Aiutaci a mantenere gratuita La Pressa
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Aiutaci a mantenere gratuita La Pressa
articoliSocieta'

5 marzo 2020-2021: sulle strutture per anziani nulla è cambiato

La Pressa
Logo LaPressa.it

Alle 17 sulla pagina FB del Comitato Libro Verde dossier ad un anno dalla chiusura: 'I morti parlano chiaro, si continua con la politica del profitto'


5 marzo 2020-2021: sulle strutture per anziani nulla è cambiato

'È trascorso un anno dall’emanazione del primo DPCM, attraverso cui venne stabilita la chiusura alle visite dei famigliari nelle strutture residenziali per anziani, disabili e malati psichici. Un provvedimento drastico nel pieno della pandemia, i cui ricordi sono vivi in tutti noi, a dimostrazione della fragilità di questi servizi. I morti parlano chiaro. Servizi dimenticati e lasciati nelle mani di politiche gestionali esclusivamente basate sul profitto, in cui il benessere del malato è stato accantonato.
A distanza di un anno che cosa è cambiato nella gestione e nella cura offerta alle persone più fragili?
Assolutamente nulla. I problemi sono sempre gli stessi, a cui il mondo politico e amministrativo non sembra voler dare un cambio di rotta, riportando al centro dell’interesse collettivo, il diritto del
malato e dei lavoratori che se ne prendono cura, attraverso politiche d’ investimenti pubblici'

E' cruda l'analisi che il Comitato Libro Verde che unisce familiari, operatori socio-sanitari nella tutela dei diritti delle persone ospiti dei centri residenziali e diurni per anziani, per disabili e malati psichici, traccia ad un anno dalle chiusure delle strutture per effetto del DPCM, il 5 marzo 2020. Un bilancio che questa sera sarà al centro, con diversi interventi, di una diretta Facebook sulla pagina del Comitato Libro Verde

Una data, quella del 5 marzo destinata a rimanere simbolo di una tragedia che ha colpito dalla prima alla seconda fase migliaia di famiglie. Una data che segna anche l'inizio dell'azione dei comitati e dei movimenti per denunciare le carenze strutturali e gestionali tali anche prima dell'emergenza Covid ma che nell'emergenza sono state amplificate. Insieme agli effetti distorsivi creati sul sistema da un modello politico e gestionale, basato sull'accreditamento, messo in forte discussione. Insieme al sistema territoriale dell'assistenza.

'Le strutture residenziali non devono essere la sola e unica soluzione per la cura. Tutto deve partire dalla medicina territoriale, dalla cura e assistenza presso il proprio domicilio, attraverso il potenziamento e integrazione di questi servizi' - affermano i referenti del Comitato. 'Bisogna ricordare che la maggioranza delle attuali “residenze protette”, presenti in tutto il territorio nazionale non posseggono i criteri adatti, essendo strutture vecchie e fatiscenti.
La maggioranza degli anziani ricoverati sono soli, oppure non hanno una rete famigliare tale da garantire la presenza costante nella vita del paziente', affermano i promotori dell'iniziativa.
Al contempo l’assistenza domiciliare deve essere attuata dove sono presenti le condizioni idonee: ambientali e cliniche del malato. Molto spesso però le patologie geriatriche sono sempre più complesse, che necessitano di assistenza sanitaria sempre più articolata e quindi non può essere erogata al proprio domicilio, ma in strutture attrezzate.

Tante sono le storie di famiglie costrette a svendere quelle poche proprietà, come la casa dei genitori, o indebitarsi per rivolgersi al badantato (altra frontiera di sfruttamento) perché le famiglie sono lasciate sole. Attualmente il massimo di assistenza domiciliare erogata è di poche ore giornaliere'

Per il Comitato tutto ciò ha una responsabilità precisa: tutto questo ha solo una responsabilità ben precisa: 27 miliardi di euro tagliati alla sanità negli ultimi 10 anni, la riforma del titolo V° della costituzione con la regionalizzazione del Sistema Sanitario, il pareggio di bilancio inserito in costituzione (governo Monti) che impedisce investimenti nei servizi pubblici essenziali, con i risultati noti.

Per noi è fondamentale unire le rivendicazioni dei familiari, dei pazienti e dei lavoratori: innalzare i parametri assistenziali aumentando il personale impiegato applicando ad essi contratti di lavoro migliori degli attuali. È l’unico strumento - conclude il Comitato - atto a garantire il vero diritto alla cura.


Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
Email
 

Articoli Correlati
Tegola sul Green Pass: i magistrati ne demoliscono le basi
Societa'
08 Agosto 2021 - 01:16- Visite:47969
Coronavirus, la straziante lettera del nonno morto a figli e nipoti
Politica
22 Aprile 2020 - 20:45- Visite:39148
Rintracciata la mamma scomparsa col figlio: è in Romania
La Provincia
29 Settembre 2019 - 10:57- Visite:39132
Cra Formigine, operatrice sanitaria colta da malore dopo vaccinazione
La Provincia
05 Gennaio 2021 - 12:07- Visite:28006
Strage degli anziani nelle Cra, vergognoso scoprire 19 casi in un ..
Societa'
02 Aprile 2020 - 22:39- Visite:27409
Bper sprofonda, ora una azione vale 1,03 euro. E' il minimo di sempre
Economia
29 Ottobre 2020 - 06:16- Visite:18651

Societa' - Articoli Recenti
Attacco CGIL Roma, Landini: 'Atto ..
Domenica mattina aperte le sedi cgil in tutta Italia. A Modena presidio in piazza Cittadella
10 Ottobre 2021 - 01:33- Visite:163
Coronavirus, 25 contagi a Modena e un..
I sintomatici sono 13, gli asintomatici 12. Una persona risulta ricoverata in Reparto
09 Ottobre 2021 - 17:11- Visite:1402
Covid, in Emilia Romagna 267 contagi ..
I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 42 (+3 rispetto a ieri), 308 quelli negli ..
09 Ottobre 2021 - 15:20- Visite:843
Controlli Green Pass dipendenti ..
In vista del 15 ottobre supplemento di spesa. Affidamento diretto alla Solari di Udine per ..
09 Ottobre 2021 - 07:47- Visite:540
Societa' - Articoli più letti
Reazioni avverse e morti: confronto ..
I morti sono stati sinora 223, 27 eventi gravi ogni 100.000 dosi. Nel periodo considerato ..
31 Maggio 2021 - 13:40- Visite:357837
'Altro che Tachipirina, ecco come ..
L'ex primario del Pronto soccorso di Modena: 'Antinfiammatori ai primi sintomi e poi, se il ..
31 Gennaio 2021 - 14:37- Visite:276156
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 ..
Il padre: 'Non credo il vaccino abbia influito. In ogni caso non mi importa il motivo, farei..
09 Settembre 2021 - 20:11- Visite:175176
Il sindacato dei carabinieri: ..
‘Al carabiniere non vaccinato è vietato mangiare in mensa con i vaccinati, però può ..
03 Ottobre 2021 - 23:39- Visite:172284