La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram
rubricheSenza Memoria

Il 3 febbraio del 1998 la strage del Cermis

La Pressa
Logo LaPressa.it

Venti morti, di sei paesi europei, a causa di un volo fuori legge: troppo basso, troppo veloce, fuori rotta. Nessuno pagò per quel disastro


Il 3 febbraio del 1998 la strage del Cermis
Il 3 febbraio del 1998, diciannove turisti, che stavano tornando a valle dopo una giornata sugli sci, e il manovratore della cabina della funivia che collega Cavallese all'Alpe del Cermis, persero la vita dopo che il vagoncino precipitò a terra da un’altezza di oltre 108 metri. Il cavo che lo sosteneva venne tranciato dal passaggio di un caccia dell'aeronautica militare statunitense. In volo troppo basso, troppo veloce, fuori rotta. Sfrecciando per la val di Fiemme a soli 100 metri dal suolo.
 
Per quella strage, quattro marines vennero processati ed assolti dalla Corte marziale americana. Furono poi condannati solo per la distruzione del nastro con il video che avevano registrato durante il volo tra le valli dolomitiche. Nessuno di loro rimase ferito perchè anche il caccia che colpì, tranciandolo, il cavo dela funivia, riuscì ad atterrare, pur con una manovra di fortuna.

L'incidente contò venti morti. Le vittime provenivano da sei diversi paesi europei: Olanda, Polonia, Belgio, Germania, Austria, Italia. Nazionalità diversa, il medesimo destino, il grande dolore per i familiari: per loro, pochissime le occasioni di ritrovarsi tutti assieme. Il 3 marzo 1999, in occasione del primo anniversario, si abbracciarono sul prato dove precipitò la funivia.

Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
 

Senza Memoria - Articoli Recenti
Bomporto, cento anni fa nasceva ..
Bandiera del Modena Calcio, è il giocatore col maggior numero di presenze. Sue 17 stagioni ..
07 Aprile 2020 - 19:53- Visite:3357
Mutilazioni genitali femminili: la ..
Il 6 febbraio era la giornata mondiale contro le mutilazioni genitali. A Modena il tema, ..
09 Febbraio 2020 - 08:34- Visite:914
Beni sequestrati alla mafia a ..
La dichiarazione dell'Assessore regionale Mezzetti ricordata e contestata dal centro destra ..
16 Gennaio 2020 - 23:36- Visite:514


Senza Memoria - Articoli più letti


Lo scalo Merci: da Modena a Marzaglia..
L'infrastruttura ferma da dieci anni ha bloccato lo sviluppo e la ricucitura dell'asse ovest..
06 Agosto 2017 - 00:35- Visite:12404
Ex diurno e Piazza Mazzini: dopo 16 ..
Bonaccini lo annunciò nel 2001, più di un milione di euro senza risultati
27 Aprile 2017 - 06:45- Visite:11586
Il giorno in cui il PD disse si ad ..
Era il 2 aprile 2012. In Consiglio comunale, al documento che diede il via libera a 533 ..
25 Settembre 2017 - 02:55- Visite:11480
Parco Ferrari, ritorna il tema della ..
L'occasione del concerto di Vasco è un modo per rispolverare il progetto del Wwf che ..
03 Maggio 2017 - 18:34- Visite:11449