Mivebo
Acof onoranze funebri
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
articoliPolitica

Dai 5 Stelle ad Articolo 1: la nuova vita politica di Max Bugani

La Pressa
Logo LaPressa.it

Porte aperte in Articolo 1 per Max Bugani e Marco Piazza, i due storici esponenti del Movimento 5 Stelle a Bologna


Dai 5 Stelle ad Articolo 1: la nuova vita politica di Max Bugani
Porte aperte in Articolo 1 per Max Bugani e Marco Piazza, i due storici esponenti del Movimento 5 Stelle a Bologna, hanno annunciato l’addio alla compagine pentastellata e l’approdo nel partito del ministro Roberto Speranza. Che accoglie i due ormai ex ‘grillini’: “Un caloroso benvenuto a Max Bugani nella famiglia di Articolo 1. Lavoreremo insieme per un’Italia più giusta“, fa sapere il ministro, segretario di Articolo 1.
Bugani è stato anche capo dello staff dell'ex sindaco di Roma, Virginia Raggi, e per anni punto di riferimento del M5S regionale.
“La nostra è una collaborazione che da tempo ci accomuna e che ora si evolve in una scelta politica e di campo molto importante ed impegnativa. Una scelta, quella di Bugani e Piazza, non facile per la loro storia politica e l’impegno profuso in questi anni”, riconosce Vladimiro Ferri, segretario di Articolo 1 Bologna.
“Sono certo che sapranno portarci un importante contributo sia a livello locale che a livello nazionale, in questa fase molto complessa”, aggiunge Ferri.

In molti, però, nel Movimento 5 Stelle non hanno preso bene la decisione di Bugani e Piazza. Tanto che da alcuni portavoce e attivisti di Bologna e provincia chiedono le dimissioni dai ruoli istituzionali che ricoprono in Comune a Bologna. “Per consentire una rappresentanza pentastellata nel Consiglio comunale di Bologna, ci aspettiamo che il consigliere Piazza dia le proprie dimissioni, in coerenza con la sua decisione di abbandonare il movimento”, scrivono gli attivisti.

“Ora, però, non è il tempo di pensare a chi abbandona. È tempo di compattarsi e ripartire, dai temi e dai nostri principi non negoziabili, indicati dal presidente Conte. Siamo pronti per affrontare questa sfida elettorale finalmente da protagonisti“, assicurano, ironizzando su Bugani.
“Il M5S piange l’addio di Marco Piazza, considerato da Max Bugani il miglior consigliere d’Italia, e dello stesso Max Bugani assessore ai Rapporti con il consiglio comunale di Bologna”, si legge nella nota firmata da Carolina De Lucia e Luca Nicotri (Zola Predosa), Fabio Selleri (Castenaso), Ezio Roi (Imola), Bruno Crepaldi (Sala Bolognese), Pietro Latronico (Castel San Pietro Terme), Luciano Tentoni (San Lazzaro di Savena), Leo Veronesi (Calderara di Reno), Alessandro Corbari (Monte San Pietro), Stefano Colangeli (Valsamoggia). “L’addio dei due ex grillini finalmente consentirà al territorio di uscire da un’impasse durata anni, in cui il ‘Laboratorio Bologna’ ha impedito, di fatto, il coordinamento tra città e provincia”, concludono.

Lo stesso diktat arriva dai parlamentari del M5S, e in particolare dai due coordinatori regionali dell’Emilia-Romagna Gabriele Lanzi e Marco Croatti. “Chi lascia l’M5s lasci anche ogni incarico – affermano – per rispetto degli elettori e per dimostrare che la scelta non è legata al mantenimento della carica”. I 5 Stelle ricordano che “a Bologna nel 2021 è stato costruito un accordo programmatico che ha visto l’M5S sostenere il sindaco Matteo Lepore. In virtù di quell’accordo politico e programmatico il simbolo dell’M5S ha raccolto quasi 5.000 voti. Siamo certi che Massimo Bugani, che ha raccolto 361 preferenze, e Marco Piazza, eletti e nominati nei rispettivi ruoli istituzionali proprio grazie all’M5S, rassegneranno le loro dimissioni dai loro incarichi”.Porte aperte in Articolo 1 per Max Bugani e Marco Piazza, i due storici esponenti del Movimento 5 Stelle a Bologna, hanno annunciato l’addio alla compagine pentastellata e l’approdo nel partito del ministro Roberto Speranza. Che accoglie i due ormai ex ‘grillini’: “Un caloroso benvenuto a Max Bugani nella famiglia di Articolo 1. Lavoreremo insieme per un’Italia più giusta“, fa sapere il ministro, segretario di Articolo 1.
Bugani è stato anche capo dello staff dell'ex sindaco di Roma, Virginia Raggi, e per anni punto di riferimento del M5S regionale.
“La nostra è una collaborazione che da tempo ci accomuna e che ora si evolve in una scelta politica e di campo molto importante ed impegnativa. Una scelta, quella di Bugani e Piazza, non facile per la loro storia politica e l’impegno profuso in questi anni”, riconosce Vladimiro Ferri, segretario di Articolo 1 Bologna.
“Sono certo che sapranno portarci un importante contributo sia a livello locale che a livello nazionale, in questa fase molto complessa”, aggiunge Ferri.

