Nessun debito
Onoranze funebri Simoni
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Nessun debito
articoliEconomia

Polo Conad, pasticcio sindaco, sarà la proprietà a fare chiarezza sul progetto

La Pressa
Logo LaPressa.it

Una conferenza stampa convocata presso la sede Legacoop da Conad, titolari dell'area Civ&Civ, e progettisti Politecnica. Dopo l'annuncio estemporaneo di Muzzarelli sul cambio di progetto e la frattura col quartiere, intervengono i privati rivolgendosi direttamente alla città


Polo Conad, pasticcio sindaco, sarà la proprietà a fare chiarezza sul progetto

Il dibattito, a tratti acceso, in corso da mesi sul progetto di espansione del Polo Logistico Conad all'area ex Civ&Civ riceve in queste ore una scossa. Legacoop, Conad, proprietà dell'area ex Civ&Civ, Granterre e progettisti, convocano una conferenza stampa per giovedì 12 maggio per illustrare quel progetto che dopo essere passato nella prima contestata versione dalla Conferenza dei Servizi, ha dovuto subire modifiche dettate in quella sede dalle osservazioni presentate dai soggetti istituzionali e privati (i cosiddetti portatori di interesse), tra cui anche i cittadini riuniti nel locale Comitato Villaggio Europa. Un progetto che nella sua versione modificata dovrà presto tornare al vaglio della Conferenza per un via libera quasi definitivo in vista del passaggio in Consiglio Comunale per l'approvazione finale.
 
Un progetto che, si sapeva, i titolari stavano appunto rielaborando e modificando sulla base delle indicazioni della Conferenza dei Servizi, ma che non si poteva immaginare sarebbe stato anticipato da una presentazione alla città direttamente da parte dei privati.
Una procedura che assume, in questo senso, un significato non solo tecnico, ma anche politico. Come se i privati, di fronte alla oggettiva frattura scomoda creata tra Amministrazione Comunale ed il quartiere dopo le polemiche seguite all'assemblea pubblica al Palaroller con il sindaco che ha abbandonato la sala ed il confronto, e le azioni di contrasto da parte della Polizia Municipale ai cittadini 'colpevoli' di avere esposto striscioni e distribuito volantini contro il progetto, avessero voluto riprendere in mano il boccino di una situazione che al Sindaco sembra essere letteralmente sfuggita di mano.
Riprendendosi la palla e parlando, da privati cooperatori che da anni sono parte integrante della città, a carte scoperte. Una situazione di frattura e di stop al dialogo, quella che si è creata ormai da mesi tra Sindaco, Amministrazione e cittadini, scomoda e politicamente dannosa per il PD che, secondo indiscrezioni, avrebbe auspicato l'intervento del Presidente della Regione Bonaccini. Per riportare sui binari giusti e del dialogo e del confronto con i cittadini e con i privati una discussione che il sindaco avrebbe nei fatti portato ad un binario morto. 

Situazione che potrebbe avere motivato la reazione dello stesso sindaco e la sua decisione di annunciare, nei giorni scorsi, in maniera alquanto estemporanea, dalle colonne di un solo giornale, il cambio radicale del progetto. Con tanto di plauso pronto del PD. Pur senza entrare nel merito. Forse un'altro passo non azzeccato da parte di Muzzarelli, nelle forme e nei tempi. Il sindaco non è il titolare del progetto e nemmeno proprietario dell'area sul quale si svilupperà. Il comune ha sì il diritto doverlo valutare e approvarlo, nella sua compatibilità degli strumenti urbanistici, una volta definito e depositato ufficialmente, ma non ne è il titolare. 
Anticipare in maniera ufficiosa, parziale e senza entrare nel merito modifiche comunque prospettate come radicali di un progetto che i privati e solo i privati sono impegnati a rielaborare in vista della sua presentazione, oltre che essere inopportuno, potrebbe non essere piaciuto ai diretti interessati. 

Titolari e privati che con tanto di avvallo di Legacoop sembrano avere reagito riprendendo direttamente in mano la questione e la strategia di comunicazione sul progetto, convocando appunto la conferenza stampa di giovedì. Specificando che il progetto, in vista della prossima conferenza dei servizi, è ancora in elaborazione ma si è in grado comunque di fornire alla città già importanti dettagli di merito. Con particolare riferimento alla nuova struttura. Appuntamento alle ore 12 di giovedì.



Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Gianni Galeotti
Gianni Galeotti

Nato a Modena nel 1969, svolge la professione di giornalista dal 1995. E’ stato direttore di Telemodena, giornalista radiofonico (Modena Radio City, corrispondente Radio 24) e consiglie..   Continua >>


 

Onoranze funebri Simoni

Economia - Articoli Recenti
Ordinanza sisma, Bonaccini riconosce ..
L'incremento di contributo sarà concesso entro i limiti e nel rispetto della disciplina ..
20 Maggio 2022 - 19:16
Aldieri Trasporti conferma: 'Nessun ..
'La società continua ad essere pienamente operativa, nessun impatto su proprietà e ..
19 Maggio 2022 - 17:00
Sicurezza informatica: Florim ospita ..
Tra i relatori anche il professore Michele Colajanni e l’avvocato Gianluigi Fioriglio, ..
18 Maggio 2022 - 12:14
ColdirettI: 'Abbattere i cinghiali in..
Sono 2,3 mln, causano incidenti, distruggono i raccolti e diffondono la malattia'. A Roma ..
17 Maggio 2022 - 16:09
Economia - Articoli più letti
Coop Alleanza 3.0 aggrappata alla ..
La Coop utilizza l'intero patrimonio dei soci più una parte del debito per investire in ..
15 Agosto 2018 - 10:36
Coop Alleanza 3.0 fulcro della crisi ..
I conti in rosso e il dispetto rappresentato dal via libera ad Esselunga, Trc potrebbe non ..
13 Gennaio 2019 - 08:41
Bper, correntisti ex dipendenti ..
'Se Bper non manifestasse un reale interesse a mantenere le migliaia di correntisti tra ..
03 Dicembre 2019 - 17:52
Voragine nei conti Coop Alleanza 3.0:..
'Serve una risposta inequivocabile sulla sicurezza dei 3,6 miliardi dei 400.000 soci ..
01 Maggio 2019 - 08:38