Stuzzicagente 20 giugno 2021
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Stuzzicagente 20 giugno 2021
articoliSocieta'

Reazioni avverse e morti: confronto Astrazeneca, Pfizer, J&J e Moderna

La Pressa
Logo LaPressa.it

I morti sono stati sinora 223, 27 eventi gravi ogni 100.000 dosi. Nel periodo considerato sono pervenute 56.110 segnalazioni su un totale di 18.148.394 dosi


Reazioni avverse e morti: confronto Astrazeneca, Pfizer, J&J e Moderna
L’Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa) ha pubblicato nei giorni scorsi il quarto Rapporto di farmacovigilanza sui vaccini Covid. I dati raccolti e analizzati riguardano le segnalazioni di sospetta reazione avversa registrate nella Rete Nazionale di Farmacovigilanza tra il 27 dicembre 2020 e il 26 aprile 2021 per i quattro vaccini in uso nella campagna vaccinale in corso.
Una analisi che, a differenza del quadro pubblicato nelle note informative (qui l'articolo), si basa quindi su dati reali.

Nel periodo considerato sono pervenute 56.110 segnalazioni su un totale di 18.148.394 dosi somministrate (tasso di segnalazione di 309 ogni 100.000 dosi), di cui il 91% sono riferite a eventi non gravi, che si risolvono completamente, come dolore in sede di iniezione, febbre, astenia/stanchezza, dolori muscolari. Come riportato nei precedenti Rapporti, gli eventi segnalati insorgono prevalentemente lo stesso giorno della vaccinazione o il giorno successivo (85% dei casi).

Le segnalazioni gravi corrispondono all’8,6% del totale, con un tasso 27 eventi gravi ogni 100.000 dosi somministrate, indipendentemente dal tipo di vaccino, dalla dose (prima o seconda) e dal possibile ruolo causale della vaccinazione.

La maggior parte delle segnalazioni sono relative al vaccino Pfizer (75%), finora il più utilizzato nella campagna vaccinale (70,9% delle dosi somministrate), e solo in minor misura al vaccino Astrazeneca (22%) e al vaccino Moderna (3%), mentre non sono presenti, nel periodo considerato, segnalazioni relative a COVID-19 Vaccino J&J (0,1% delle dosi somministrate).

La valutazione dei casi italiani di trombosi venosa intracranica e atipica in soggetti vaccinati con Astrazeneca è in linea con le conclusioni della procedura dell’Agenzia Europa dei Medicinali. In Italia, fino al 26 aprile 2021, sono state inserite nella Rete Nazionale di Farmacovigilanza 29 segnalazioni di trombosi venose intracraniche e 5 casi di trombosi venose in sede atipica. La maggior parte di questi eventi (22 casi, 65%) hanno interessato le donne con un’età media di circa 48 anni e solo in 1/3 dei casi circa gli uomini (12 casi, 35%) con un’età media di circa 52 anni. Il tempo medio di insorgenza è stato di circa 8 giorni dopo la somministrazione della 1a dose del vaccino Vaxzevria.

