Ozonoterapia 1
Radio Birikina
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Ozonoterapia 1
rubricheSpazio alle Imprese

Che tipo di carne è il Prosciutto di Parma?

La Pressa
Logo LaPressa.it

E' importante conoscerne le caratteristiche, in modo da fare scelte consapevoli in fase di acquisto e in ottica di nutrienti


Che tipo di carne è il Prosciutto di Parma?
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

Il prosciutto di Parma è uno dei prodotti tipici dell'Italia più apprezzati in tutto il mondo.
Tuttavia, molte persone non sanno quale sia il tipo di carne utilizzata per produrlo: è importante conoscerne le caratteristiche, in modo da fare scelte consapevoli in fase di acquisto e in ottica di nutrienti.

Storia e tradizione del prosciutto di Parma:

La storia del prosciutto di Parma risale a secoli fa, quando la carne di maiale veniva conservata con sale e successivamente stagionata in modo da poter essere consumata in periodi di carestia.
Nel corso del tempo, la produzione si è evoluta e perfezionata, diventando una vera e propria arte culinaria.
Oggi, il prosciutto di Parma è uno dei prodotti alimentari italiani più famosi al mondo e rappresenta un elemento tipico della tradizione gastronomica nostrana.
E’ un prodotto di alta qualità e di origine controllata, la cui produzione è regolamentata dal disciplinare di produzione del Consorzio del Prosciutto di Parma.


Questo disciplinare stabilisce i criteri di selezione della materia prima, il metodo di lavorazione, i tempi di stagionatura e i controlli di qualità che devono essere effettuati durante l'intero processo di produzione.

Modalità di produzione, caratteristiche e valori nutrizionali

Il processo di produzione del prosciutto di Parma è lungo e complesso, ma fondamentale per ottenere un prodotto di alta qualità.
Dopo la selezione della materia prima, ovvero le cosce di suino, la carne viene sottoposta a una prima fase di salatura e successivamente lavata e asciugata.
Segue la stagionatura, che avviene in ambienti controllati e dura almeno 12 mesi. Durante questo periodo, il prosciutto acquisisce il suo caratteristico aroma e sapore.
Una volta completato il ciclo di produzione, si avrà una carne morbida, saporita e leggermente dolce al palato, con un aroma delicato ma intenso.
La grana sarà uniforme e di colore rosato.


E’ un alimento altamente nutriente, ricco di proteine e con un basso contenuto di grassi saturi.
Inoltre, è una fonte importante di vitamine del gruppo B, come la niacina e la vitamina B12, e di minerali come il ferro e lo zinco.
Grazie alla sua composizione nutrizionale, il prosciutto di Parma rappresenta una scelta ideale per una dieta equilibrata e salutare, ma è importante consumarlo con moderazione e tenendo conto del suo contenuto calorico.

Tipi di carni utilizzate

Il prosciutto di Parma viene prodotto utilizzando esclusivamente cosce di suino provenienti da razze selezionate.
Le razze utilizzate sono quelle che si prestano meglio alla stagionatura e alla produzione di una carne di alta qualità, come ad esempio la razza italiana pesante, la Landrace e la Large White.
L’utilizzo della coscia è particolarmente adatta in quanto è molto muscolosa e presenta un buon rapporto tra grasso e magro, elementi fondamentali per garantire la più alta qualità del prodotto finale.

Domande frequenti sul Prosciutto di Parma

Di seguito alcune fra le domande più comuni e ripetute, che possono aiutare a comprendere meglio alcuni dettagli.

Qual è la differenza tra prosciutto cotto e prosciutto crudo?

La differenza principale tra i 2 tipi di prosciutto sta nella lavorazione.
Il prosciutto crudo viene stagionato per un periodo di tempo che varia da 12 a 36 mesi, mentre il prosciutto cotto viene cotto a vapore e quindi consumato fresco.
Il prosciutto crudo ha un sapore intenso e deciso, mentre il prosciutto cotto ha un gusto più delicato e una consistenza più morbida.

Si può cuocere il prosciutto di Parma?

Essendo un prodotto stagionato , viene consumato generalmente crudo, quindi non è necessario cuocerlo.
L’ideale è gustarlo insieme a focacce, crostini o ancora panini e tramezzini.
Prima di tutto, è importante sapere che la cottura può alterarne il sapore e la consistenza, quindi potrebbe non essere la scelta migliore se si voglia godere delle sue caratteristiche organolettiche uniche.
Inoltre, avendo un basso contenuto di umidità, sempre per motivi di stagionatura, non si presta molto bene alla cottura.
Tuttavia, ci sono alcune ricette particolari che prevedono la cottura del prosciutto crudo, più che altro aggiungendolo in forno, come ad esempio gli involtini di melanzane o facendolo rosolare in padella come preparazione di un condimento per primi piatti.

