Acof onoranze funebri
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
articoliPolitica

'Cara Taverna, si vergogni: grazie a lei e al M5S si torna a Medioevo'

La Pressa
Logo LaPressa.it

Braccini, medico modenese: 'Non ci chieda di piangere morte dei nostri bambini. La piangiamo da oggi. La piangeremo domani. Impotenti davanti a questa politica'


'Cara Taverna, si vergogni: grazie a lei e al M5S si torna a Medioevo'

'Mi vergogno di essere rappresentata da lei e da chi pensa sia giusto non vaccinare. I nostri bambini non sono bestiame'. E' il succo di un lungo post su Facebook che da due giorni sta circolando sui social network, raccogliendo migliaia di reazioni e commenti positivi. A pubblicarlo un medico emiliano, Silvia Braccini, originaria di Parma ma in servizio a Modena, specialista in anestesia e rianimazione, con alcune missioni umanitarie alle spalle. Ad oggi il suo post, pubblicato la sera di mercoledì 8 agosto, ha raccolto oltre 3.986 reazioni, 1138 commenti (la maggior parte di sostegno, molti sono colleghi medici) e più di 3.500 condivisioni. Braccini punta il dito contro la senatrice M5s Paola Taverna, che nei giorni scorsi ha accostato i centri vaccinali ai luoghi di marchiatura degli animali.
'Cara senatrice Taverna- scrive il medico emiliano- sono estremamente delusa come italiana, come cittadina e come medico, da quello che ha detto in materia di vaccini. Ha reso questo paese non più libero, ma oppresso dall'ignoranza e dalla cecità'. Braccini cita 'i milioni di volontari sanitari' che ogni anno 'rischiano la vita in giro per il mondo per salvare migliaia di piccole vite da malattie che hanno decimato intere popolazioni. E noi, del mondo ricco e civile, torniamo indietro di mille anni contro ogni ragione - attacca la dottoressa - i nostri bambini non sono bestiame. Sono solo bambini a cui garantiamo un futuro'. E allora, lancia la provocazione Braccini, 'perchè non proibiamo anche tutte le altre scoperte scientifiche che hanno cambiato la sopravvivenza dell'uomo moderno e che hanno comunque possibili complicanze?'. L'elenco che fa il medico è lungo: chirurgie, vaccino anti-hpv, coronarografie, trombolisi, trasfusioni, antibiotici. 
'Spegniamo la luce, torniamo nel medioevo- sferza Braccini- ma non chieda poi a noi medici di fare miracoli che volete distruggere. Non ci chieda di piangere la morte dei nostri bambini. La piangiamo da oggi. La piangeremo domani. Impotenti davanti a una 'politica' che riduce a voti politici e tweet la scienza'. In poche parole, attacca il medico, 'mi vergogno onorevole. Mi vergogno profondamente. Mi vergogno di essere rappresentata da lei e chi pensa sia giusto non vaccinare. Mi vergogno di stare in un Paese in cui le decisioni sulla sanità e sicurezza pubblica vengono prese da persone non preparate sulla materia, non adeguate nemmeno lontanamente al parlarne pubblicamente e criticamente'. Braccini è un fiume in piena. 'Per un voto condannate il nostro Paese il ritorno delle malattie che avremmo dovuto debellare - attacca- condannate bambini al rischio di non poter crescere. Condannate noi a guardare il vostro irresponsabile scempio con responsabile impotenza'. Detta in altri termini, 'è un Paese ingiusto il nostro- insiste il medico- ma soprattutto è ingiusto che chi come lei, accompagnata da cattivi consigli e ignoranza dovuta al suo non essere competente in immunologia e malattie infettive, non sarà costretta a vedere un bambino morire di morbillo. Lei e i suoi colleghi politici amanti dei selfie, dei social, dei video mentre siete al lavoro, non li vedrete. E quando sarà il momento, darete la colpa qualcun altro'.

