Ambiente industriale: l'importanza dei servoazionamenti
Ozonoterapia 2
Radio Birikina
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Ozonoterapia 2
rubricheSpazio alle Imprese

Ambiente industriale: l'importanza dei servoazionamenti

La Pressa
Logo LaPressa.it

Il servoazionamento è un dispositivo che alimenta e controlla il servomotore, assicurandosi che quest’ultimo riceva la tensione e la corrente necessarie


Ambiente industriale: l'importanza dei servoazionamenti
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

Nel settore dell’automazione industriale i servoazionamenti sono dispositivi essenziali per controllare il funzionamento dei motori, ma è necessario usare sistemi ad alte prestazioni per ottenere performance elevate e ottimizzare l’efficienza energetica. Si tratta infatti di uno degli elementi principali di un servosistema, da cui dipende il corretto funzionamento dell’applicazione. Le imprese che devono utilizzare un servoazionamento che sia professionale e affidabile possono rivolgersi a realtà come Servotecnica, azienda con più di 40 anni di esperienza nell’automazione industriale, in grado di combinare tecnologie innovative e la competenza di tecnici altamente qualificati.
Nella proposta di Servotecnica sono disponibili servoazionamenti centralizzati o decentralizzati con range da 12/80 VDC fino a 200-400 VAC, oltre al supporto dedicato di un team di motion specialist per scegliere la soluzione migliore per ogni applicazione.

Cosa sono i servoazionamenti e come funzionano

Il servoazionamento è un dispositivo che alimenta e controlla il servomotore, assicurandosi che quest’ultimo riceva la tensione e la corrente necessarie e monitorandone il funzionamento.
Per ottenere il movimento richiesto da parte del servomotore, il servoazionamento prende il segnale di comando dal controller e trasmette al motore una determinata quantità di corrente e tensione, controllando in seguito una serie di parametri come velocità, posizione e coppia.
Nello specifico, un servoazionamento comunica al servomotore cosa fare all’interno di un sistema ad anello chiuso, inoltre monitora la rotazione del motore facendo in modo che operi secondo quanto previsto – può far accelerare, rallentare o fermare il motore, oppure cambiarne la direzione di movimento.
Questo elemento, quindi, amplifica il segnale del controller per il servomotore alla tensione e alla corrente desiderate, prelevando l’energia necessaria da un sistema di alimentazione.


Alcuni servoazionamenti possono essere collegati direttamente a un encoder, un componente altrettanto importante per il funzionamento del servosistema che consente al servoazionamento di eseguire correzioni di tensione e corrente in tempo reale.
Lo sviluppo di questi dispositivi sul feedback ricevuto dall’encoder permette di ottenere servoazionamenti più efficienti, precisi e sofisticati, in quanto sono capaci di correggere eventuali errori o anomalie in modo immediato intervenendo sui segnali di uscita e di ingresso del sistema. L’impiego dei servoazionamenti avviene per controllare un’ampia gamma di servomotori, tra cui motori CC e AC, brushless, con spazzole, rotativi e lineari, con la possibilità di integrarli in piattaforme di controllo personalizzate o installarli nell’applicazione come unità già pronte.

Servoazionamenti centralizzati o decentralizzati per le applicazioni di motion control

Le applicazioni di motion control possono utilizzare servoazionamenti centralizzati o decentralizzati, due soluzioni entrambe valide ma che richiedono un’attenta valutazione per capire quale scegliere in base al tipo di impiego.
Nei sistemi centralizzati l’azionamento è ubicato in un cabinet, in genere situato vicino alle linee di produzione e alle macchine. Questa opzione comporta un ingombro elevato e richiede un certo spazio a disposizione, ma garantisce dei vantaggi nell’ispezione visiva e permette di semplificare la manutenzione e la diagnostica.
I servoazionamenti decentralizzati invece consentono di ridurre l’ingombro e gestire al meglio le applicazioni anche in spazi limitati, con benefici rilevanti in termini di ottimizzazione dello spazio. Un servoazionamento decentralizzato permette inoltre di contenere le spese iniziali, grazie alla possibilità di risparmiare sui costi dei materiali e sulla manodopera per l’installazione.
Inoltre, nonostante l’ispezione visiva e la manutenzione risultino più complessi, con i sistemi di azionamento decentralizzati è possibile eliminare i lunghi cavi motore e usufruire di una maggiore modularità.
La scelta tra servoazionamenti centralizzati o decentralizzati richiede comunque un’attenta analisi delle caratteristiche di ogni opzione in base alle esigenze applicative, per essere sicuri di individuare la soluzione più performante ed efficiente per ciascun impiego.
Bisogna infatti considerare molteplici aspetti come la complessità del progetto, le funzionalità di rete e il dimensionamento dell’applicazione, valutando i prodotti migliori con il supporto di uno specialista di motion control.

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

Radio Birikina

Whatsapp
Spazio alle Imprese - Articoli Recenti
Quanto durano i corsi di trucco permanente?
Il trucco permanente, come il nome suggerisce, consente alle persone di avere sempre addosso..
11 Giugno 2024 - 16:00
Cos'è il cashback online e come sfruttarlo per risparmiare
Ma cos'è esattamente il cashback? Come funziona e come possiamo sfruttarlo al meglio per ..
11 Giugno 2024 - 10:13
L’ipoacusia in Italia, i dati: quante persone soffrono di perdita dell’udito?
In generale, l’ipoacusia colpisce indipendentemente dall’età
10 Giugno 2024 - 16:55
Quali sono i fiori più belli da regalare alla persona che si ama
I fiori sono una delle forme più antiche e universali di espressione romantica
10 Giugno 2024 - 10:34
Spazio alle Imprese - Articoli più letti
Roadhouse Restaurant: apre nuovo locale a Rovereto, in Trentino
Nei primi otto mesi?dell'anno sono stati?14 i nuovi ristoranti aperti dal gruppo Cremonini
18 Settembre 2019 - 17:09
Azienda agricola Cavazzuti, tradizione e cura per produrre eccellenza
Prima tappa del nostro viaggio che insieme a Confagricoltura Modena ci porterà in dieci ..
12 Aprile 2018 - 10:40
Quali sono gli psicologi più richiesti?
Un professionista di questo tipo deve formarsi in maniera praticamente costante, in modo da ..
16 Giugno 2023 - 06:00
Azienda agricola Giovanni Solmi, storia e futuro della ciliegia IGP
Quarta tappa del nostro viaggio nel mondo delle aziende Confagricoltura Modena, eccellenze ..
24 Luglio 2018 - 00:20