Nessun debito
Onoranze funebri Simoni
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Nessun debito
articoliEconomia

E la Pop Tours di Camposanto è ripartita con... un viaggio a sorpresa

La Pressa
Logo LaPressa.it

Silvia Ferranti: 'Abbiamo pensato di organizzare un viaggio a sorpresa con l'unico intento di sottolineare che viaggiare è possibile'


E la Pop Tours di Camposanto è ripartita con... un viaggio a sorpresa

Primo 'ritorno alla normalità' ieri per la Pop Tours di Camposanto, azienda che si occupa di noleggio di autobus e corriere, che dopo mesi di chiusura forzata ha organizzato un 'Surprise Tour' con un gruppo di turisti che hanno accettato di partire senza sapere la destinazione. Santarcangelo al mattino e Riccione al pomeriggio le mete di questo viaggio inaugurale post-lockdown: a Santarcangelo le stesse ragazze dello Iat e i residenti hanno accolto la comitiva con gioia, primo pullman in arrivo dopo tanti mesi.
'Abbiamo fondato la nostra azienda 21 anni fa, costruendola dal nulla, con tanti sacrifici, tanto impegno, ma anche tanta passione. Ne abbiamo passate tante, compreso il terremoto del 2012 - spega la titolare Silvia Ferranti -. In 2 giorni perdemmo tutto il lavoro programmato nei 6 mesi successivi, il nostro deposito fu requisito dalla Protezione Civile locale e ci ritrovammo letteralmente in strada con 6 pullman, senza lavoro e come tutti gli altri dormivamo in tenda.


Ci siamo comunque rimboccati le maniche e grazie al circuito di colleghi e amici siamo riusciti a lavorare in Liguria e Toscana per alcuni mesi, effettuando con alcuni pullman servizi per i turisti delle crociere che sbarcavano a La Spezia e Livorno e che dovevano visitare città d'arte a partire da Firenze e Pisa. E' stata dura, ma non ci siamo mai arresi e siamo riusciti a risollevarci, da soli, senza sostegni e aiuti da parte di nessuno, men che meno dallo Stato'.

'Superata la crisi, quando ripensavamo all'accaduto io e mio marito pensavamo che il peggio fosse passato, con la pandemia abbiamo purtroppo scoperto che, toccato il fondo, si poteva ancora scavare, perchè dal 24 febbraio 2020 è iniziata un'era di desolazione. Mai avremmo pensato che sarebbe potuto avverarsi un simile scenario: vedere tutti i pullman fermi in deposito per mesi e mesi è stato un duro colpo non solo economico, ma anche emotivo perchè lo strazio dell'inattività e molto doloroso per chi ha dedicato tutta la propria vita ad un progetto. So che tante categorie hanno subito danni con il Covid, ma solo chi si è fermato completamente per tanti mesi può capire cosa si prova e percepire empaticamente lo stato d'animo di chi si trova improvvisamente senza lavoro e deve comunque gestire un'azienda che purtroppo non si spegne con un tasto on-off. Il nostro primo pensiero sono stati i dipendenti e le loro famiglie. abbiamo sempre anticipato loro la cassa integrazione e stiamo tuttora continuando ad anticiparla, perchè c'è un gap di 4 mesi da parte dello Stato. Quando abbiamo compreso che le settimane di fermo si sarebbero trasformate in mesi, non abbiamo potuto far altro che accettare la situazione e cercare di reagire'.

'In quei mesi il mio lavoro d'ufficio non era necessario, pertanto mi sono rimboccata le maniche e dopo aver ritinteggiato tutta la casa, per non stare con le mani in mano, cosa a cui non sono per niente abituata e che mi stava distruggendo, ho accettato di andare a lavorare come dipendente per qualche mese in un azienda di un'amica che produce abbigliamento di alta qualità e durante l'estate sono andata anche a raccogliere la frutta. Mio marito nel frattempo si è occupato di riorganizzare l'azienda in modo da essere pronti per la tanto agognata ripartenza, che slittava sempre in avanti tra Dpcm vari. Ci siamo resi disponibili per i servizi integrativi Tpl con Seta spa, che svolgiamo da settembre con tutti i nostri pullman. Non è la nostra tipologia di lavoro preferita, ma abbiamo accettato sia perchè indubbiamente era necessario ricominicare a fatturare, sia perchè in questo modo contribuiamo alla risoluzione della tanto aggrovigliata matassa dei trasporti pubblici. Nei periodi di zona gialla, già dalla scorsa estate qualche viaggio in territorio Italiano ci era stato riconfermato, anche le agenzie viaggi con cui collaboriamo avevano accennato ad una ripresa, poi a novembre siamo ripiombati nel baratrato dell'azzeramento del turismo dovuto alle limitazioni degli spostamenti, pertanto la speranza di riprendere nuovamente a viaggiare si è allontanata di nuovo'.



