La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram
articoliPolitica

Prodi: 'Con un candidato civico Salvini avrebbe vinto, il PD cambi'

La Pressa
Logo LaPressa.it

L'analisi del Professore: 'Salvini ha sbagliato in strategia e slogan, il Partito Democratico deve rinnovarsi. Senza questo la vittoria non conta nulla'


Prodi: 'Con un candidato civico Salvini avrebbe vinto, il PD cambi'

“Se Salvini avesse indicato un candidato che rappresentava la società civile, forse avrebbe vinto”.
Lo ha detto Romano Prodi, che di fatto individua nella scelta della candidata, Lucia Borgonzoni, una delle ragioni della sconfitta del centrodestra in Emilia-Romagna. “Credo che la strategia di Salvini sia stata coerente con il suo obiettivo, raggiungere Palazzo Chigi. Perciò la candidata emiliana non doveva esistere- afferma il Professore- lo scontro sul locale era strumentale. Lui ha seguito la sua strategia, ma siccome la strategia deve essere coerente con l’obiettivo, forse era l’obiettivo ad essere sbagliato“.

Prodi ne ha parlato in una lunga intervista concessa al Quindici, il bisettimanale online del master in Giornalismo dell’Università di Bologna. Quanto allo slogan ‘liberiamo l’Emilia-Romagna’ usato dai leghisti “è stato un errore enorme, un boomerang- risponde Prodi-. Non si attacca mai a fondo l’identità collettiva di una comunità. Magari alcuni suoi pezzi, non la sua visione di fondo. L’elettore a quel punto risponde: ‘Sono stato scemo io finora a farmi schiavizzare?‘”.

Il PD deve cambiare

“Ha ragione Zingaretti, il Pd deve cambiare. Tutti i partiti devono trasformarsi, in realtà, perché se non lo fanno crescerà il desiderio di autoritarismo”. Lo dice Romano Prodi, in una intervista-fiume al Quindici, la rivista bisettimanale del Master in giornalismo dell’Università di Bologna. Prodi invita a non sopravvalutare, a sinistra, la vittoria in Emilia-Romagna sul piano nazionale.

Un’elezione regionale è solo un’elezione regionale, da sola non cambia molto”, sottolinea l’ex premier. “Altro discorso è se coloro che hanno vinto e perso mutano la loro strategia. È qui la riflessione da fare. Il Pd, che ha avuto questo momento di respiro, dopo un lungo declino, ne saprà trarre le conseguenze in modo da riorganizzarsi? Se ciò non avviene, fra un mese siamo da capo. Se impara, comincia un gioco diverso”. Prodi si dice a favore di un profondo rinnovamento del Pd, non di un suo scioglimento.

“C’è un’insufficienza dell’attuale organizzazione dei partiti. Tutti dovrebbero ammetterlo come ha fatto Zingaretti, e non solo davanti ad una sconfitta ad o una vittoria. I partiti devono trasformarsi, altrimenti si va nella direzione di una delega verso l’alto”. Nel Pd, dice ancora Prodi in un altro passaggio dell’intervista, “ci vuole una nuova classe dirigente, che va formata però non prendendo premi Nobel o professori“.

Ma come va aperto il partito? “Credo sia inutile aprirlo dall’alto, il partito non è una scatola di sardine– risponde il professore. “Ci vuole una conferenza, una nuova assise, per aprire ai non iscritti, all’intelligenza collettiva del paese. Poi bisogna smetterla con il partito delle tessere. Uno deve contare a seconda dei voti che ha preso, non delle tessere che ha portato. Inoltre, affiderei la direzione del partito ai venti segretari regionali”.

Foto: Ag. Dire


Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
 

Articoli Correlati
'Lo Ius Soli sarà per noi il primo punto nella nuova legislatura'
Pressa Tube
01 Febbraio 2018 - 01:00- Visite:43091
Minori, Bibbiano: un pool di legali per denunciare chi diffama il Pd
Politica
03 Luglio 2019 - 17:32- Visite:12932
Voto Umbria, Borgonzoni: 'Bella notizia, ora bis in Emilia-Romagna'
Politica
28 Ottobre 2019 - 01:21- Visite:11922
I nuovi rottamati
Le Vignette di Paride
30 Maggio 2017 - 10:02- Visite:11427
Il futuro delle liste civiche, una collocazione serve
Parola d'Autore
21 Maggio 2017 - 14:46- Visite:11284
Il futuro delle liste civiche: il bluff dell'ascolto
Parola d'Autore
17 Maggio 2017 - 21:56- Visite:11221
Politica - Articoli Recenti
Elezioni Vignola, Lanzi al lavoro per..
Al momento per il M5s di Vignola vi sarebbe pronta una lista di 12 persone. Corsa contro il ..
03 Agosto 2020 - 11:50- Visite:554
Pioppi in tangenziale, giunta procede..
'Le evidenze empiriche che emergono dalla perizia sull’urgenza di abbattimento solo su ..
03 Agosto 2020 - 11:21- Visite:439
'In centro tanti irregolari con ..
Il capogruppo FI Giacobazzi: 'Senso di impunità dilagante, mentre il governo nega il taser ..
03 Agosto 2020 - 08:53- Visite:557
Strage Bologna, l'allora presidente ..
Lanfranco Turci: 'Un attacco dello stesso segno di quello che aveva portato alla uccisione ..
02 Agosto 2020 - 15:24- Visite:594


Politica - Articoli più letti


'Vaccini, ecco il rapporto tra la ..
Esposto del Codacons all'Autorità nazionale anticorruzione
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:142929
Segretario Pd: ‘Votare Lega ..
Gianluca Fanti, segretario Pd Madonnina si lancia in ardite affermazioni
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:102357
'Commissione Bibbiano, M5S inizia ..
Il capogruppo di Forza Italia in Regione Andrea Galli critica la richiesta di soggetti da ..
07 Agosto 2019 - 14:23- Visite:75995
Autostrade, la concessione resta: la ..
La neo ministro De Micheli, è stata una delle principali animatrici del laboratorio di ..
08 Settembre 2019 - 11:50- Visite:70754