La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram
progettiQuelli di Prima

Referendum renziano, ciaone

La Pressa
Logo LaPressa.it

Il Pd e l’astensione a intermittenza. Fa ridere


Referendum renziano, ciaone

La premessa è d’obbligo: del referendum di dicembre sulla riforma istituzionale oggi frega niente a nessuno. L’interesse è inversamente proporzionale alla sua importanza. I più non sanno neppure cosa sia e, anche lo sapessero, sono talmente disgustati dalla politica da preferire il non sapere nulla e, piuttosto, rimbambirsi il cervello per 15 ore di fila con le repliche di «Affari tuoi». Che prima o poi i pensieri così svaniscono. Devono farlo! Del resto si sta male anche con Insinna.

Fatto questo dovuto - filosofico - preambolo ci si può distrarre per qualche ora a valutare le posizioni del Pd modenese sull’affascinante tema del referendum istituzionale. Così, come si discute per ore delle chance di salvezza del Modena calcio o delle gesta sportiva del Modena Volley e della sua attuale questua. Si parla per far arrivare sera. Bene. E allora, entrando nel merito - perchè bisogna sforzarsi di farlo, se no il gioco non regge - viene da ridere. Sinceramente.

Fa ridere un Pd modenese che manda un comunicato entusiasta dove si annuncia che tutto il partito si mobiliterà per il «Sì» al referendum, quando in realtà alla Direzione l’odg ha ottenuto una trentina di voti (su 140), con la gente (deputati e senatori) che scappavano dall’aula fingendo di volta in volta impegni istituzionali, malesseri improvvisi o comunioni serali di nipoti. Ma di questo i «democratici » (democratici?) mica danno conto. Sia mai. Fa ridere che a mobilitarsi per il «sì» sia il segretario provinciale Lucia Bursi che - per obbedire al suo «giovanotto» mentore Vaccari - si scopre renzianissima. E pronta a fare il porta a porta, a targare le feste dell’Unità con ‘Yes’ rosso fuoco, per convincere i dem a votare «sì» nel plebiscito di re-Matteo. La stessa Bursi che sciolse la segreteria quando la richettina Ludovica Carla Ferrari qualche mese fa presentò un odg troppo renziano e «non condiviso».

Fa ridere. A crepapelle proprio. Fa ridere che oggi a spendersi per il «sì» e per la partecipazione al referendum-plebiscito (così lo ha voluto Renzi) siano Bonaccini e Calvano, quelli che al referendum sulle trivelle invitarono la gente a non votare. A non votare! Incredibile a ripensarci. Come al referendum sul referendum sull’ospedale di Mirandola. Maino Benatti: «Non votate»... Boh.

Perchè ai referendum è legittimo non votare. Certo. Ma a dicembre il quorum non c’è e quindi cambia tutto. Tutti alle urne, che al mare in autunno c’è freddo. Astensione a intermittenza. Fa ridere. Fa ridere che quelli che vorrebbero dire «no» al referendum, la sinistra Pd, Trande, Guerra e compagnia cantante, non lo dicano apertamente. Perchè vogliono stare «dentro» (come ha fatto per anni Civati) e «non vogliono strappare». E allora escono dall’aula al momento del voto fingendo malori improvvisi. Sperando che Renzi venga ucciso (politicamente si intende) dalle amministrative di Roma e Milano e non ci sia neppure bisogno del referendum-plebiscito. Dimenticando che la «morte» di Renzi significherebbe anche la morte del segretario del loro partito. Ma sì, che muoia Sansone... e in fretta. Coerentemente incoerenti. Ciaone. Fa ridere.

E le parole di metà maggio 2016 hanno trovato conferma nella debacle renziana del dicembre. Al referendum alla fine andarono a votare il 65% degli italiani. E punirono chi a maggio disse loro di astenersi.


Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Giuseppe Leonelli
Giuseppe Leonelli

Direttore responsabile della Pressa.it.
Nato a Pavullo nel 1980, ha collaborato alla Gazzetta di Modena e lavorato al Resto del Carlino nelle redazioni di Modena e Rimini. E' stato ..   Continua >>


 
 

Articoli Correlati
'Vaccini, ecco il rapporto tra la Lorenzin e le case farmaceutiche'
Politica
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:146404
Segretario Pd: ‘Votare Lega significa essere idioti’
Politica
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:103874
Inchiesta sui minori 'Angeli e Demoni': indagati altri due sindaci
Politica
02 Luglio 2019 - 16:02- Visite:62784
Coop Alleanza 3.0 fulcro della crisi del Sistema. E Muzzarelli trema
Il Punto
13 Gennaio 2019 - 08:41- Visite:56565
Così il M5S appena un mese fa donava soldi alla onlus Hansel e Gretel
Politica
28 Giugno 2019 - 22:51- Visite:54011
Il Sulpl risponde: Posso accompagnare mia moglie a fare la spesa?
Societa'
17 Marzo 2020 - 11:24- Visite:51896
Quelli di Prima - Articoli Recenti
... E ci passavi così tanto tempo ..
Per poi ritornare...
03 Gennaio 2014 - 23:39- Visite:11850
Libera, le consulenze di Enza Rando
L’avvocato, membro del cda Crmo, nel 2015 ha avuto da Bonaccini un incarico da 25mila euro
02 Gennaio 2014 - 19:36- Visite:15191
Quando la Rando scrisse che Prima ..
Le consulenze da migliaia di euro della Numero 2 di Libera
02 Gennaio 2014 - 18:25- Visite:13146
Dia: 'Mafie integrate in Emilia'
Cutresi «perfettamente integrati» E la Camorra ora «è più presente»
02 Gennaio 2014 - 13:54- Visite:12403


Quelli di Prima - Articoli più letti


AeC, la moglie di Muzzarelli nel ..
L’azienda, coinvolta nell’inchiesta ‘Cubetto’, finanziò la campagna elettorale del ..
01 Gennaio 2014 - 20:45- Visite:19792
Libera, le consulenze di Enza Rando
L’avvocato, membro del cda Crmo, nel 2015 ha avuto da Bonaccini un incarico da 25mila euro
02 Gennaio 2014 - 19:36- Visite:15191
Quando la Rando scrisse che Prima ..
Le consulenze da migliaia di euro della Numero 2 di Libera
02 Gennaio 2014 - 18:25- Visite:13146
Brindiamo tutti con Casari
Che non manchino mai sorrisi e vittoria
01 Gennaio 2014 - 20:06- Visite:12582