'Questa volta ho impegnato il ritrovato tempo libero ad alcuni progetti e alla formazione personale: in dicembre ho fatto un contratto con la Treedom per poter regalare un albero a tutti i nostri clienti che prenotano un viaggio. Crediamo che ognuno di noi debba fare la propria parte per rendere più sostenibile anche il turismo, pertanto, seppur viaggiare in pullman è molto più ecologico che viaggiare con 12 macchine, abbiamo deciso di contribuire alla riduzione delle emissioni di Co2 con questa iniziativa chiamata 'La foresta Pop Tours'. In questa direzione stiamo adottando tanti cambiamenti in azienda per ridurre al minimo l'utilizzo della plastica, utilizziamo prodotti biodegradabili per le pulizie, abbiamo installato la raccolta differenziata a bordo di ogni pullman per sensibilizzare anche i clienti, e tanto altro. Piccoli passi verso grandi cambiamenti. Poi ho partecipato ad alcuni corsi per implementare le mie conoscenze sul digital marketing, dove ho imparato a costruire il nostro sito, a scrivere il nostro blog acquisire competenze pratiche per il social marketing e ho iniziato il processo di digitalizzazione di tutti i processi aziendali per evitare il più possibile l'utilizzo della carta. Ho anche partecipato ad un corso abilitante per aprire attività di somministrazione alimenti e bevande che non è propriamente collegato con il mio lavoro, ma era un mio sogno del cassetto - chiude Silvia Ferranti -. Per questo, dopo tanti mesi di inattività turistica, alla notizia del ritorno in zona gialla e contestuale riapertura dei musei e ristoranti abbiamo pensato di organizzare un viaggio a sorpresa con l'unico intento di sottolineare che viaggiare è possibile, che lo si può fare in sicurezza e con tutti gli accorgimenti del caso per evitare la diffusione del Covid e che finalmente potevamo uscire di casa, dal Comune, dalla Provincia e respirare profumo di spensieratezza, condividere una bella esperienza con altri viaggiatori, vivere una giornata in allegria. Siamo orgogliosi perchè è stata davvero una meravigliosa giornata. Abbiamo visitato le grotte di Santarcangelo che sono una meraviglia tutta da scoprire e molto suggestive, così come il borgo medievale davvero incantevole e nel pomeriggio ci siamo spostati a Riccione. Abbiamo finalmente rivisto il mare e abbiamo anche schivato la pioggia. Ho vissuto questa giornata come una rinascita globale, ho percepito dai volti delle persone una gran voglia di ricominciare a lavorare, dai partecipanti una gran voglia di ricominciare a viaggiare, in Italia ma non solo'.


Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
Email
 

Onoranze funebri Simoni
Articoli Correlati
Covid, Venturi ora si pente: 'Che errore il lockdown'
Politica
05 Giugno 2020 - 14:54- Visite:18783
Covid: nuovi casi a Carpi, Camposanto, Formigine, Vignola e Modena
Societa'
10 Maggio 2020 - 18:57- Visite:11395
Covid, nuovi casi a Camposanto, Carpi, Sassuolo e Modena città
Societa'
28 Settembre 2020 - 17:51- Visite:9228
Covid, l'esempio Svezia. La mascherina? Se toccata diventa infettante
Societa'
12 Novembre 2020 - 20:46- Visite:8176
Corte Costituzionale: 'Lockdown per non vaccinati senza obbligo ..
Societa'
24 Novembre 2021 - 10:20- Visite:7886
Covid, nuovi casi a Maranello, Pavullo, Mirandola e Sassuolo
Societa'
11 Settembre 2020 - 17:27- Visite:7814

Economia - Articoli Recenti
Servizio professionale di traslochi ..
Per organizzare un trasloco è necessario, prima di tutto, provvedere all’imballaggio di ..
26 Novembre 2021 - 18:30- Visite:69
Fiom contro modello Ferrari: 'Che gap..
'È vero che Ferrari eroga un grande premio economico, ma comunque non sana le differenze ..
25 Novembre 2021 - 18:44- Visite:910
Pubblico impiego: Fabio Bertoia ..
L'elezione al congresso di Rubiera. Il sindacato conta 4.700 iscritti tra Modena e Reggio ..
24 Novembre 2021 - 12:03- Visite:264
Ambiente, il ministro Cingolani si ..
'Loro contestano e noi lavoriamo, ma io non apprezzo l’eccesso. Ci vuole sobrietà anche ..
24 Novembre 2021 - 11:17- Visite:382
Economia - Articoli più letti
Coop Alleanza 3.0 aggrappata alla ..
La Coop utilizza l’intero patrimonio dei soci più una parte del debito per investire in ..
15 Agosto 2018 - 10:36- Visite:65875
Coop Alleanza 3.0 fulcro della crisi ..
I conti in rosso e il dispetto rappresentato dal via libera ad Esselunga, Trc potrebbe non ..
13 Gennaio 2019 - 08:41- Visite:64705
Bper, correntisti ex dipendenti ..
'Se Bper non manifestasse un reale interesse a mantenere le migliaia di correntisti tra ..
03 Dicembre 2019 - 17:52- Visite:35955
Voragine nei conti Coop Alleanza 3.0:..
'Serve una risposta inequivocabile sulla sicurezza dei 3,6 miliardi dei 400.000 soci ..
01 Maggio 2019 - 08:38- Visite:35419