Iscriviti al Canale YouTube de La Pressa
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Iscriviti al Canale YouTube de La Pressa
articoliChe Cultura

AngelicA Festival, oggi concerto di Amaro Freitas

La Pressa
Logo LaPressa.it

Il pianista brasiliano si esibirà per la prima volta in Italia in un recital di piano solo, alle 20.30, al Teatro San Leonardo di Bologna


 AngelicA Festival, oggi concerto di Amaro Freitas

La 32esima edizione di AngelicA Festival prosegue questa sera alle 20.30 al Teatro San Leonardo di Bologna, con il suono della nuova musica brasiliana di Amaro Freitas: questo concerto è la prima occasione, in Italia, di ascoltarlo in un recital di piano solo. Lo stato brasiliano nord-orientale del Pernambuco, da cui Amaro Freitas proviene, è un’area ricca di culture e tradizioni che hanno segnato profondamente il prodigioso giovane pianista, il cui approccio percussivo allo strumento è debitore dei ritmi tradizionali brasiliani nordestini, come il Maracatu afro-brasiliano, e della frenesia del frevo e del baião, quanto del suono dei suoi idoli giovanili come Thelonius Monk, Chick Corea e Gonzalo Rubalcaba.
Il suo album di debutto autoprodotto, Sangue Negro (2016), attraversava trasversalmente il minimalismo, il bebop, l’afrojazz, la samba e il frevo, e ha permesso ad Amaro di conquistare il suo paese d’origine, ma sono state le uscite di Rasif (2018) e Sankofa  (2021) per la britannica Far Out Recordings a fargli ottenere l’apprezzamento della critica internazionale, che ha lodato la complessità ritmico-armonica del suo trio e la sua maturità, nonostante la giovane età, nel saper conciliare gli elementi più disparati in un caleidoscopio espressivo del tutto personale.

Una caratteristica, questa, che emerge ancor più nella dimensione del solo, che tende a liberarsi dalle forme esistenti per spaziare trasversalmente da reminiscenze dello stride jazz di Tatum all’impressionismo di Satie, dall’Africa ancestrale alle rarefazioni percussive del piano preparato di John Cage. Amaro Freitas, come molti grandi prima di lui, iniziò a suonare il piano in chiesa all’età di 12 anni sotto la guida di suo padre. Malgrado il talento evidente, potè però frequentare solo per breve tempo il Conservatorio Pernambucano di Musica, che dovette abbandonare per ragioni economiche, e proseguì suonando per matrimoni e lavorando in un call center per pagarsi le lezioni di pianoforte. Racconta che, all’età di 15 anni, rimase folgorato dal vedere un concerto di Chick Corea in DVD, «non avevo mai visto niente del genere, ma sapevo che era quello che volevo fare con il pianoforte».

Nonostante non possedesse uno strumento, si esercitava su tastiere immaginarie nella sua camera da letto, finché riuscì a stringere un accordo con un ristorante locale per esercitarsi prima dell’orario di apertura. A 22 anni era pianista residente presso il leggendario jazz bar Mingus, dove incontrò Jean Elton e Hugo Medeiros, i membri del suo trio, tutt’ora in attività.
Freitas ha anche collaborato nel 2018 con l’artista vincitore del Grammy Lenine per il suo progetto Lenine em Trânsito, e nel 2020, come pianista e arrangiatore, con uno dei più grandi artisti brasiliani di tutti i tempi, Milton Nascimento, per l’EP Existe Amor (2020), con la partecipazione del famoso rapper brasiliano Criolo. Freitas suona prevalentemente all’estero con il suo trio (ancora in tour per presentare il loro terzo album Sankofa), e la data di AngelicA sarà la prima occasione in Italia per ascoltarlo in un recital di piano solo.
Stefano Soranna



Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, s..   Continua >>


 
 
 
 

Articoli Correlati
Shaloma Locomotiva Orchestra 44+1 con Angelica
Che Cultura
23 Ottobre 2020 - 15:59
Doppio set ad Angelica festival questa sera a Bologna
Che Cultura
08 Ottobre 2020 - 11:40

Che Cultura - Articoli Recenti
Modena, sabato 25 giugno seminario a ..
'L'informazione e la creazione dell'immaginario - quali meccanismi regolano il mondo ..
18 Giugno 2022 - 09:23
Dal 25 giugno al 4 agosto, torna il ..
Diciotto concerti tra Reggio Emilia, Modena, Casalgrande, Correggio, Scandiano e Carpi
17 Giugno 2022 - 18:20
Modenamoremio ha festeggiato 20 anni:..
L’intero ricavato, pari a 5.250 euro, è stato devoluto all’associazione Porta Aperta ..
17 Giugno 2022 - 11:29
Torna Modena Bai Nait, sognare e ..
Dal 15 giugno appuntamento con una rassegna speciale dedicata al viaggio e all'incontro di ..
15 Giugno 2022 - 14:59
Che Cultura - Articoli più letti
Gli italiani scoprirono che Muccioli ..
Intervista a Paolo Severi, uno dei protagonisti di SanPa, il documentario di Netflix. ..
17 Gennaio 2021 - 18:17
Se la locomotiva di Guccini si ..
Guccini si scaglia contro l'opposizione brandendo l'arma più subdola, la bandiera di ..
27 Aprile 2020 - 10:59
18 settembre 1977: al parco Ferrari ..
Il precedente al quale si aggrappa Muzzarelli per sperare che il primo luglio vada tutto ..
19 Giugno 2017 - 17:10
Anche Modena piange l'arciduchessa ..
Nella Chiesa di San Vincenzo in centro a Modena si terrà una recita del Santo Rosario
14 Gennaio 2022 - 17:17