Iscriviti al canale Telegram de La Pressa
Onoranze funebri Gibellini
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
progettiQuelli di Prima

Transomofobia, il centro sinistra si divide, testo di legge rinviato

La Pressa
Logo LaPressa.it

Critiche da sinistra al PD sull'emendamento Boschini-Paruolo votato dal centro-destra. Esulta Fratelli d'Italia, mentre il M5S chiede il ritorno al testo base


Transomofobia, il centro sinistra si divide, testo di legge rinviato
La commissione in Regione sulla legge anti-discriminazione si e' chiusa con un rinvio: nessun voto dunque ne' sul testo da portare poi in Assemblea legislativa per il voto finale ne' sul discusso emendamento Pd, firmato da Giuseppe Boschini, Giuseppe Paruolo e altri cinque consiglieri regionali dem. Ma il fatto che non si sia andati avanti con il voto e' un 'passo avanti' per il capogruppo di Sinistra Italiana Igor Taruffi.

'Oggi in commissione- spiega alla 'Dire'- hanno trovato conferma tutti i motivi della nostra contrarieta' agli emendamenti presentati dai colleghi del Pd, in particolare quello a firma Paruolo-Boschini sulla maternita' surrogata poi sottoscritto dalla Lega e da tutto il resto del centrodestra'.

Votando quell'emendamento, afferma ancora Taruffi, 'si sarebbe davvero compromessa una legge che invece riteniamo rispondere a problemi reali e sentiti e che vogliamo approvare quanto prima.

Ma non vogliamo approvare una legge purchessia. Vogliamo una buona legge, per questo abbiamo chiesto di togliere dal tavolo emendamenti come quello dei colleghi Paruolo-Boschini'. In questo senso oggi, conclude l'esponente Si, 'e' stato fatto un passo avanti. Ora si tratta di trovare un vero punto d'equilibrio sul tema capace di tenere unito tutto il centro-sinistra senza offrire sponde o sbandamenti verso una destra cosi' retriva, e passare rapidamente all'approvazione della legge'.

Il centro destra firma l'emendamento Boschini, disorienta il PD e canta vittoria

'Per noi è una grande vittoria', dichiarano in coro i consiglieri Facci (Mov. sovranista), Galli (Forza Italia), Marchetti (Lega) e Tagliaferri (Fratelli d'Italia), che hanno aderito ai due emendamenti a firma Paruolo/Boschini apponendovi la propria firma, così disorientando il PD ed i suoi cespugli.

'Dopo avere ottenuto, anche in virtù del convegno organizzato per giovedì pomeriggio proprio in Regione, il consistente ridimensionamento del progetto di legge - dal quale è stato espunto il termine 'omotransnegatività', nonchè il riferimento a comportamenti anche solo potenzialmente negativi - abbiamo messo in luce le evidenti contraddizioni e forzature all'interno della maggioranza, nonchè la strumentalità di questo progetto di legge, pensato unicamente per soddisfare i desiderata delle comunità LGBTI. 

Il rinvio della votazione sull'articolato permette oggi al PD ed ai suoi alleati di procrastinare il confronto interno su un tema di enorme importanza quale quello della maternità surrogata - alla quale. con tutta evidenza, guarda con favore la componente più estrema del centrosinistra - ma non impedisce di evidenziare i gravi contrasti che attraversano la maggioranza che sostiene Bonaccini su questi temi, e sulle quali il centro sinistra rischia di impantanarsi definitivamente.

Invitiamo il Presidente Bonaccini ad intervenire con urgenza per interrompere l'iter amministrativo di questo progetto di legge - che, ridimensionato dai 23 emendamenti presentati proprio dalla relatrice di maggioranza, si appalesa oggi in tutta la sua inutilità e strumentalità - anche per evitare alla sua maggioranza l'ennesimo passo falso'.

