Omnispower
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
articoliMondo

Crosetto: 'Ci aspettiamo un inasprimento della guerra in Ucraina'

La Pressa
Logo LaPressa.it

'Ho ribadito al segretario generale della Nato Jens Stoltenberg che l’Italia, tra i protagonisti dell’Alleanza atlantica, proseguirà nel sostegno all’Ucraina'


Crosetto: 'Ci aspettiamo un inasprimento della guerra in Ucraina'
È “una drammatica chimera” l’idea di una vittoria dell’Ucraina sulla Russia sul campo di battaglia: lo ha detto oggi il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, mentre in una base americana in Germania è in corso un incontro dell’Alleanza atlantica incentrato su possibili nuove forniture di carri armati a Kiev.
Secondo il rappresentante della presidenza russa, “non bisognerebbe sopravvalutare l’importanza di forniture del genere rispetto alla possibilità di cambiare le cose”. E il ministro della Difesa, Guido Crosetto, presente alla riunione nella base di Ramstein insieme agli omologhi di oltre 50 Paesi, lancia l’allarme: “Ci aspettiamo un inasprimento della guerra nelle prossime settimane“.

Tra le opzioni al centro della riunione del Gruppo di Contatto per la difesa dell’Ucraina in Germania c’è l’invio in Ucraina di tank tedeschi Leopard. Il governo di Berlino ha finora legato la messa a disposizione di questo tipo di carri armati a forniture a Kiev da parte americana dei modelli M1 Abrams.

Secondo gli osservatori, il nodo non è economico o tecnico ma investe decenni di ‘Ostpolitik’, con relazioni con Mosca e l’Europa orientale fondate su diplomazia e relazioni commerciali.

“Durante la riunione gli oltre 40 Paesi, della Nato, dell’Unione Europea e anche extra-europei – fa sapere il ministero della Difesa in un comunicato – si sono confrontati sull’evoluzione del conflitto in atto e sulle nuove e imminenti esigenze per le quali gli Alleati hanno dimostrato ferma determinazione nel continuare a sostenere la resistenza ucraina contro l’aggressione russa. Tutti i partecipanti hanno, infatti, confermato il pieno sostegno al popolo ucraino che sta combattendo a difesa della propria sovranità e dei valori democratici dell’Occidente”.

“Ogni giorno è importante per risolvere la crisi in atto. Ci aspettiamo nelle prossime settimane un inasprimento della guerra con un aumento esponenziale degli attacchi via terra che andranno ad aggiungersi a quelli missilistici portati dalla Russia in quest’ultimo periodo” spiega il ministro della Difesa ricordando che i russi hanno formato oltre 300mila nuove reclute.

“Oggi le nazioni che stanno aiutando l’Ucraina si sono incontrate per individuare come possono aiutare le forze armate di Kiev ad affrontare un probabile inasprimento del conflitto” aggiunge il ministro, ribadendo che occorre un intervento tempestivo.

“Bisogna passare dalle parole ai fatti nel più breve tempo possibile”, afferma ancora Crosetto, spiegando che ogni nazione contribuirà fornendo materiale militare (batterie antimissili e mezzi terrestri) per aiutare la difesa ucraina a fronteggiare il peggioramento del conflitto che rischia di esserci nei prossimi mesi. Verrà inviato, inoltre, materiale civile, come gruppi elettrogeni, tende e vestiario.
“Al Gruppo di Contatto per la difesa dell’Ucraina ho ribadito al segretario generale della Nato Jens Stoltenberg che l’Italia, tra i protagonisti dell’Alleanza atlantica, proseguirà nel sostegno all’Ucraina e al suo popolo. Continueremo a fare la nostra parte”. Poi, rivolto al collega ucraino Oleksii Reznikov, Crosetto ha assicurato: “Non vi lasceremo soli di fronte a una vile aggressione. Siamo e resteremo al fianco del popolo ucraino a difesa di democrazia e libertà”.


Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, s..   Continua >>


 
 
 
 

Omnispower

Mondo - Articoli Recenti
'Useremo nucleare se Kiev colpisce ..
Lo ha dichiarato il vicepresidente del Consiglio di sicurezza russo Dmitrij Medvedev in ..
04 Febbraio 2023 - 13:07
Guerra in Ucraina, così i ..
Eppure questa strategia del continuo riarmo non ha prodotto nulla di positivo
29 Gennaio 2023 - 09:55
Pronta offensiva russa in primavera: ..
L’unica speranza di sopravvivenza per il regime di Kiev è di trascinare la Nato in un ..
24 Gennaio 2023 - 18:43
E così la Nato è sull'orlo di ..
Il presidente Zelensky non è l'innocente artista della televisione prestato alla politica ..
24 Gennaio 2023 - 18:07
Mondo - Articoli più letti
Guerra in Ucraina, le parole della ..
Le esternazioni della Merkel confermano indirettamente che USA, UE e NATO lavoravano in modo..
20 Dicembre 2022 - 12:56
Pronta offensiva russa in primavera: ..
L’unica speranza di sopravvivenza per il regime di Kiev è di trascinare la Nato in un ..
24 Gennaio 2023 - 18:43
Arresto cardiaco: è morta la figlia ..
Unica figlia di Elvis, esordì come cantante nel 2003 con l’album To Whom It May Concern
13 Gennaio 2023 - 10:48
Da Cacciari a Buttafuoco: un appello ..
Prevista la autonomia delle regioni russofone di Lugansk e Donetsk entro l’Ucraina secondo..
16 Ottobre 2022 - 16:00