La generosità di San Medardo
Onoranze funebri Simoni
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Onoranze funebri Simoni
progettiIl Santo del giorno

La generosità di San Medardo

La Pressa
Logo LaPressa.it

Alcune raffigurazioni di San Medardo lo mostrano a bocca aperta e sorridente, poiché  lo si invocava contro il mal di denti


La generosità di San Medardo
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

Oggi 8 giugno si festeggia San Medardo.
Medardo nacque a Salency (Francia) nel Vl secolo; dopo gli studi venne ordinato sacerdote e divenne famoso per alcuni prodigi a lui attribuiti. Tali piccoli miracoli li compì a favore di ladri: la sua preghiera rese 'muta' la campanella che segnalava il furto di una mucca; un'altra volta placò api inferocite contro un uomo che rubava un arnia con il miele: mucca e miele appartenevano a Medardo.
Victor Hugo, nei miserabili, creando la figura del Vescovo Benvenuto Myriel, che perdonava chi aveva rubato la sua argenteria, si ispirò, probabilmente, ai racconti sulla generosità  di Medardo.

Intorno al 545, il Santo divenne Vescovo dell'attuale Saint-Quentin. Un giorno arrivò in diocesi Radegonda moglie del Re Clotario; tradita e offesa voleva lasciare la corte e farsi monaca. Medardo la accolse, la consacrò Diaconessa e l'avviò verso una nuova vita: Radegonda fonderà poi un monastero e un ospedale a Poitiers.

L'episcopato di Medardo durò 15 anni, durante i quali predicava il Vangelo con una dolcezza che inteneriva e impiegava molto suo tempo nella contemplazione e nella preghiera.
Il Santo Vescovo era inoltre umile e conduceva una vita austera.

Morì, nel 560 circa, venne portato a Soisson e sopra la sua tomba si costruì poi la chiesa dell'Abbazia di San Medardo. Il culto del Santo Vescovo incominciò subito e si divulgò per voce popolare. Alcune raffigurazioni di San Medardo lo mostrano a bocca aperta e sorridente, poiché  lo si invocava contro il mal di denti. Il suo nome poi fu associato anche alla meteorologia. Secondo un detto popolare; 'Se piove nel giorno di San Medardo (8 giugno) pioverà  ancora altri 40 giorni'.
Buon onomastico a chi si chiama Medardo.

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 


Mivebo
Il Santo del giorno - Articoli Recenti
Beato Enrico da Bolzano: lo spaccalegna umile
Enrico era analfabeta, tuttavia al contatto con il silenzio dei boschi, mentre con la scure ..
10 Giugno 2024 - 06:29
San Columba da Iona
Fondò circa 300 monasteri e a Iona, la sua sede principale, fondò una università ..
09 Giugno 2024 - 06:50
La predicazione di Sant'Antonio Maria Gianelli
Fu beatificato nel 1925 da Pio Xl e venne fatto Santo da Pio Xll nel 1951. Il suo corpo ..
07 Giugno 2024 - 06:42
Il Santo del giorno - Articoli più letti
San Mario, protettore della unità della famiglia
I Santi Mario e la moglie Marta vengono invocati durante le litanie dei Santi, nel rito del ..
19 Gennaio 2024 - 06:35
Prima domenica di Avvento
La prima domenica di Avvento è dedicata proprio alla venuta del Signore alla fine dei tempi
27 Novembre 2022 - 06:57
Santa Beatrice, colei che rende felice
Le antiche biografie raccontano che dopo aver ricevuto l'Unzione degli infermi, una stella ..
17 Agosto 2022 - 06:16
Sant'Alfonso, patrono avvocati: 12 consigli per la difesa in tribunale
Sant'Alfonso Maria de' Liguori è detto 'il più napoletano dei Santi'
01 Agosto 2022 - 06:30