La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Google+ Linkedin Instagram
articoliEconomia

Benzinai: domani e dopodomani lo sciopero 'della vita'

La Pressa
Logo LaPressa.it

E' forte il grido d'allarme della categoria che dalle 6 di mercoledì alle 6 di venerdì si asterrà dal lavoro: 'Comparto e gestori aggrediti da illegalità diffusa, criminalità e tasse'


Benzinai: domani e dopodomani lo sciopero 'della vita'
Confermato per domani e giovedì 6 e 7 novembre, e fino alle ore 6 di venerdì 8 lo sciopero nazionale dei benzinai per denunciare la dilagante illegalità nella distribuzione dei carburanti, ma non solo. Da tempo la categoria denuncia difficoltà su più fronti. Partendo da quello dell'illegalità diffusa nella nella distribuzione dei carburanti, 'figlia - afferma la Faib Confesercenti - delle liberalizzazioni e della conseguente destrutturazione del mercato e della rete'. Secondo stime accreditate fornite dall'associazione il fenomeno del sommerco interesserebbe una quota che si aggira intorno al 15% su un totale di 30 miliardi di litri erogati ogni anno. A pagare il prezzo più alto di concorrenza sleale sono i gestori onesti, chiamati a combattere ogni giorno con forme di criminalità a tutti i livelli: micro, fatta di furti e rapine, e macro, con la criminalità anche organizzata che entra nella rete di distribuzioni acquistando direttamente impianti gestendoli con ben altri fini, rispetto a quello dei gestori tradizionali e 'puri'.

A questo vanno aggiunti costi e le incombenze di una giungla fiscale sempre più opprimenti che tra accise, commissioni sui pagamenti elettronici, tasse, balzelli e costi per tenere ordine a tutto ciò riduce i margini di guadagno e impone ai gestori di stazioni di servizio in contabili

Problemi che senza interventi di sistema rischiano di compromettere il futuro di una intera categoria. Ciò ha portato la FAIB Confesercenti – assieme alle altre organizzazioni di categoria Cisl e Confcommercio a scendere in piazza. A Roma, nella mobilitazione nazionale del 6 novembre. Da Modena più di una decina di gestori in rappresentanza della categoria saranno domattina davanti a Montecitorio per esprimere le ragioni dell'agitazione che inizierà alle 6 del 6 novembre e durerà fino alle 6 dell'8 novembre. La speranza dei gestori in una ampia adesione è forte perché, dicono, ne va del futuro della categoria.

Lo stop nell'erogazione di carburante riguarderà gli impianti sia di strade sia di autostrade, compresi i self service 

“Nonostante il grido d’allarme sia stato lanciato più volte negli ultimi anni, il settore della distribuzione dei carburanti è stato completamente abbandonato a se stesso e si è quindi assistito alla progressiva diffusione di varie forme di illegalità: sia sotto l’aspetto fiscale, in termini di evasione Iva e accise, sia contrattuale. Noi gestori non possiamo più tollerare questo atteggiamento che accolla sulle nostre spalle tutti gli oneri senza nessuna tutela” - afferma la Faib

“A questo si somma la ritrosia delle compagnie petrolifere e dei retisti privati che non rinnovano gli accordi scaduti oramai da anni, non riconoscendo l’adeguamento dei margini in modo congruo da consentire alle gestioni di poter sopravvivere e far fronte ai maggiori costi di gestione”.



Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
 

Articoli Correlati
Sciopero generale autotrasportatori, consegne bloccate per due giorni
Trasporti e dintorni
29 Ottobre 2017 - 22:43- Visite:11574
Sciopero autotrasportatori, adesioni dal 70 al 90 per cento
Economia
30 Ottobre 2017 - 17:13- Visite:11160
Sciopero della fame per lo Ius soli, aderiscono anche Renzo Piano e ..
Politica
08 Ottobre 2017 - 18:46- Visite:10759
Sherwin Williams, nulla di fatto nel vertice di ieri
Economia
27 Maggio 2017 - 15:44- Visite:10741
Sciopero Seta, adesione superiore al 90%
Politica
05 Giugno 2017 - 16:41- Visite:10720
Seta, la rabbia dei sindacati: 'Umiliati da una dirigenza autoritaria ..
Politica
05 Ottobre 2017 - 16:15- Visite:10519
Economia - Articoli Recenti
Italpizza, siglato nella notte ..
Dopo 10 ore di trattativa, definita l'intesa interrotta le scorse settimane. Garantita ..
15 Novembre 2019 - 12:55- Visite:240
Marr, ricavi totali dei primi nove ..
Acquistato il 34% delle azioni di Jolanda de Colò spa, società attiva nel segmento premium..
14 Novembre 2019 - 16:13- Visite:342
Maserati Innovation lab ora è per ..
Lo segnala la casa del Tridente con riferimento al centro di ingegneria del brand inaugurato..
14 Novembre 2019 - 14:03- Visite:268
Hera: aumento ricavi del 16%, supera ..
I dati del bilancio intermedio, con i risultati dei 9 mesi del 2019. Attività di trading e ..
13 Novembre 2019 - 17:25- Visite:419


Economia - Articoli più letti


Coop Alleanza 3.0 aggrappata alla ..
La Coop utilizza l’intero patrimonio dei soci più una parte del debito per investire in ..
15 Agosto 2018 - 10:36- Visite:57785
Coop Alleanza 3.0 fulcro della crisi ..
I conti in rosso e il dispetto rappresentato dal via libera ad Esselunga, Trc potrebbe non ..
13 Gennaio 2019 - 08:41- Visite:44446
Voragine nei conti Coop Alleanza 3.0:..
'Serve una risposta inequivocabile sulla sicurezza dei 3,6 miliardi dei 400.000 soci ..
01 Maggio 2019 - 08:38- Visite:28178
Coop Alleanza 3.0, bilancio ..
Una perdita drammtica sulla quale pesano svalutazioni di poste immobiliari, finanziarie, ..
01 Maggio 2019 - 00:27- Visite:24984