I nostri lettori sono i tuoi futuri clienti
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
I nostri lettori sono i tuoi futuri clienti
articoliChe Cultura

Il trio 3 cards trick presenta Songs a Bologna

La Pressa
Logo LaPressa.it

Al Teatro San Leonardo: il debutto italiano del trio di improvvisatori tra i più attivi della scena newyorkese


Il trio 3 cards trick presenta Songs a Bologna

Questa sera, giovedì 14 ottobre, alle 19, il Centro di Ricerca Musicale/Teatro San Leonardo in via San Vitale, 63 ospita l’esibizione in prima italiana del trio 3 Cards Trick, formato da tre improvvisatori tra i più attivi sulla scena musicale newyorkese – Marco Cappelli, Brandon Seabrook e Stomu Takeishi –, il cui percorso prende spunto da materiali eterogenei (cover, colonne sonore, musica classica, composizioni originali) per snodarsi in direzioni imprevedibili lungo un originalissimo sentiero sonoro. Marco Cappelli, Brandon Seabrook e Stomu Takeishi hanno iniziato a suonare insieme nel 2015 a The Stone, lo spazio sperimentale gestito a New York da John Zorn, in occasione della residenza di Cappelli. Da allora hanno periodicamente ripreso le fila del proprio sound suonando nel circuito dei club newyorkesi. Questo concerto, oltre a segnare il debutto in Italia del trio, precede una residenza al Centro D’Arte degli Studenti dell’Università di Padova, dove il trio registrerà il proprio primo disco.

Marco Cappelli è nato a Napoli e ha studiato con Oscar Ghiglia alla Musik Akademie der Stadt di Basilea. Dalla metà degli anni ‘90 ha intrapreso uno straordinario percorso artistico, familiarizzando tanto con musica rigorosamente scritta quanto con i linguaggi della free improvisation. Dal 2004 è residente a Brooklyn, dove ha intrapreso molteplici collaborazioni con la scena artistica locale. Ha lavorato con Anthony Coleman, Michel Godard, Butch Morris, Franco Piersanti, Jim Pugliese, Enrico Rava, Marc Ribot, Adam Rudolph, Elliott Sharp, Giovanni Sollima, Markus Stockhausen, Cristina Zavalloni, Raiz, ed è stato ospite di rassegne concertistiche in ambito classico, jazz e avant-garde in Europa, Stati Uniti, Canada, Corea del Sud, Giappone e Cina. Ha pubblicato progetti discografici in solo, come band leader e di musica da camera per etichette come Mode Records e Tzadik, e composto partiture per cinema, teatro e danza. Nel settembre 2015, è stato artist in residence a The Stone, il prestigioso locale diretto da John Zorn. Nel 2018 ha pubblicato il suo terzo cd come leader del Marco Cappelli Acoustic Trio per l’etichetta Da Vinci. Nel 2019 ha registrato Pandemonium, suo secondo album con la band IDR_ITALIAN DOC REMIX, co-diretta con il batterista Jim Pugliese (la cui uscita è prevista per la fine del 2021).

Brandon Seabrook è stato nominato “Miglior chitarrista di New York del 2012” dal Village Voice, e del suo lavoro hanno scritto The Wall Street Journal, New York Times e The Wire magazine. Il suo approccio riflette tutta l’energia e l’etica del lavoro del rock underground creativo, tracciando un ponte tra i mondi del rock estremo e l’avanguardia classica, e ha lavorato con molteplici realtà, dall’avant-jazz con i Black Host di Gerald Cleaver, ai Mostly Other People Do The Killing, a collaborazioni con Anthony Braxton ed Elliott Sharp. La sua aggressiva appropriazione punk di uno strumento come il banjo a quattro corde e la profusione di tecniche articolate dimostrata alla chitarra, hanno trovato una casa in sale da concerto di musica sperimentale e nei cataloghi di etichette d’avanguardia come Cuneiform, Tzadik, Northern Spy, e Firehouse 12. Con il suo progetto Seabrook Power Plant ha inciso due album, Seabrook Power Plant I e Seabrook Power Plant II, per l’etichetta di Brooklyn Loyal Label. Il suo solo di chitarra/banjo Sylphid Vitalizers (New Atlantis Records) è stato descritto da SPIN “un uragano eroico di note e accordi che sposa singolarmente il trance metal con il rumorismo dissonante della no wave”.

Stomu Takeishi è un bassista jazz giapponese. Suona principalmente un basso elettrico fretless a cinque corde, e un Klein acustico a cinque corde, abbinati a tecniche di looping o altre elettroniche, per estendere il suono del suo strumento. Agli inizi, come suonatore di koto, si è trasferito negli Stati Uniti nel 1983 per frequentare il Berklee College of Music di Boston, e ha poi proseguito gli studi alla New School di New York, dove vive da allora. Negli anni ‘90 si è fatto notare per il suo modo innovativo e avventuroso di suonare il basso e la sua sensibilità al suono e al timbro. Ha suonato in molti festival jazz internazionali e nelle più importanti sale da concerto a New York, Stati Uniti, e in Europa, con musicisti come Don Cherry, Henry Threadgill, Pat Metheny, Bill Frisell, Butch Morris, Dave Liebman, Randy Brecker, Wynton Marsalis, Paul Motian, Myra Melford, Cuong Vu, Badal Roy, David Tronzo, Erik Friedlander, Satoko Fujii, Laszlo Gardony, Ahmad Mansour e Andy Laster. Nel 2009, ha vinto il 57esimo Critics Poll di Down Beat, nella categoria star emergente, per il basso elettrico.

Stefano Soranna


Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
Email
 


Che Cultura - Articoli Recenti
'Forse… domani’, cortometraggio ..
Anteprima nazionale al Cinema Victoria il prossimo 21 ottobre
08 Ottobre 2021 - 14:37- Visite:1012
La scuola di teatro Blue Rose approda..
Daniele Sirotti: 'Fare un corso di Teatro serve nella vita come esperienza formativa e in ..
07 Ottobre 2021 - 10:43- Visite:414
Il fotografo modenese Franco Fontana ..
Uno dei protagonisti del Festival Riaperture. Nella chiesa di San Giuliano esposti i suoi ..
06 Ottobre 2021 - 17:04- Visite:576
Che Cultura - Articoli più letti
Gli italiani scoprirono che Muccioli ..
Intervista a Paolo Severi, uno dei protagonisti di SanPa, il documentario di Netflix. ..
17 Gennaio 2021 - 18:17- Visite:29015
Se la locomotiva di Guccini si ..
Guccini si scaglia contro l'opposizione brandendo l'arma più subdola, la bandiera di ..
27 Aprile 2020 - 10:59- Visite:21673
18 settembre 1977: al parco Ferrari ..
Il precedente al quale si aggrappa Muzzarelli per sperare che il primo luglio vada tutto ..
19 Giugno 2017 - 17:10- Visite:17348
La massoneria in Emilia e a Modena
Anche a Modena esiste una presenza Massonica organizzata tramite la Loggia 106 intitolata a ..
25 Giugno 2017 - 22:08- Visite:15278