Quale vino abbinare?

Come suggerito sul sito del salumificio Pasini, un ottimo abbinamento prevede un vino rosso leggero, come ad esempio il Colli di Faenza Sangiovese DOC.

Il prosciutto di Parma contiene conservanti o additivi?

Il prosciutto di Parma non contiene conservanti o additivi.
La lavorazione del prosciutto di Parma prevede solo l'uso di sale marino, che viene utilizzato per la salatura, e di aria fresca di montagna, che viene utilizzata per la stagionatura.
Grazie a questo metodo di lavorazione, il prosciutto di Parma mantiene un sapore autentico e genuino, privo di qualsiasi tipo di sostanza chimica.

Il prosciutto di Parma è adatto alla dieta vegetariana o vegana?

Questo alimento non è adatto alla dieta vegetariana o vegana in quanto è un prodotto di origine animale.
La sua produzione, infatti, prevede l'utilizzo esclusivo di carne suina intera e il suo consumo risulta quindi incompatibile con tale dieta.

Quanto tempo può essere conservato il prosciutto di Parma?

Essendo un prodotto stagionato a lungo termine, può essere conservato per diversi mesi, se non anni, a patto che sia conservato correttamente.
Il modo migliore per conservarlo è tenerlo in un luogo fresco e asciutto, come ad esempio una cantina o un frigorifero.
Per mantenere inalterate le sue proprietà organolettiche, è bene avvolgerlo in un canovaccio di cotone e conservarlo appeso con il grasso rivolto verso il basso.
Prima del consumo, è consigliabile lasciarlo fuori dal frigorifero per almeno mezz'ora, in modo che raggiunga la temperatura ambiente e si possa apprezzare appieno il suo sapore e la sua consistenza.

Conoscenza alimentare e scelte consapevoli

Abbiamo visto come il Prosciutto di Parma rappresenti un tesoro gastronomico della tradizione italiana, noto in tutto il mondo per la sua qualità e le sue caratteristiche organolettiche uniche.
La sua produzione è regolamentata da un disciplinare che ne garantisce l'origine e la qualità, e la sua lavorazione artigianale richiede tempo e cura per ottenere un prodotto di eccellenza.
La scelta consapevole dei prodotti alimentari e la conoscenza della loro provenienza e qualità sono fondamentali per la nostra salute e il nostro benessere.
È importante sapere cosa mangiamo e da dove proviene ciò che mangiamo, perché questo influisce sulla nostra salute e sull'ambiente circostante.
Optare per prodotti di qualità e di origine certificata ci garantisce la sicurezza degli alimenti e la sostenibilità delle produzioni, oltre a promuovere l'agricoltura e l'economia locale.
Inoltre, scegliere prodotti di alta qualità significa scegliere alimenti che sono stati coltivati e prodotti con cura, rispettando la natura e il benessere degli animali.
Questo ci garantisce di assumere sostanze nutritive di qualità e di godere dei sapori autentici e genuini della tradizione culinaria locale, ed il Prosciutto di Parma non fa eccezione.

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

Radio Birikina

Whatsapp
Spazio alle Imprese - Articoli Recenti
Idraulico a Torino: quando chiamarlo ..
Le perdite d'acqua non solo rappresentano un rischio per la struttura dell'edificio, ma ..
18 Febbraio 2024 - 14:09
Cresce l’industria della canapa: le..
Negli ultimi anni, abbiamo assistito a una rinascita dell'interesse verso questa pianta, ..
15 Febbraio 2024 - 13:58
Prestiti personali online: in ..
Perde oltre 3 punti percentuali la finalità ristrutturazione casa, che subisce il ..
15 Febbraio 2024 - 10:41
Smartphone pieghevoli: com'è andato ..
Nell'analizzare il loro percorso finora, si è delineata una discussione complessa tra la ..
14 Febbraio 2024 - 17:34
Spazio alle Imprese - Articoli più letti
Roadhouse Restaurant: apre nuovo ..
Nei primi otto mesi?dell'anno sono stati?14 i nuovi ristoranti aperti dal gruppo Cremonini
18 Settembre 2019 - 17:09
Azienda agricola Cavazzuti, ..
Prima tappa del nostro viaggio che insieme a Confagricoltura Modena ci porterà in dieci ..
12 Aprile 2018 - 10:40
Azienda agricola Giovanni Solmi, ..
Quarta tappa del nostro viaggio nel mondo delle aziende Confagricoltura Modena, eccellenze ..
24 Luglio 2018 - 00:20
Vacanze in Calabria: quali sono le ..
Tutta la riviera dei cedri nel Golfo Di Policastro merita di essere visitata ma la spiaggia ..
12 Agosto 2023 - 06:32