Braccini chiude il suo sfogo cosi': 'Dorma bene, senatrice. Lo faccia anche per me. E per tutti i miei colleghi a cui ha tolto il sonno, la speranza e la serenità. Vorrei avere la sua ostentata sicurezza. Vorrei poter credere ancora di poter fare il mio lavoro nel migliore dei modi in questo mio Paese che non riconosco più e di cui mi vergogno. Si ricordi sempre che il mio lavoro è un privilegio e dovrebbe esserlo anche il suo'. 
'Mi vergogno di essere rappresentata da lei e da chi pensa sia giusto non vaccinare. I nostri bambini non sono bestiame'. E' il succo di un lungo post su Facebook che da due giorni sta circolando sui social network, raccogliendo migliaia di reazioni e commenti positivi. A pubblicarlo un medico emiliano, Silvia Braccini, originaria di Parma ma in servizio a Modena, specialista in anestesia e rianimazione, con alcune missioni umanitarie alle spalle. Ad oggi il suo post, pubblicato la sera di mercoledì 8 agosto, ha raccolto oltre 3.986 reazioni, 1138 commenti (la maggior parte di sostegno, molti sono colleghi medici) e più di 3.500 condivisioni. Braccini punta il dito contro la senatrice M5s Paola Taverna, che nei giorni scorsi ha accostato i centri vaccinali ai luoghi di marchiatura degli animali.
'Cara senatrice Taverna- scrive il medico emiliano- sono estremamente delusa come italiana, come cittadina e come medico, da quello che ha detto in materia di vaccini. Ha reso questo paese non più libero, ma oppresso dall'ignoranza e dalla cecità'. Braccini cita 'i milioni di volontari sanitari' che ogni anno 'rischiano la vita in giro per il mondo per salvare migliaia di piccole vite da malattie che hanno decimato intere popolazioni. E noi, del mondo ricco e civile, torniamo indietro di mille anni contro ogni ragione - attacca la dottoressa - i nostri bambini non sono bestiame. Sono solo bambini a cui garantiamo un futuro'. E allora, lancia la provocazione Braccini, 'perchè non proibiamo anche tutte le altre scoperte scientifiche che hanno cambiato la sopravvivenza dell'uomo moderno e che hanno comunque possibili complicanze?'. L'elenco che fa il medico è lungo: chirurgie, vaccino anti-hpv, coronarografie, trombolisi, trasfusioni, antibiotici. 
'Spegniamo la luce, torniamo nel medioevo- sferza Braccini- ma non chieda poi a noi medici di fare miracoli che volete distruggere. Non ci chieda di piangere la morte dei nostri bambini. La piangiamo da oggi. La piangeremo domani. Impotenti davanti a una 'politica' che riduce a voti politici e tweet la scienza'. In poche parole, attacca il medico, 'mi vergogno onorevole. Mi vergogno profondamente. Mi vergogno di essere rappresentata da lei e chi pensa sia giusto non vaccinare. Mi vergogno di stare in un Paese in cui le decisioni sulla sanità e sicurezza pubblica vengono prese da persone non preparate sulla materia, non adeguate nemmeno lontanamente al parlarne pubblicamente e criticamente'. Braccini è un fiume in piena. 'Per un voto condannate il nostro Paese il ritorno delle malattie che avremmo dovuto debellare - attacca- condannate bambini al rischio di non poter crescere. Condannate noi a guardare il vostro irresponsabile scempio con responsabile impotenza'. Detta in altri termini, 'è un Paese ingiusto il nostro- insiste il medico- ma soprattutto è ingiusto che chi come lei, accompagnata da cattivi consigli e ignoranza dovuta al suo non essere competente in immunologia e malattie infettive, non sarà costretta a vedere un bambino morire di morbillo. Lei e i suoi colleghi politici amanti dei selfie, dei social, dei video mentre siete al lavoro, non li vedrete. E quando sarà il momento, darete la colpa qualcun altro'.

Braccini chiude il suo sfogo cosi': 'Dorma bene, senatrice. Lo faccia anche per me. E per tutti i miei colleghi a cui ha tolto il sonno, la speranza e la serenità. Vorrei avere la sua ostentata sicurezza. Vorrei poter credere ancora di poter fare il mio lavoro nel migliore dei modi in questo mio Paese che non riconosco più e di cui mi vergogno. Si ricordi sempre che il mio lavoro è un privilegio e dovrebbe esserlo anche il suo'. 



Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, s..   Continua >>


 
 
 
 

Acof onoranze funebri

Politica - Articoli Recenti
Sassuolo deroga alla ordinanza ..
Il sindaco: 'Bollette energetiche quadruplicate rispetto al passato, giusto poter usare ..
04 Ottobre 2022 - 16:12
'Modena, così Dogali viene ..
Rossini (Fdi): 'Nonostante tali interventi la piscina è chiusa e la sostenibilità ..
04 Ottobre 2022 - 12:43
Riappare Gianfranco Fini e parla bene..
L'ex leader di An assicura: 'La Fiamma non c’entra col fascismo. Noi abbiamo chiuso i ..
04 Ottobre 2022 - 12:20
'Aborti in consultorio, non ..
Intervento di Valentina Castaldini: 'La circolare che introduce nei centri la RU486 è di ..
04 Ottobre 2022 - 11:57
Politica - Articoli più letti
Ferocia green pass, ora vivere in ..
Se regole irrazionali che nulla hanno a che vedere con la pandemia (che pur esiste sia ..
03 Febbraio 2022 - 07:40
Follia super Green pass: ora per i ..
Gli under 50 pensano non è un problema loro, i vaccinati si sentono al sicuro e gli over 50..
13 Febbraio 2022 - 08:38
Orrore Green Pass: noi non ..
Noi proveremo per voi compassione e fastidio, pietà e nausea. Ma non vi perdoneremo. Come ..
26 Gennaio 2022 - 11:21
Sport vietato ai 12enni senza super ..
L'Italia del premier osannato come il cavaliere bianco in grado di evitare il default, lo ha..
23 Gennaio 2022 - 10:58