In molti, però, nel Movimento 5 Stelle non hanno preso bene la decisione di Bugani e Piazza. Tanto che da alcuni portavoce e attivisti di Bologna e provincia chiedono le dimissioni dai ruoli istituzionali che ricoprono in Comune a Bologna. “Per consentire una rappresentanza pentastellata nel Consiglio comunale di Bologna, ci aspettiamo che il consigliere Piazza dia le proprie dimissioni, in coerenza con la sua decisione di abbandonare il movimento”, scrivono gli attivisti.

“Ora, però, non è il tempo di pensare a chi abbandona. È tempo di compattarsi e ripartire, dai temi e dai nostri principi non negoziabili, indicati dal presidente Conte. Siamo pronti per affrontare questa sfida elettorale finalmente da protagonisti“, assicurano, ironizzando su Bugani.
“Il M5S piange l’addio di Marco Piazza, considerato da Max Bugani il miglior consigliere d’Italia, e dello stesso Max Bugani assessore ai Rapporti con il consiglio comunale di Bologna”, si legge nella nota firmata da Carolina De Lucia e Luca Nicotri (Zola Predosa), Fabio Selleri (Castenaso), Ezio Roi (Imola), Bruno Crepaldi (Sala Bolognese), Pietro Latronico (Castel San Pietro Terme), Luciano Tentoni (San Lazzaro di Savena), Leo Veronesi (Calderara di Reno), Alessandro Corbari (Monte San Pietro), Stefano Colangeli (Valsamoggia). “L’addio dei due ex grillini finalmente consentirà al territorio di uscire da un’impasse durata anni, in cui il ‘Laboratorio Bologna’ ha impedito, di fatto, il coordinamento tra città e provincia”, concludono.

Lo stesso diktat arriva dai parlamentari del M5S, e in particolare dai due coordinatori regionali dell’Emilia-Romagna Gabriele Lanzi e Marco Croatti. “Chi lascia l’M5s lasci anche ogni incarico – affermano – per rispetto degli elettori e per dimostrare che la scelta non è legata al mantenimento della carica”. I 5 Stelle ricordano che “a Bologna nel 2021 è stato costruito un accordo programmatico che ha visto l’M5S sostenere il sindaco Matteo Lepore. In virtù di quell’accordo politico e programmatico il simbolo dell’M5S ha raccolto quasi 5.000 voti. Siamo certi che Massimo Bugani, che ha raccolto 361 preferenze, e Marco Piazza, eletti e nominati nei rispettivi ruoli istituzionali proprio grazie all’M5S, rassegneranno le loro dimissioni dai loro incarichi”.



Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, s..   Continua >>


 
 
 
 

Acof onoranze funebri
Articoli Correlati
Il PD si lecca le ferite, l'MDP si struttura
Politica
26 Giugno 2017 - 14:32
Corteo 5 stelle per la sicurezza a Modena
Politica
07 Luglio 2017 - 13:21

Politica - Articoli Recenti
Sindaco Pennabilli: 'Morirò in ..
'Caro sindaco di Pennabilli, il tuo proclamarti fascista è incompatibile con la ..
04 Ottobre 2022 - 22:23
Meloni sempre più filo-Nato, sente ..
'Pieno sostegno alla causa della libertà del popolo ucraino, dichiarazione di annessione di..
04 Ottobre 2022 - 21:38
Sassuolo deroga alla ordinanza ..
Il sindaco: 'Bollette energetiche quadruplicate rispetto al passato, giusto poter usare ..
04 Ottobre 2022 - 16:12
'Modena, così Dogali viene ..
Rossini (Fdi): 'Nonostante tali interventi la piscina è chiusa e la sostenibilità ..
04 Ottobre 2022 - 12:43
Politica - Articoli più letti
Ferocia green pass, ora vivere in ..
Se regole irrazionali che nulla hanno a che vedere con la pandemia (che pur esiste sia ..
03 Febbraio 2022 - 07:40
Follia super Green pass: ora per i ..
Gli under 50 pensano non è un problema loro, i vaccinati si sentono al sicuro e gli over 50..
13 Febbraio 2022 - 08:38
Orrore Green Pass: noi non ..
Noi proveremo per voi compassione e fastidio, pietà e nausea. Ma non vi perdoneremo. Come ..
26 Gennaio 2022 - 11:21
Sport vietato ai 12enni senza super ..
L'Italia del premier osannato come il cavaliere bianco in grado di evitare il default, lo ha..
23 Gennaio 2022 - 10:58