Bernardino Realino, il Santo di Carpi
Onoranze funebri Simoni
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Onoranze funebri Simoni
progettiIl Santo del giorno

Bernardino Realino, il Santo di Carpi

La Pressa
Logo LaPressa.it

Prima di morire, a Lecce nel 1616, Bernardino Realino diventa anche Patrono della città


Bernardino Realino, il Santo di Carpi
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

Oggi 2 luglio si festeggia San Bernardino Realino. Bernardino nasce a Carpi nel 1530; la sua è una famiglia illustre. Negli studi lo attira tutto: la letteratura classica e successivamente, a Bologna, la filosofia, poi ancora la medicina. A 26 anni infine, Bernardino, si laurea in diritto civile e Canonico.

Il padre del Santo è un collaboratore del Vescovo di Trento, Cristoforo Madruzzo. Il prelato prende sotto la sua protezione il dotto Bernardino e lo avvia sulla strada dei pubblici uffici. Diventa podestà a Felizzano Monferrato, poi 'avvocato fiscale' ad Alessandria. Dopo altri incarichi, il Santo, passa al servizio del governo, vicereale, di Napoli. Qui la sua carriera si interrompe, Bernardino decide di farsi sacerdote gesuita e nel 1567 diventa maestro dei novizi. Sette anni dopo crea, a Lecce un collegio al quale si dedicherà fino alla morte.

L'attività, del padre gesuita, è rivolta anche alla gente della città, senza differenze, Bernardino si rivolge a ricchi e poveri, istruiti e ignoranti.
Il Santo è paziente nell'occuparsi di situazioni, necessità, miserie e a lui vengono attribuiti miracoli.

Prima di morire, a Lecce nel 1616, Bernardino Realino diventa Patrono della città. I reggitori del municipio lo vanno a visitare in forma ufficiale e fanno al Santo la richiesta di diventare il protettore di Lecce, di generazione in generazione, per sempre. Il moribondo acconsente, tranquillo e lieto.
Fatta questa promessa si spegne a 86 anni. Papa Pio Xll lo proclamerà Santo nel 1947.
San Bernardino oltre ad essere Patrono di Lecce lo è anche di Carpi. Buon onomastico a chi si chiama Bernardino o Bernardo.

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 


Mivebo
Il Santo del giorno - Articoli Recenti
Aquila e Priscilla: santità nella vita di matrimonio
A Roma, dopo la pace costantiniana, si è voluto innalzare a Santa Priscilla una chiesa, ..
08 Luglio 2024 - 06:33
San Villibaldo, vescovo di Eichstatt
All'Apostolato della predicazione, il Santo Vescovo, si impegna fino alla morte e lo rende ..
07 Luglio 2024 - 06:14
Il perdono di Santa Maria Goretti
Il culto della Martire Maria è subito spontaneo e diffuso. Nel 1929 le spoglie di Maria ..
06 Luglio 2024 - 06:29
Sant'Antonio Maria Zaccaria: correre verso Dio e verso gli altri
Cappellano della contessa Ludovica Torelli, la segue a Milano e lì Antonio, sostenuto dalla..
05 Luglio 2024 - 06:29
Il Santo del giorno - Articoli più letti
San Mario, protettore della unità della famiglia
I Santi Mario e la moglie Marta vengono invocati durante le litanie dei Santi, nel rito del ..
19 Gennaio 2024 - 06:35
Prima domenica di Avvento
La prima domenica di Avvento è dedicata proprio alla venuta del Signore alla fine dei tempi
27 Novembre 2022 - 06:57
Santa Beatrice, colei che rende felice
Le antiche biografie raccontano che dopo aver ricevuto l'Unzione degli infermi, una stella ..
17 Agosto 2022 - 06:16
Sant'Alfonso, patrono avvocati: 12 consigli per la difesa in tribunale
Sant'Alfonso Maria de' Liguori è detto 'il più napoletano dei Santi'
01 Agosto 2022 - 06:30