Il Paese della felicità? La Finlandia
App
Udicon
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Udicon
articoliSocieta'

Il Paese della felicità? La Finlandia

Data: / Categoria: Societa'
Autore:
La Pressa
Logo LaPressa.it

I finlandesi non assumono atteggiamenti competitivi nel rapportarsi con gli altri e non tendono ad ostentare il proprio stato di benessere


Il Paese della felicità? La Finlandia
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

La Finlandia è il Paese con la popolazione più felice al mondo. Enon c’entrano i soldi.
Si trova infatti al 1° posto, per ben cinque anni consecutivi, nella classifica del “World Happyness Report”; una pubblicazione annuale del Sustainable development network, che analizza il livello di felicità degli individui nel mondo. L’Italia si trova al 33° posto, su 96, accanto a Spagna, Kosovo, Cile e Messico.

La classifica viene definita in base al punteggio raggiunto dalla somma delle valutazione dei cittadini di ogni Paese, sulla propria vita. La classifica valuta diversi fattori, tra cui le aspettative di vita e la corruzione presente nello Stato. Quest’ultimo fattore non contribuisce certamente a renderci particolarmente soddisfatti delle nostre istituzioni: nel 2022, nel rapporto di TransparencyInternational, l’Italia si posizionava al 42° posto, su 180 (con 56 punti su 100), sull’indice della percezione della corruzione.

La Finlandia, ca va sans dire, si trova in 2° posizione, con 87 punti su 100.

Un esperimento condotto nel 2022, i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista “Science”, ha testato l’onestà dei cittadini di diversi Paesi. Facendo cadere un portafoglio, vedevano quante persone lo riconsegnavano alle autorità competenti e quante lo trattenevano. A Helsinki, su dodici portafogli, undici sono stati riportati al proprietario, portando la Finlandia, assieme alla Svizzera ai primi posti della classifica (l’Italia è risultata al 24° posto su 40). Questo senso di onestà si riflette anche sulla vita dei bambini, che prendono tranquillamente mezzi pubblici e giocano fuori casa senza la supervisione dei genitori.

Cos’è che rende una società felice?

Se prendiamo ad esempio proprio la Finlandia, Frank Martela, filosofo e psicologo finlandese, ci spiega che le società dei Paesi a “consumismo avanzato”, sono pervase da atteggiamenti che minano la felicità, e che i finlandesi sono molto abili nell’evitare.

Se per Albano & Romina la felicità consisteva in “un panino ed un bicchiere di vino”, per i finlandesi si tratta di norme etiche e comportamentali, che tutti conosciamo ma che abbiamo serie difficoltà a mettere in pratica, e loro invece no. Il loro modo di rapportarsi agli altri ed alla vita in generale, è molto diverso dal nostro.
I finlandesi non assumono atteggiamenti competitivi nel rapportarsi con gli altri e non tendono ad ostentare il proprio stato di benessere. Inoltre, una vita a contatto con la natura permette loro di apprezzare la semplicità delle cose. La maggioranza della popolazione finlandese è fortemente convinta che una vita a stretto contatto con la natura sia utile non solo a ricaricarsi e a rilassarsi, ma a ridimensionare le aspettative dei singoli individui.
Tutto ciò rende i finlandesi fortemente fiduciosi verso gli altri. Secondo Martela “il connubio tra fiducia e benessere è perfetto per vivere in serenità”.

