Omnispower
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
articoliMondo

Zelensky insiste: 'I missili in Polonia non sono nostri'

La Pressa
Logo LaPressa.it

Ma anche Varsavia conferma che molto probabilmente i razzi sono di Kiev


Zelensky insiste: 'I missili in Polonia non sono nostri'
Il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky ha smentito le versione ormai dominante sui missili caduti ieri in territorio polacco, rilanciata anche dalla stessa Polonia oltre che da Nato e Russia, affermando di essere sicuro che i razzi che martedì hanno provocato due vittime a Przewodów “non sono ucraini”. Parlando con i cronisti, come riferisce il quotidiano Ukrainska Pravda, il capo dello Stato ha anche chiesto che Kiev faccia parte delle indagini su quanto avvenuto ieri e abbia accesso al luogo dell’incidente. Zelensky, sempre secondo quanto riportano i media di Kiev, ha detto di essere stato informato sull’episodio dal comando delle forze armate e dall’aeronautica di non poter far altro che “fidarsi” di queste fonti. Il presidente ha comunicato che nessuno ha ancora invitato Kiev ad avere un ruolo nell’inchiesta sui missili che hanno raggiunto la Polonia.

Intanto il capo dello Stato di Varsavia, Andrzej Duda, ha dichiarato che “dalle informazioni che abbiamo noi e i nostri alleati”, è “molto probabile che i missili che ci hanno colpito siano partiti dal sistema di difesa antiaereo ucraino“. Si tratterebbe di “razzi S-300 di fabbricazione sovietica” e “non ci sono prove del fatto che siano stati lanciati dai russi”. Di questa stesso opinione anche il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg. Il massimo dirigente dell’Alleanza atlantica, parlando con i gioranlisti al termine di un incontro organizzato oggi di urgenza per discutere della situazione polacca, ha ribadito che “l’incidente è stato probabilmente causato da un missile ucraino lanciato in difesa dai continui attacchi perpetrati dalla Russia”. Ieri Mosca ha colpito diverse zone della regione di Leopoli, proprio la più vicina al confine polacco.

Esperti del ministero della Difesa russo avevano affermato che i resti dei missili rinvenuti sul luogo dell’incidente in Polonia da loro analizzati tramite dei video, indicavano che si trattava di “S-300 ucraini”. L’ambasciatore polacco in Russia è stato convocato ieri dal ministero degli Esteri di Mosca per chiarimenti sull’incidente, come comunicato dalla portavoce della diplomazia del Cremlino Maria Zakharova.


Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, s..   Continua >>


 
 
 
 

Omnispower

Mondo - Articoli Recenti
Guerra Ucraina, Tajani: 'Italia ..
Oggi con 125 voti favorevoli, 28 contrari e 2 astensioni il decreto Ucraina è stato ..
11 Gennaio 2023 - 11:32
Zelensky ai Golden Globes: 'Non ci ..
L'Ucraina fermerà l'aggressione russa sulla nostra terra
11 Gennaio 2023 - 09:14
Meloni riceve Von der Leyen: ..
Nel corso dell'incontro è stata anche condivisa la condanna per gli atti violenti in ..
09 Gennaio 2023 - 16:36
Brasile, sostenitori di Bolsonaro ..
La folla ha superato le barriere di sicurezza predisposte dall'esercito a protezione del ..
09 Gennaio 2023 - 07:45
Mondo - Articoli più letti
Guerra in Ucraina, le parole della ..
Le esternazioni della Merkel confermano indirettamente che USA, UE e NATO lavoravano in modo..
20 Dicembre 2022 - 12:56
Da Cacciari a Buttafuoco: un appello ..
Prevista la autonomia delle regioni russofone di Lugansk e Donetsk entro l’Ucraina secondo..
16 Ottobre 2022 - 16:00
Seul, la parata di Halloween si ..
Festeggiavano nel quartiere di Itaewon: 355 le segnalazioni di persone scomparse
30 Ottobre 2022 - 08:33
Dispiegata in Europa la 101esima ..
Il vicecomandante Lubas: 'Siamo pronti a difendere ogni centimetro del territorio della ..
22 Ottobre 2022 - 23:31