La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram
articoliSocieta'

Mafie, prefetto di Reggio Emilia: 'Aemilia non ha fermato Ndrangheta'

La Pressa
Logo LaPressa.it

Maria Forte ascoltata oggi a Roma, a palazzo San Macuto, dalla commissione parlamentare Antimafia


Mafie, prefetto di Reggio Emilia: 'Aemilia non ha fermato Ndrangheta'
Le condanne in primo grado del processo Aemilia, di cui si apre tra pochi giorni l'appello a Bologna, non hanno fermato la Ndrangheta che in provincia di Reggio Emilia continua ad operare secondo le vecchie logiche, soprattutto inquinando il ricco tessuto produttivo. Parola del prefetto Maria Forte ascoltata oggi a Roma, a palazzo San Macuto, dalla stessa commissione parlamentare Antimafia che l'1 aprile del 2019 aveva scelto la città del Tricolore come sede della sua prima riunione. Forte comunica innanzitutto che le pratiche di interdittiva antimafia aperte sono ad oggi 15, per l'80% inerenti aziende del settore edile e riconducibili alla cosca Grande Aracri di Cutro, colpita dal maxi processo finito il 31 ottobre del 2018.

'Le nostre verifiche in sede di interdittiva - spiega Forte - riguardano società che sono sempre nel loro ambito quindi non c'e' coinvolgimento del territorio. Sono le solite famiglie che cercano di salvare il proprio patrimonio'. Rispondendo ad una domanda del presidente della commissione, il senatore Nicola Morra del M5s, il prefetto conferma poi che uno dei metodi di 'conquista' delle aziende, l'imposizione da parte della cosca di lavoratori sottopagati coordinati da affiliati del clan, e' ancora in voga sul territorio. 'In sede di analisi di una interdittiva si è verificata l'imposizione e l'utilizzazione di manodopera all'interno del cantiere'. Anche se in modo 'marginale', si assiste inoltre ad una espansione della penetrazione anche in altri settori economici. Due interdittive su 15, infatti, hanno riguardato una erbosteria e una azienda di prodotti alimentari.

Il prefetto reggiano ritiene però che dopo il processo 'la percezione anche a livello imprenditoriale è elevata'. E mentre prima erano le aziende a cercare i favori della cosca, ora solo 'qualche imprenditore in difficoltà che ha bisogno di liquidita' si rivolge direttamente' alle organizzazioni criminali, tra cui 'il gruppo calabrese è dominante sul nostro territorio rispetto a una presenza siciliana o della Camorra'. Anche per questo Forte annuncia: 'Io sto preparando una conferenza dedicata agli imprenditori cosi' come avevo fatto due anni fa perchè penso che bisogna sensibilizzare gli operatori del settore per capire quali sono i rischi e le improvvide azioni che possono compiere, trovandosi poi coinvolti senza rendersene conto'. Inoltre, 'finito il periodo elettorale nella nostra regione avevo intenzione di procedere anche attraverso comitati per Unioni di Comuni per richiamare nuovamente l'attenzione degli amministratori locali. Il processo Aemilia ha costituito un grosso punto di riferimento come affermazione del principio di legalità e come alert del pericolo dell'infiltrazione e adesso partira' l'appello, quindi ci vuole una sensibilità maggiore per i rischi, anche se proprio recentemente ho avuto un incontro con un sindaco che mi e' venuto a rappresentare'. Quindi, conclude Forte, 'la sensibilità c'è ma il problema è che non basta solo la consapevolezza, bisogna anche capire qual'è il passaggio per cui uno si trova poi direttamente coinvolto'.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
 

Articoli Correlati
Crisi Coop Alleanza 3.0, ex leader Legacoop: 'Colpa di manager ..
Parola d'Autore
13 Gennaio 2019 - 18:31- Visite:22453
Il pentito della 'Ndrangheta sulla dirigente del Comune di Modena: 'I ..
La Nera
27 Settembre 2017 - 12:00- Visite:13195
Prostitute, a Reggio Emilia i residenti protestano e chiedono ..
Politica
30 Agosto 2017 - 22:19- Visite:13086
Quando la Rando scrisse che Prima Pagina era «informazione a ..
Quelli di Prima
02 Gennaio 2014 - 18:25- Visite:12933
Processo Aemilia e 'ndrangheta: si indaga sul ruolo del dirigente Cna,..
Economia
19 Agosto 2017 - 07:00- Visite:12356
Il fratello del nonno della dirigente modenese Maria Sergio era il ..
La Nera
10 Ottobre 2017 - 17:20- Visite:12217
Societa' - Articoli Recenti
Coronavirus, ancora 20 nuovi casi in ..
A Modena si registrano due nuovi casi, entrambi in isolamento domiciliare.
30 Giugno 2020 - 18:13- Visite:1301
Coronavirus, sono 10 i contagiati in ..
Alla Bartolini invece i lavoratori positivi al Covid sono al momento 113
30 Giugno 2020 - 18:04- Visite:547
Perseguita i vicini di casa: ai ..
Aveva reso impossibile la vita ad una coppia residente nel suo stesso condominio
30 Giugno 2020 - 17:20- Visite:225
Recuperano scooter rubato e sotto la ..
Gli agenti della Polizia Locale, che avevano recuperato il mezzo in via Barbieri, se ne sono..
30 Giugno 2020 - 17:11- Visite:104


Societa' - Articoli più letti


Morti nelle Rsa per Covid, in Emilia ..
Lo riporta l'Istituto superiore di sanità nell'ultimo report del 14 aprile sul contagio da ..
19 Aprile 2020 - 18:05- Visite:117407
Modena in zona rossa: cosa prevede la..
Spostamenti bloccati, permessi solo per emergenza. Chiuse palestre, piscine e centri ..
07 Marzo 2020 - 21:45- Visite:66070
La pandemia globale di Coronavirus? ..
E' tutto ancora on line. Il John Hopkins Center for Health Security con il World Economic ..
03 Marzo 2020 - 09:43- Visite:62216
Il Sulpl risponde: Posso accompagnare..
In questo periodo solo il marito si recherà a fare al spesa, avendo al seguito ..
17 Marzo 2020 - 11:24- Visite:50195