La conoscenza alla base della felicità

Ciò che contribuisce a rendere i finlandesi, ed altri popoli del nord Europa, particolarmente felici, è anche la consapevolezza che hanno di sé e delle risorse di cui dispongono, nonché le opportunità da cogliere.
La consapevolezza di sé e di quello che ci circonda, è ciò che ci permette di valutare con chiarezza il nostro ruolo nella società, e come interagire con essa. Per avere consapevolezza occorre informarsi, conoscere. La Finlandia è il Paese tra i più alfabetizzati del mondo. I finlandesi sono dei grandi lettori, di libri, riviste e giornali. Se invece prendiamo ad esempio l’Italia, purtroppo, risulta in Europa il Paese con il più alto tasso di ignoranza, nel senso proprio di non conoscenza della realtà che ci circonda. E non è necessariamente una questione di titoli di studio. Secondo il “MISPERCEPTION INDEX”, classifica redatta da “IPSOS Mori”, che misura quanto è distorta la percezione dellarealtà rispetto a quanto certificano i principali enti di statistica nazionale, noi italiani siamo in assoluto i più ignoranti su trediciPaesi industrializzati del pianeta.

Perché la conoscenza genera felicità?

L’ignoranza, la non conoscenza del mondo che ci circonda, crea una distorsione cognitiva, alimenta le nostre ansie, le nostre paure, fino a cercare delle possibili verità che non corrispondono alla realtà. Una realtà distorta che degenera nell’insoddisfazione e nell’infelicità. Fino ad arrivare a renderci un popolo di invidiosi, come si evince dal “Rapporto Eurispes 2016”.
La conoscenza, al contrario, contribuisce a farci assumere un ruolo più attivo nella società. Serve a farci capire quando è l’ora di cambiare le cose.

Nell’ultimo Rapporto Eurispes, il suo Presidente, Gian Maria Fara, dichiara che “è giunto il momento in cui dobbiamo comprendere il tempo che stiamo vivendo”. Continua nel rimarcare “l’incapacità e la non volontà di comprendere le vere sfide del presente, ed i riverberi che esse avranno nel futuro”, concludendo che è necessario “richiedere alle persone e alle comunità il coraggio, la lungimiranza, la responsabilità e la volontà ad intraprendere percorsi di crescita”.

Andrea Lodi

Andrea Lodi
Andrea Lodi

Vivo a San Prospero, in provincia di Modena. Sono aziendalista, specializzato in Pianificazione Strategica. Giornalista economico, da gennaio 2009 curo “Economix“, la rubrica economic..   Continua >>



Udicon

Whatsapp
Societa' - Articoli Recenti
Modena, lutto nella sanità per la morte di Anna Sviridenko: 'Solare e preparata'
'Al di là del suo sorriso e della sua umanità, la ricordiamo per la sua competenza e ..
12 Giugno 2024 - 12:46
Omicidio Modena, il cordoglio dell'Azienda Ospedaliera e Unimore
Anna, la 40enne uccisa dal marito e padre dei suoi due figli, lavorava presso l'azienda ..
11 Giugno 2024 - 19:08
Al via gli esami di Terza Media anche nel modenese
Si comincia oggi con la prova di italiano. Tre le tipologie di tracce, precedentemente ..
10 Giugno 2024 - 08:38
Modena, gita in barca a vela per sei ragazzi guariti dal cancro al Policlinico
Nell’ambito del progetto di Sea Therapy è stato possibile far partecipare un gruppo di ex..
09 Giugno 2024 - 12:58
Societa' - Articoli più letti
Reazioni avverse e morti: confronto Astrazeneca, Pfizer, J&J e Moderna
I morti sono stati sinora 223, 27 eventi gravi ogni 100.000 dosi. Nel periodo considerato ..
31 Maggio 2021 - 13:40
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 anni. Ieri aveva fatto la seconda dose di Pfizer
Il padre: 'Non credo il vaccino abbia influito. In ogni caso non mi importa il motivo, farei..
09 Settembre 2021 - 20:11
Il sindacato dei carabinieri: 'Green pass legge inaccettabile'
'Al carabiniere non vaccinato è vietato mangiare in mensa con i vaccinati, però può ..
03 Ottobre 2021 - 23:39
'Trombosi cerebrale dopo la seconda dose. E ora sono anche positiva'
La storia di una ragazza 24enne residente nel milanese. Si chiama Valentina Affinito e vive ..
11 Febbraio 2022 - 14:24