Studio Aurora - Cerca la casa dei tuoi sogni
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Studio Aurora - Cerca la casa dei tuoi sogni
articoliPolitica

Si a nucleare, no a sbarchi clandestini

Data: / Categoria: Politica
Autore:
La Pressa
Logo LaPressa.it

Forza Italia presenta a Bologna programma e candidati in Emilia-Romagna


Si a nucleare, no a sbarchi clandestini
Politiche energetiche basate su 'un limite continentale al prezzo del gas' per contrastare il caro bollette e sul 'sì' ad 'un ritorno al nucleare pulito e di quarta generazione', una stretta sull'immigrazione, con l'idea di 'stringere accordi sui rimpatri e bloccare le partenze' e, ovviamente, guerra dichiarata al reddito di cittadinanza e a qualsiasi aumento delle tasse. Questo, in sintesi, il programma elettorale di Forza Italia, che oggi a Bologna ha presentato i propri candidati emiliano-romagnoli alle elezioni politiche del 25 settembre. All'iniziativa hanno partecipato Enrico Aimi, senatore e coordinatore regionale del partito, la vicecoordinatrice nazionale Anna Maria Bernini, il senatore Antonio Barboni e i deputati Valentino Valentini e Gloria Saccani. E proprio Aimi definisce i candidati forzisti 'donne e uomini di altissimo profilo morale e professionale, gente che sa risolvere anche i problemi più complessi'.

Nel corso dell'incontro, spiega l'esponente berlusconiano, 'si sono toccati tutti i temi che Forza Italia da anni ha nella propria agenda e che ribadirà anche in questa campagna elettorale, in primis quello legato all'emergenza energetica'.

Sul punto, Aimi afferma senza mezzi termini che 'la nostra cura è l'unica veramente efficace per risolvere il problema dell'aumento delle bollette: limite continentale al prezzo del gas, bacini di stoccaggio comuni europei, rigassificatori, termovalorizzatori, trivellazioni nel mar Adriatico ed eliminazione degli oneri fiscali sulla bolletta'. Oltre a questo, chiosa, 'crediamo fortemente anche nel ritorno al nucleare pulito e di quarta generazione, magari a fissione e con centrali sotterranee'. 

Non mancano naturalmente, da parte di Aimi, gli attacchi alla 'sinistra', additata come 'responsabile di questa crisi'.

Ma il senatore forzista ne ha anche per il Movimento 5 stelle, quando afferma che 'noi rifiutiamo la decrescita felice e le altre teorie bislacche di chi crede che uno valga sempre uno, di chi preferisce dare uno stipendio a qualcuno per farlo stare sul sofà invece che aiutarlo a trovare un lavoro, di chi ha detto no alla Tav, no al Tap e a tutto quello che potrebbe portare l'Italia a giocare nel mondo in un ruolo da protagonista'. Il coordinatore emiliano-romagnolo di Fi rilancia anche un altro cavallo di battaglia del centrodestra berlusconiano, vale a dire l'accusa alla sinistra, in primis al Partito democratico, di essere il 'partito delle tasse'. 'A sinistra- sostiene infatti Aimi- c'è una passione spasmodica per le tasse: non c'è occasione in cui non parlino di patrimoniale, di tassa di successione e di mettere le mani nelle tasche degli italiani'. E con l'arrivo di Enrico Letta, insiste il senatore forzista, il Pd 'si è trasformato in un grande partito radicale di massa, più intenti ad occuparsi di cannabis, immigrazione e ius scholae che dei problemi veri degli italiani, a partire da quelli del lavoro'. Insomma, secondo Aimi 'per colpa loro siamo tornati indietro di almeno un decennio, anche sulla questione sbarchi: nel 2010, con il Governo Berlusconi, arrivarono 4.100 irregolari in un anno, oggi le stesse persone arrivano in un weekend lungo di mare calmo, e questo è insostenibile'. Ecco perché, conclude, 'dobbiamo stringere accordi sui rimpatri e fare in modo di bloccare le partenze'.




Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, s..   Continua >>


 
 
 
 


Politica - Articoli Recenti
Ravenna, Bonaccini: 'I portuali sono ..
'I rigassificatori servono nella fase di transizione verso l'uso delle rinnovabili'
01 Febbraio 2023 - 19:26
New deal in Provincia: Braglia non lo..
Muzzarelli per la prima volta da quando è stato eletto sindaco dovrà dialogare con un ..
01 Febbraio 2023 - 15:43
Sanità emiliana: dal Governo 207 ..
'Ci attendiamo un'assunzione di responsabilità sul piano finanziario da parte del Governo, ..
01 Febbraio 2023 - 13:54
Nuova stangata per Hera, il Tar ..
I giudici ritengono che si sia proceduto 'senza tenere conto della possibilità che altre ..
01 Febbraio 2023 - 13:44
Politica - Articoli più letti
Ferocia green pass, ora vivere in ..
Se regole irrazionali che nulla hanno a che vedere con la pandemia (che pur esiste sia ..
03 Febbraio 2022 - 07:40
Follia super Green pass: ora per i ..
Gli under 50 pensano non è un problema loro, i vaccinati si sentono al sicuro e gli over 50..
13 Febbraio 2022 - 08:38
Orrore Green Pass: noi non ..
Noi proveremo per voi compassione e fastidio, pietà e nausea. Ma non vi perdoneremo. Come ..
26 Gennaio 2022 - 11:21
Sport vietato ai 12enni senza super ..
L'Italia del premier osannato come il cavaliere bianco in grado di evitare il default, lo ha..
23 Gennaio 2022 - 10:58