I nostri lettori sono i tuoi futuri clienti
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
I nostri lettori sono i tuoi futuri clienti
articoliChe Cultura

Mambo Extended: Bologna Musei ripercorre la storia

La Pressa
Logo LaPressa.it

La rassegna video pubblicata sul canale YouTube del museo prosegue con Silvia Evangelisti, ex direttrice artistica di Arte Fiera


Mambo Extended: Bologna Musei ripercorre la storia

L'emergenza legata alla pandemia da Covid-19 ha costretto l' Istituzione Bologna Musei a ripensare le modalità di relazione con il proprio pubblico. Il MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna, già a seguito del DPCM 8 marzo 2020, si è impegnato sperimentando nuove modalità di comunicazione. È con questo spirito positivo e costruttivo che dopo l'apprezzata trasmissione in streaming attraverso il canale YouTube MAMbo Channel, attivata dal 27 febbraio al 1 marzo 2020, dell’installazione performativa Bonjour di Ragnar Kjartansson esposta nell’ambito della mostra temporanea AGAINandAGAINandAGAINand, il museo ha lanciato l’iniziativa 2 minuti di MAMbo : un format di engagement digitale che ha previsto l'implementazione di nuovi contenuti video girati con lo smartphone, dentro il museo o da remoto, accompagnati dall’hashtag #smartMAMbo.


A partire dal 10 marzo e fino al 30 luglio 2020 sono stati pubblicati 93 video brevi sul canale YouTube MAMbo Channel, poi rilanciati sulle piattaforme social Facebook, Instagram e Twitter del museo.
Quattro gli ambiti tematici su cui sono state incentrate le clip: la mostra temporanea AGAINandAGAINandAGAINand; la collezione permanente MAMbo; il Museo Morandi; il Dipartimento educativo MAMbo. Ha così preso vita un inedito racconto articolato in diversi appuntamenti affidati ognuno a una voce diversa - tra curatori, artisti esposti nella collezione permanente e nella mostra temporanea, mediatori culturali.
Tra le voci che hanno raccontato in video l'arte contemporanea nell'ambito della rubrica, in ordine cronologico di pubblicazione: Lorenzo Balbi, Claudia Losi, Luca Francesconi, Cesare Pietroiusti, Eugenio Riccòmini, Apostolos Georgiou, Giorgio Morandi (in una registrazione del 1955), Ed Atkins, Daniela Comani, Alessandro Bergonzoni, Ragnar Kjartansson, Andrea Lissoni, Renato Barilli, Cally Spooner, Ilaria Bonacossa, Massimo Recalcati, Sergio Lombardo, Mario Cucinella, Francesco Bonami, Flavio Favelli, Simone Menegoi, Francesco Vezzoli, Franco Guerzoni, Mario Airò, Franco Vaccari, Tacita Dean, Gianfranco Baruchello.

Da settembre il format si è evoluto e i video hanno cambiato pelle diventando più lunghi, ricchi di contenuti, con curatori, artisti, storici dell'arte che indagano aspetti noti e meno noti della storia del MAMbo, della sua collezione permanente e del Museo Morandi, al fine di offrire maggiori occasioni di approfondimento. Tali contenuti più strutturati hanno preso il nome di 2 minuti di MAMbo Extended. Il nuovo nuovo filone di indagine e di approfondimento comprende finora 16 contributi originali.