I morti

'In Italia, al 26 aprile 2021, sono state inserite 223 segnalazioni con esito “decesso”, con un tasso di segnalazione dei casi con esito fatale di 1,23/100.000 dosi per tutti i vaccini. Il 55,6% dei casi riguarda donne, il 43,4% uomini mentre lo 0,89% non riporta questo dato - si legge nel report -. Il differente tasso di segnalazione di eventi con esito fatale è in larga parte dipendente dalla diversa popolazione target dei singoli vaccini e dalla diversa esposizione. Ai fini di una corretta interpretazione di questi dati è quindi importante tenere in considerazione che:
1) il vaccino Comirnaty è il vaccino più somministrato, in una popolazione più eterogenea per età rispetto al vaccino Moderna, e, pertanto, ha il peso maggiore nel calcolo del tasso di segnalazioni di decesso dell’intera popolazione dei vaccinati;
2) il vaccino Moderna è stato somministrato soprattutto a pazienti più anziani o molto fragili, con conseguente maggiore probabilità di eventi fatali coincidenti;
3) il vaccino Vaxzevria è stato usato, nel periodo in esame, mediamente in una popolazione più giovane e meno fragile, con conseguente tasso di segnalazione di decessi più basso.
I tassi di segnalazione osservati in Italia sono in linea con quelli riportati a livello internazionale, soprattutto dall’Agenzia regolatoria del Regno Unito (MHRA - Medicines and Healthcare products Regulatory Agency), che ha ampiamente utilizzato e monitorato tre dei quattro vaccini attualmente somministrati sul nostro territorio. In base ai dati aggiornati al 29/04/2021, infatti, il tasso di segnalazione di eventi ad esito fatale nel Regno Unito, indipendentemente dal nesso di causalità, corrisponde a 1,9/100.000 dosi somministrate per il vaccino Pfizer/BioNTech (347 segnalazioni per 18 milioni di dosi somministrate), 3,1/100.000 per il vaccino AstraZeneca (685 segnalazioni per 26,4 milioni di dosi), 2/100.000 per il vaccino Moderna (2 per 0,1 milioni di dosi)
Per quanto riguarda i casi italiani, l’evento fatale è stato segnalato dopo la prima dose in 141 casi e dopo la seconda dose in 59 casi (il dato è mancante in 23 segnalazioni), con un tempo intercorrente tra la somministrazione del vaccino e la data segnalata del decesso che varia da due ore fino ad un massimo di 28 giorni. Non sono descritti decessi a seguito di shock anafilattico o reazioni allergiche importanti, mentre è frequente la segnalazione di eventi correlati a patologie pregresse o fattori di rischio specifici per l’evento fatale considerato'.
Qui il rapporto completo Aifa

Giuseppe Leonelli

Aggiornamento
Qui il quinto rapporto


Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
Email
 

Articoli Correlati
'Vaccini, ecco il rapporto tra la Lorenzin e le case farmaceutiche'
Politica
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:164519
Effetti indesiderati vaccino: confronto Pfizer, Moderna e Astrazeneca
Societa'
30 Aprile 2021 - 09:45- Visite:99622
Censura Lorenzin: 'Il Sindaco blocchi la proiezione del film Vaxxed'
Politica
14 Febbraio 2018 - 17:23- Visite:42864
Vaccini, eventi avversi: in Italia ad oggi 328 segnalazioni di morte
Societa'
11 Giugno 2021 - 07:00- Visite:36764
'Vaccini, perchè non si sa nulla su siero proteico (e sicuro) ..
Societa'
17 Aprile 2021 - 18:03- Visite:19865

Iscriviti al canale Telegram de La Pressa
Societa' - Articoli Recenti
Cavaleri (Ema): 'E' meglio vietare ..
'E' un’opzione che molti Paesi, come Francia e Germania, considerano alla luce della ..
13 Giugno 2021 - 13:23- Visite:358
Astrazeneca over 60: a Modena ..
Decine di migliaia i modenesi under 60 destinati a ricevere la seconda dose, bloccata invece..
13 Giugno 2021 - 10:23- Visite:396
'La verità? Hanno vaccinato i ..
A parlare su La7 in questi termini è stato Andrea Crisanti, direttore del reparto di ..
13 Giugno 2021 - 08:05- Visite:745
Burioni: 'Con alto numero non ..
'Abbiamo dei vaccini che possono salvarci e stiamo facendo di tutto, con una comunicazione ..
12 Giugno 2021 - 19:53- Visite:1041
Societa' - Articoli più letti
'Altro che Tachipirina, ecco come ..
L'ex primario del Pronto soccorso di Modena: 'Antinfiammatori ai primi sintomi e poi, se il ..
31 Gennaio 2021 - 14:37- Visite:220132
Morti nelle Rsa per Covid, in Emilia ..
Lo riporta l'Istituto superiore di sanità nell'ultimo report del 14 aprile sul contagio da ..
19 Aprile 2020 - 18:05- Visite:135521
Effetti indesiderati vaccino: ..
Con Astrazeneca 1 persona su 10.000 mostra coaguli di sangue spesso in siti insoliti come ..
30 Aprile 2021 - 09:45- Visite:99622