Aiutaci a mantenere gratuita La Pressa
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Aiutaci a mantenere gratuita La Pressa
notiziarioLa Provincia

Turismo, la Riviera riparte. L'Appennino no

La Pressa
Logo LaPressa.it

Occorre che il rilancio della montagna parta dal sostegno imminente al settore turistico e che da qui si attuino misure di sostegno al tessuto imprenditoriale


Turismo, la Riviera riparte. L'Appennino no

La montagna batte un colpo ma non è da parte di chi governa. Ma non è che chi sta dall’altra parte si stia muovendo per sollecitare interventi. Mentre infatti si assiste, per lo meno in pianura e in pedemontana a un sostegno generalizzato alle attività produttive, indipendentemente dal colore delle giunte, in Appennino l’impressione è che si rimanga fermi in attesa di capire cosa si farà da grandi, e soprattutto col fattore turismo che pare per l’ennesima volta destinato alla scelta poco rischiosa di campare di rendita. Vero è che sono andate a ruba gli affitti per le case con giardino a Sestola e Fanano, vero che comuni come Zocca e Montese rilanciano sul turismo di prossimità, ma è anche vero che manca un’idea strutturale, una soluzione di continuità, una progettazione.

E’ notizia di questi giorni il sollecito da parte degli esponenti più in vista di quello che è Forza Italia a Modena, ossia Piergiulio Giacobazzi, Antonio Platis e Maria Chiara Venturelli in merito alle politiche a sostegno della montagna. In effetti i singoli comuni sono abbastanza immobili e, fanno notare i tre politici, non è sufficiente incentivare l’abitabilità della montagna se non si creano posti di lavoro, come abbiamo evidenziato anche da queste parti. Ragion per cui i tre presenteranno proposte a provincia e Unione del Frignano per creare misure a sostegno dell’economia montana che vadano dal turismo al sostegno del settore artigiano e del commercio.

Del resto, stando ai dati riportati dai vari consorzi sciistici, dopo una stagione invernale che ha visto un crollo fino al 70% degli introiti, anche se dovuti in parte a un inverno mite, è necessario che il rilancio della montagna parta dal sostegno imminente al settore turistico e che da qui, a cascata, si attuino misure di sostegno al tessuto imprenditoriale.

La Regione ha aperto le spiagge in anticipo, e viene da pensare che si tratti, tutto sommato, di una furbata per poter ottimizzare, per lo meno dentro all’Emilia-Romagna il ponte del 2 giugno. E non pensiamo male se sospettiamo che dietro a questo ci sia la pressione dei romagnoli che di mare ci campano. Semmai viene da chiedersi perché la montagna, da Piacenza a Rimini, non si muova mai in termini concorrenziali col mare. Non è solo questione di appeal, è la lungimiranza di amministratori e operatori del settore che evidentemente manca.

Stefano Bonacorsi



Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Stefano Bonacorsi
Stefano Bonacorsi

Modenese nel senso di montanaro, laureato in giurisprudenza, imprenditore artigiano, corrispondente, blogger e, più raramente, performer. Di fede cristiana, mi piace dire che sono ..   Continua >>


 

Articoli Correlati
Servizio postale a rischio nell’Appennino modenese
Politica
18 Ottobre 2017 - 18:03- Visite:12101
No della Regione alle zone franche montane
La Provincia
16 Maggio 2017 - 17:36- Visite:11620
Noi montanari, quando ci dicono 'state in casa' lo capiamo
Societa'
15 Marzo 2020 - 21:05- Visite:9857
Bagno di folla per Salvini a Pieve: 'Qui in montagna siete degli eroi'
Politica
08 Dicembre 2019 - 18:48- Visite:9239
Appennino, altro che ospedale: se queste sono strade...
La Provincia
13 Novembre 2017 - 18:59- Visite:6276
Vento come un terremoto, a Pavullo la conta dei danni
La Provincia
13 Dicembre 2017 - 14:29- Visite:5937

La Provincia - Articoli Recenti
Covid, 57 contagi a Modena. Un ..
I sintomatici sono 57, gli asintomatici 20. Sei le persone ricoverate in Reparto. Deceduta ..
24 Settembre 2021 - 18:38- Visite:1502
Serramazzoni in uno scatto: ecco i ..
E Serramazzoni è stata scelta da Bruno Diazzi come tappa italiana di Paese Amico, il ..
24 Settembre 2021 - 18:30- Visite:412
Lutto a San Felice, cordoglio per la ..
Ne danno notizia i vertici di Forza Italia, di cui Calzolari era storico consigliere
24 Settembre 2021 - 14:32- Visite:208
Pavullo, nuovo strumento per diagnosi..
Lo strumento è stato donato da un imprenditore della montagna che ha voluto rimanere ..
24 Settembre 2021 - 13:55- Visite:1562
La Provincia - Articoli più letti
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 ..
Il padre: 'Non credo il vaccino abbia influito. In ogni caso non mi importa il motivo, farei..
09 Settembre 2021 - 20:11- Visite:168952
Nonantola, sfrattata e con una gamba ..
La drammatica vicenda di Simona. Il sindaco di Nonantola, sollecitato anche da dirigente ..
18 Ottobre 2018 - 10:43- Visite:160792
Vignola, il coronavirus ha ucciso ..
Vignola piange anche Nerino Vezzelli, storico titolare del Bar Italia di via Garibaldi a ..
23 Marzo 2020 - 21:48- Visite:43268
Rintracciata la mamma scomparsa col ..
Ora i carabinieri procederanno come previsto dalla legge per sottrazione di minore, sempre ..
29 Settembre 2019 - 10:57- Visite:38791