Questi racconti in forma dialogica con il direttore artistico del MAMbo Lorenzo Balbi si sono aperti con il video di Gianfranco Maraniello, primo direttore del MAMbo e dell'Istituzione Bologna Musei. In seguito è intervenuto Andrea Viliani, oggi Curatore Responsabile del CRRI Centro di Ricerca del Castello di Rivoli, che ha raccontato i suoi anni come curatore della GAM e successivamente del MAMbo. Danilo Eccher , direttore della Galleria d'Arte Moderna di Bologna dal 1995 al 2000. L'intervista è una preziosa testimonianza di quel periodo e dei dibattiti che hanno preceduto la trasformazione della GAM in MAMbo. Ad intervenire con il video seguente è Dede Auregli, curatrice della Galleria d'Arte Moderna di Bologna dal 1982 al 2005. Il ruolo fondamentale della mediazione museale emerge nel dialogo con Cristina Francucci che ripercorre la storia della nascita e sviluppo del Dipartimento educativo della GAM e oggi del MAMbo.
Fabiola Naldi, curatrice, docente e storica dell'arte, membro del CdA dell'Istituzione Bologna Musei, nel suo intervento video si sofferma invece su una protagonista fondamentale della scena critica bolognese tra anni Settanta e Ottanta: Francesca Alinovi, figura chiave per la storia della GAM e del MAMbo. Anche il video successivo è un approfondimento e un omaggio a un personaggio importante per l'identità del museo: Lorenzo Balbi dialoga con Mili Romano, artista e docente di antropologia culturale presso l'Accademia di Belle Arti di Bologna per ripercorrere il contributo fondamentale dato da Roberto Daolio, scomparso nel 2013. Renato Barilli, storico dell'arte, critico, curatore, ricostruisce la Settimana Internazionale della Performance, prima edizione nel 1977. Barilli contestualizza il clima degli anni Settanta a Bologna e i momenti artistici che segnano il percorso che porterà allo svolgimento della manifestazione, a partire dalla mostra Gennaio 70 e dalla stessa costruzione e apertura della GAM nel 1975. Uno dei contributi più recenti è quello fornito da Lorenzo Sassoli de Bianchi , imprenditore, mecenate, già presidente dell'Istituzione Galleria d'Arte Moderna di Bologna dal 1995, poi presidente dell'Istituzione Bologna Musei fino al 2016. L'ultimo video pubblicato in ordine di tempo è quello in cui Roberto Grandi, attuale presidente del Consiglio d'Amministrazione dell'Istituzione Bologna Musei.

Non mancano nella playlist video che si soffermano sul patrimonio delle collezioni permanenti e su opere e artisti che ne fanno parte, come l'intervista di Davide Ferri a Paolo Icaro, il focus di Leonardo Regano su Concetto Pozzati, l'approfondimento di Fabio Belloni su Funerali di Togliatti di Renato Guttuso e diversi contributi a tema Giorgio Morandi offerti da Stefano Roffi, Lorenza Selleri e Francesca Ballarini.

Il 21 aprile è stata pubblicata un'intervista a Silvia Evangelisti, storica dell'arte, docente e direttrice artistica di Arte Fiera dal 2003 al 2012, mentre in una delle successive uscite ascolteremo Maura Pozzati, storica dell’arte, critica, docente, consigliere d’amministrazione della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna con delega alla cultura e membro del CdA dell'Istituzione Bologna Musei, che parlerà della relazione che ha legato suo padre, Concetto Pozzati, alla GAM e al MAMbo.

Stefano Soranna


Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
Email
 

Articoli Correlati
Museo d'Arte Moderna di Bologna lancia il progetto Dear you
Che Cultura
13 Aprile 2021 - 21:42- Visite:1012

Che Cultura - Articoli Recenti
Pesca al cantautore in Emilia... ..
Per certi versi non è un libro, è un disco che suona. E la sua colonna sonora è quella ..
26 Novembre 2021 - 21:18- Visite:555
Bottura ancora al top: confermate le ..
Nella classifica della stelle per regioni la Lombardia mantiene la leadership grazie ai 56 ..
23 Novembre 2021 - 20:35- Visite:644
A Modena con Guicciardi i segreti non..
La prima presentazione si terrà a Modena sabato 4 dicembre presso l'associazione-libreria ..
20 Novembre 2021 - 17:42- Visite:848
Manovra finanziaria, 150 milioni per ..
L’opera lirica è l’unica ambasciatrice rimasta della nostra lingua, della nostra ..
19 Novembre 2021 - 07:55- Visite:447
Che Cultura - Articoli più letti
Gli italiani scoprirono che Muccioli ..
Intervista a Paolo Severi, uno dei protagonisti di SanPa, il documentario di Netflix. ..
17 Gennaio 2021 - 18:17- Visite:29897
Se la locomotiva di Guccini si ..
Guccini si scaglia contro l'opposizione brandendo l'arma più subdola, la bandiera di ..
27 Aprile 2020 - 10:59- Visite:21953
18 settembre 1977: al parco Ferrari ..
Il precedente al quale si aggrappa Muzzarelli per sperare che il primo luglio vada tutto ..
19 Giugno 2017 - 17:10- Visite:17570
La massoneria in Emilia e a Modena
Anche a Modena esiste una presenza Massonica organizzata tramite la Loggia 106 intitolata a ..
25 Giugno 2017 - 22:08- Visite:15614