I nostri lettori sono i tuoi futuri clienti
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
I nostri lettori sono i tuoi futuri clienti
articoliChe Cultura

Festival Giustizia Penale al via: si parte venerdì

La Pressa
Logo LaPressa.it

Tre giorni di eventi con 100 ospiti on-line, in presenza e diffusi sul territorio tra Modena, Pavullo, Carpi e Sassuolo. Elena Lenzini: 'E' il mondo della giustizia che si apre a tutti'



Parte venerdì 21 maggio la seconda edizione del Festival della Giustizia Penale ‘Vittime di ieri, vittime di oggi’. E parte già con ospiti d’eccezione e spettacoli di alto livello. Il fuoco dell’appuntamento modenese, che quest’anno è interamente fruibile online sui canali Youtube e Facebook e sul sito internet www.festivalgiustiziapenale.it, è posto sulle vittime e sul rapporto tra vittime e carnefici. Lo spiega il presidente del comitato scientifico, il professor Luca Luparia Donati: “E’ un tema molto importante, quello delle vittime, che ci consente di andare al cuore dei problemi della nostra giustizia penale e della giustizia penale di tutto il mondo. Non a caso il festival si apre anche agli Stati Uniti, all’America Latina, ad altre esperienze con alcuni degli oltre 100 ospiti nelle 35 sessioni che vengono dall’estero: avremo professori, vittime, giornalisti, saggisti di tante parti del mondo, vogliamo che il nostro festival sia davvero aperto sia all’Italia che al mondo”.


E tra le vittime ve ne sono di molto note, come Agnese la figlia di Aldo Moro che dialogherà con l’ex brigatista rossa Grazia Grena; il nipote di Piersanti Mattarella omonimo dell’ex presidente della Regione Sicilia ucciso dalla mafia a colloquio con il Procuratore Nazionale Antimafia Federico Cafiero de Raho; Vittorio Occorsio nipote del magistrato ucciso dal terrorismo nero, insieme all’ex magistrato milanese Gherardo Colombo. Ma ve ne sono anche di meno note, come Ismahel Beah ex bambino soldato della Sierra Leone; Ferruccio Laffi un sopravvissuto all’eccidio nazifascista di Marzabotto; Ayşegül Çağatay avvocata turca arrestata e scarcerata nel 2020; Pietro Paolo Melis, assolto dopo 18 anni di carcere; Jennifer Thompson, statunitense vittima di violenza sessuale e responsabile di un errore giudiziario (avendo riconosciuto come colpevole l’uomo sbagliato) e poi fondatrice di Healing Justice.

Venerdì 21 maggio: Il programma del primo giorno del Festival, dopo i saluti istituzionali alle 9, entra subito nel vivo alle 11.30 con ‘Nunca Mas. Le vittime tra esperienza italiana e sudamericana: verità e riconciliazione’, a 45 anni dalla scomparsa di Vittorio Occorsio. Moderati da Luca Luparia Donati interverranno la professoressa Tania Groppi, Università di Siena, e saranno due i dialoghi: il primo tra il Procuratore Generale della Repubblica alla Cassazione, Giovanni Salvi e l’ex presidente della Camera dei Deputati del Cile, Josè Antonio Viera Gallo, il secondo tra il nipote di Occorsio, chiamato Vittorio come il nonno, e Gherardo Colombo. Alle 14 il dialogo sui diritti della persona offesa tra il giornalista Luigi Ferrarella e il Giudice della Corte Costituzionale Francesco Viganò, mentre alle 15, dall’ex campo di concentramento di Fossoli vicino a Carpi, ci sarà la sessione ‘La difficile giustizia per i crimini di guerra nazifascisti in Italia’. Interverranno, oltre al sindaco di Carpi Bellelli e al presidente della Fondazione Fossoli Pierluigi Castagnetti, anche Ferruccio Laffi, sopravvissuto all’eccidio di Marzabotto, Noemi Di Segni, presidente dell’Unione delle Comunità Ebraiche in Italia, Valter Cardi, presidente del comitato dei familiari delle vittime di Marzabotto, il Procuratore Generale Militare Marco De Paolis e il professor Paolo Pezzino, moderati da Giulio Bartolini.

Alle 17 ben tre sessioni in contemporanea: la prima con l’ex bambino soldato della Sierra Leone Ismahel Beah con il professor Caianiello e Paolina Massidda della Corte Penale Internazionale; la seconda con l’avvocata turca Ayşegül Çağatay insieme al presidente dell’Osservatorio Internazionale degli Avvocati in pericolo, Francesco Caia, Fausto Gianelli (componente dell’osservatorio sui processi agli avvocati in Turchia) e Roberto Giovene di Girasole del consiglio Nazionale Forense; la terza, di grande interesse, tra Agnese Moro, figlia di Aldo, l’ex brigatista e ora operatrice sociale Grazia Grena e Adolfo Ceretti, moderati da Luca Luparia Donati. Alle 18.30 il professor Massimo Donini della Sapienza parlerà del delitto riparato, alle 19 al centro l’assistenza alle persone offese sul territorio nazionale con Guido Sola che modera e gli interventi di Marco Bouchard, Lucia Castellano, Gian Guido Nobili e Giovanna Ollà. Alle 21 un grande ospite per la serata del festival: Carlo Lucarelli che presenta ‘Il sostegno alle vittime di reato’ della fondazione emiliano romagnola per le vittime dei reati, oltre a Lucarelli anche gli spettacoli ‘Una vita per difendere’ e l’anteprima mondiale di Lapsus, una coreografia di danza contemporanea ispirata alle vittime di errori giudiziari in collaborazione con errorigiudiziari.com.

Il programma completo è consultabile sul sito www.festivalgiustiziapenale.it e tutte le sessioni saranno gratuite e online sul sito e sul canale Youtube del Festival.


Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
Email
 


Che Cultura - Articoli Recenti
Pesca al cantautore in Emilia... ..
Per certi versi non è un libro, è un disco che suona. E la sua colonna sonora è quella ..
26 Novembre 2021 - 21:18- Visite:141
Bottura ancora al top: confermate le ..
Nella classifica della stelle per regioni la Lombardia mantiene la leadership grazie ai 56 ..
23 Novembre 2021 - 20:35- Visite:631
A Modena con Guicciardi i segreti non..
La prima presentazione si terrà a Modena sabato 4 dicembre presso l'associazione-libreria ..
20 Novembre 2021 - 17:42- Visite:801
Manovra finanziaria, 150 milioni per ..
L’opera lirica è l’unica ambasciatrice rimasta della nostra lingua, della nostra ..
19 Novembre 2021 - 07:55- Visite:438
Che Cultura - Articoli più letti
Gli italiani scoprirono che Muccioli ..
Intervista a Paolo Severi, uno dei protagonisti di SanPa, il documentario di Netflix. ..
17 Gennaio 2021 - 18:17- Visite:29844
Se la locomotiva di Guccini si ..
Guccini si scaglia contro l'opposizione brandendo l'arma più subdola, la bandiera di ..
27 Aprile 2020 - 10:59- Visite:21950
18 settembre 1977: al parco Ferrari ..
Il precedente al quale si aggrappa Muzzarelli per sperare che il primo luglio vada tutto ..
19 Giugno 2017 - 17:10- Visite:17564
La massoneria in Emilia e a Modena
Anche a Modena esiste una presenza Massonica organizzata tramite la Loggia 106 intitolata a ..
25 Giugno 2017 - 22:08- Visite:15583