre seconda per valore assoluto di export con il 19,5% delle ..
11 Settembre 2020 - 12:54- Visite:408
Moratoria pagamenti: c'è l'accordo ..
Con un emendamento al Decreto Legge il Ministro si impegna a spostare al 30 ottobre la ..
11 Settembre 2020 - 12:28- Visite:174
Coop Alleanza 3.0, sabato 'dona ..
Il sostegno alla scuola continua fino al 25 novembre con l’iniziativa 'Coop per la scuola'..
10 Settembre 2020 - 12:55- Visite:396


Economia - Articoli più letti


Coop Alleanza 3.0 aggrappata alla ..
La Coop utilizza l’intero patrimonio dei soci più una parte del debito per investire in ..
15 Agosto 2018 - 10:36- Visite:61793
Coop Alleanza 3.0 fulcro della crisi ..
I conti in rosso e il dispetto rappresentato dal via libera ad Esselunga, Trc potrebbe non ..
13 Gennaio 2019 - 08:41- Visite:55533
Voragine nei conti Coop Alleanza 3.0:..
'Serve una risposta inequivocabile sulla sicurezza dei 3,6 miliardi dei 400.000 soci ..
01 Maggio 2019 - 08:38- Visite:31828
Bper, correntisti ex dipendenti ..
'Se Bper non manifestasse un reale interesse a mantenere le migliaia di correntisti tra ..
03 Dicembre 2019 - 17:52- Visite:31579