Il M5S chiede un passo indietro alla maggioranza e di tornare al testo originario

“Visto lo stallo totale in cui è piombata la legge regionale sull’omotransfobia, a causa della guerra tra le diverse fazioni interne al PD, crediamo che non ci sia più tempo da perdere. L’Emilia-Romagna ha bisogno di una legge che affermi i diritti della comunità Lgbt e combatta le discriminazioni. Per questo siamo disponibili a votare il testo proposto dalla maggioranza se da parte loro c’è la volontà di fare un passo indietro sugli emendamenti proposti che ne minano l’efficacia dall’interno, stravolgendolo in più parti”.

È questo il commento di Silvia Piccinini, consigliera regionale del MoVimento 5 Stelle, dopo la conclusione della seduta della Commissione parità in cui si sta analizzando il progetto di legge sull’omotransfobia. “Gli emendamenti presentati da una parte del PD e dalle forze di destra stanno cambiando radicalmente il senso di una legge che aveva visto la partecipazione attiva anche dei Comuni – aggiunge Silvia Piccinini - Quello che non si capisce, infatti, è perché per difendere un diritto e combattere le discriminazioni si debba spostare l’attenzione su altre questioni, importanti e delicate, che meriterebbero di essere affrontate nel merito, con un dibattito più ampio e alto, e non giocando a un deprimente risiko politico tutto interno ai dem.
Ecco perché la nostra posizione, che abbiamo espresso anche oggi in Commissione, è chiara e netta: se si ritorna al testo originario il MoVimento 5 Stelle voterà questa legge. Il PD decida quindi cosa vuole fare.



Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
Email
 

Articoli Correlati
Segretario Pd: ‘Votare Lega significa essere idioti’
Politica
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:108178
Sanità, svolta in Emilia-Romagna: la regione apre ai privati
Politica
10 Luglio 2018 - 14:14- Visite:53199
Lgbt, la legge è stata approvata dopo 51 ore di dibattito: asse ..
Politica
27 Luglio 2019 - 06:19- Visite:50147
Voragine nei conti Coop Alleanza 3.0: soci prestatori esigono risposte
Il Punto
01 Maggio 2019 - 08:38- Visite:34611
Sondaggio, è boom del centrodestra, Lega oltre il 33%
Politica
25 Ottobre 2019 - 15:25- Visite:30135
Crisi Coop Alleanza 3.0, ex leader Legacoop: 'Colpa di manager ..
Parola d'Autore
13 Gennaio 2019 - 18:31- Visite:24455

Contattaci
Quelli di Prima - Articoli Recenti
... E ci passavi così tanto tempo ..
Per poi ritornare...
03 Gennaio 2014 - 23:39- Visite:12209
Libera, le consulenze di Enza Rando
L’avvocato, membro del cda Crmo, nel 2015 ha avuto da Bonaccini un incarico da 25mila euro
02 Gennaio 2014 - 19:36- Visite:16336
Quando la Rando scrisse che Prima ..
Le consulenze da migliaia di euro della Numero 2 di Libera
02 Gennaio 2014 - 18:25- Visite:13790
Dia: 'Mafie integrate in Emilia'
Cutresi «perfettamente integrati» E la Camorra ora «è più presente»
02 Gennaio 2014 - 13:54- Visite:12898
Quelli di Prima - Articoli più letti
AeC, la moglie di Muzzarelli nel ..
L’azienda, coinvolta nell’inchiesta ‘Cubetto’, finanziò la campagna elettorale del ..
01 Gennaio 2014 - 20:45- Visite:21394
Libera, le consulenze di Enza Rando
L’avvocato, membro del cda Crmo, nel 2015 ha avuto da Bonaccini un incarico da 25mila euro
02 Gennaio 2014 - 19:36- Visite:16336
Quando la Rando scrisse che Prima ..
Le consulenze da migliaia di euro della Numero 2 di Libera
02 Gennaio 2014 - 18:25- Visite:13790
Brindiamo tutti con Casari
Che non manchino mai sorrisi e vittoria
01 Gennaio 2014 - 20:06- Visite:13008