La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
rubricheA cura di

Ecco perché leggere ai bambini è importante - Seconda parte

La Pressa
Logo LaPressa.it

L'infanzia pensa e agisce continuamente moltissime cose anche minuscole, strane, a volte grottesche, ma che innumerevoli abitano il mondo


Ecco perché leggere ai bambini è importante - Seconda parte

Continua la rubrica de La Pressa A Cura di, realizzata dal gruppo di medici e operatori sanitari del Poliambulatorio Fisio Line di Modena. Con la seconda parte dell'articolo della dottoressa Vera Vaccari (qui la prima).

Il bambino che ha incontrato una buona letteratura cercherà altrettanto nei libri che sceglierà da più grande, quasi inconsapevolmente. Questa sembra essere una direzione di quei semi anticipata nel precedente articolo. Scrigni che contengono una promessa di vita, elementi di fiducia e speranza, “i semi sono gli organi più complessi che le piante abbiano mai prodotto e ce ne sono una varietà enormemente diversificata per forme, dimensioni e colori. Sono dovunque, nei giardini, nell'acqua, nell'aria e si muovono con intelligenza, e strategia.
Il seme è la vita che da potenza inespressa si fa atto; può quasi azzerare la propria vitalità per sopravvivere a periodi di tempo lunghissimi, portando con sé solo una scintilla del miracolo di luce” (tratto da uno scritto pubblicato da TopiPittori a proposito di : In un seme. Manuale per piccoli collezionisti di meraviglie, di Beti Piotto e Gioia Marchegiani, 2021, edito da TopiPittori - Collana PiNO, Piccoli Naturalisti Osservatori).

L’infanzia pensa e agisce continuamente moltissime cose anche minuscole, strane, a volte grottesche, ma che innumerevoli abitano il mondo. Il pensiero non è completamente autonomo, più spesso si mette in moto difronte ad esperienze, osservazioni, accadimenti. Si potrebbe anche dire che abbiamo bisogno di mondo per pensare, e gli albi illustrati presentano mondi che rendono vivo lo stupore, incarnano il pensiero in un coacervo di significati e possibilità di incontro.

Come accade a Pollicino, leggere consente di trovare e raccogliere le parole che aiutano a nominare e ri-conoscere “il proprio mondo interno”, facendo similitudini con la propria vita in un narrarsi liberatorio. I bambini acquisiscono familiarità alla lettura a partire da alcuni suoi elementi presenti già molto tempo prima. Ogni mamma inizia una lenta, graduale tessitura delle prime forme di narrazione, fatte di suoni, rime, anche prive di senso, ma piccoli gesti consueti e ripetitivi che contribuiscono ad organizzare la prima forma arcaica di pensiero. La tradizione popolare viene trasmessa dalle nenie, nelle filastrocche, intorno alle ninne nanne e le tiritere, modulate sulle corde dell’affetto. La maggior parte del pensiero si basa sul linguaggio, e analogamente le parole che scegliamo e usiamo influenzano il nostro pensiero. Anche nella mente di chi scrive esiste sempre un interlocutore perché il linguaggio è relazione nella sua essenza primaria. Le sfumature, le declinazioni verbali, i tempi passati prossimi e i futuri remoti, aiutano a collocare il pensiero in una complessità ipotetica di ragionamento critico. Avere a disposizione un lessico articolato è garanzia di un maggior pensiero articolato, dove “l’interno è un doppio dell’esterno”, come diceva Melanie Klein, una psicanalista del secolo scorso. Accendere l’immaginazione altro non è che l’attitudine a formulare ipotesi sulla realtà e sulle possibilità, e ai bambini piace moltissimo ipotizzare. Qualche supposizione è nascosta e custodita dentro le nostre piccole librerie indipendenti per l’infanzia; lì ho trovato “chiavi di lettura” che aprono “le porte segrete del regno di Fantasia” mostrandoci una via d’accesso più visibile; La concretezza di quei germogli è anche ricordare con immensa gratitudine il prezioso lavoro di alcune di queste botteghe d’arte, tra cui “Le piccole Abitudini”, “La Bottega di Merlino” a Modena, Radice-Labirinto a Carpi. Da quest’ultima in particolare, ho chiesto in prestito una metafora a proposito della buona letteratura per l’infanzia. Se non ricordo male, dice più o meno così: “Siamo sicuri che l’incanto sia davvero avvenuto perché ogni buona magia lascia dietro di sé delle prove che testimoniano il suo passaggio, come la monetina che il prestigiatore lascia cadere nelle vostre tasche” (Alessia Napolitano di Radice-Labirinto).

Buone letture sotto l’ombrellone da tutto il Poliambulatorio Fisio Line

Se vi fa piacere potete mettere le vostre esperienze, i vostri pensieri o commenti nella “cassetta delle lettere” all’indirizzo vera.vaccari@outlook.it

Vera Vaccari




Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, s..   Continua >>


 
 
 
 


A cura di - Articoli Recenti
Ipoacusia e decadimento cognitivo, ..
Ancora una volta il Poliambulatorio Fisio Line ci guida verso la conoscenza di atteggiamenti..
14 Giugno 2022 - 13:44
Test prenatale non invasivo - NiPT: ..
Il NIPT è in grado di determinare il rischio per le anomalie ricercate con una elevata ..
10 Maggio 2022 - 12:18
Scoliosi, come riconoscerla ed ..
La colonna vertebrale ci sostiene per tutta la vita e occorre prendersene cura nel modo più..
03 Maggio 2022 - 11:12
Buone regole per la schiena in ..
Lo sviluppo corretto del corpo passa da un’adeguata abitudine posturale in tutti i ..
27 Aprile 2022 - 18:56
A cura di - Articoli più letti
Il fegato grasso: lo stile di vita ..
Il fegato grasso è il primo segnale di possibili future malattie cardiovascolari ..
03 Marzo 2021 - 12:47
Perch? non riusciamo a perdere peso?
La dottoressa Silvia Ariotti risponde ad alcune domande poste dai pazienti
23 Marzo 2021 - 07:14
Rachialgia, come combattere il mal di..
Che cos'? e come prendersene cura. Approccio osteopatico e fisioterapico
06 Aprile 2021 - 08:10
I peccati di gola delle feste? Ecco ..
Silvia Ariotti: 'Oggi vi indichiamo come affrontare gli eccessi alimentari del periodo di ..
10 Gennaio 2022 - 14:52