Nessun debito
Onoranze funebri Simoni
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Nessun debito
articoliEconomia

Confesercenti: negozi ancora punto di riferimento, ma consumi in calo

La Pressa
Logo LaPressa.it

L'analisi dell'associazione tracciata dal presidente Mauro Rossi: 'Modenesi stremati da un anno difficile. Si stima un calo del 20.6%'


Confesercenti: negozi ancora punto di riferimento, ma consumi in calo

Complice il sole, il ritorno alla zona Gialla, la riapertura (ridotta) dei ristoranti e la voglia di fare acquisti per Natale - ma soprattutto di normalità - i centri storici in tutta la provincia di Modena hanno registrato il pienone nel fine settimana appena concluso. Dopo il ponte dell'8 dicembre funestato dalle alluvioni, finalmente i modenesi hanno avuto weekend da dedicare allo shopping prenatalizio: acquisti sobri e contenuti, forte e prevedibile flessione delle vendite rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, ma nei commercianti c'è una timida fiducia per i prossimi giorni.

A pesare su questa spendig review nei consumi, ovviamente, è la lunga emergenza. I modenesi arrivano alle feste 2020 stremati da un anno difficile, dal forte impatto psicologico ed economico, per questo non sarà un Natale come gli altri: si stima un calo dei consumi del 20,6% rispetto all'anno precedente, che - a livello nazionale - si traduce in - 4,7 miliardi di euro di spesa in meno.
'Mancano due settimane a Natale e questo è stato il primo weekend completo di parziale riapertura, dopo il passaggio alla zona gialla: diciamo che per molti è stato un fine settimana 'esplorativo', e le vendite vere e proprie non sono ancora pienamente avviate - spiega Mauro Rossi, Presidente Confesercenti Modena - Risulta però subito chiaro che la pandemia ha drasticamente ridotto i consumi anche nella nostra provincia ed è per questo che oggi sono a rischio molte attività provate da periodi di chiusure o semi-lockdown. Le persone, però, sono finalmente tornate nelle strade e nei negozi: questo ci fa sperare per i prossimi giorni. Un segnale importante è proprio il fatto che gli esercizi di vicinato sono tornati ad essere un riferimento per i cittadini, nonostante la concorrenza dei grandi gruppi sul web'.

Confesercenti Modena ha fatto una prima fotografia della situazione vendite già questa mattina, subito dopo il fine settimana che apre la corsa ai regali, intervistando cinquanta piccole imprese del commercio. Coinvolti i settori che di norma sono maggiormente interessati dalle vendite natalizie: abbigliamento, profumeria, elettronica, libri, alimentari, giocattoli e, naturalmente ristorazione.
La maggior parte delle attività segnala un calo delle vendite significativo, ma contenuto entro il 20%; tengono i negozi di alimentari e gastronimia, mentre chi è più in sofferenza sono senza dubbio i settori dell'abbigliamento e della ristorazione: ristoranti e pizzerie in particolare sono stati fortemente penalizzati delle misure restrittive sugli orari di apertura e le perdite superano il 40%. Da segnalare un'inversione del trend nel settore dell'elettronica: mentre fino allo scorso anno gli smartphone andavano per la maggiore in questo periodo, quest'anno si preferiscono pc portatili e tablet, utili per la didattica a distanza. Tutti i commercianti poi, in maniera trasversale, sottolineano come numerosi clienti facciano richiesta di consegna a domicilio degli acquisti (+30%): i negozi di prossimità, infatti, sono stati in grado di attrezzarsi rapidamente per rispondere a questa nuova esigenza e ora sono in gradi di fornire questo servizio aggiuntivo.

Infine Confesercenti sottolinea come le restrizioni imposte ai negozi fisici, ma anche agli spostamenti della clientela tra i comuni abbiano finora fortemente penalizzato la rete fisica del commercio al dettaglio, orientando buona parte degli acquisti natalizi verso piattaforme dell'e-commerce. Per questo Confesercenti auspica che nei prossimi giorni non si aggiungano ulteriori restrizioni: 'Si legge che sono al vaglio ulteriori misure restrivvite durante le festività, in particolare per il commercio e il terziario: sarebbe una colpo gravissimo a settori che hanno già pagato un prezzo eccessivamente alto in termini economici e come associazione di categoria esprimiamo da subito la nostra contrarietà' conclude Rossi.



Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, s..   Continua >>


 
 
 
 

Onoranze funebri Simoni
Articoli Correlati
Modena, Babbo Natale in tut?: ?Agghiacciante'
Politica
27 Novembre 2021 - 16:47
Tamara Bertoni dice addio a Confesercenti
Politica
23 Maggio 2017 - 12:00
E adesso spunta l'imposta sullo zerbino
Politica
11 Maggio 2017 - 13:02
E a Modena bisogna guardarsi anche da Babbo Natale
Lettere al Direttore
04 Dicembre 2021 - 16:11

Economia - Articoli Recenti
Semestrale Hera, ricavi per 8,9 ..
L’utile netto al 30 giugno 2022 si attesta a 201,7 milioni di euro, in contrazione ..
28 Luglio 2022 - 07:37
S&P ha abbassato da 'positivo' a ..
La evoluzione politica, spiega S&P, 'potrebbe compromettere la tempestiva attuazione delle ..
26 Luglio 2022 - 23:20
'Silk faw a Reggio, da sogno ..
Intanto oggi i vertici di Silk Sports Car hanno annunciato i prossimi passaggi formali che ..
25 Luglio 2022 - 18:36
Coldiretti: pronto progetto per rete ..
L'associazione snocciola i dati degli effetti della siccità, con cali del 50% per mais e ..
25 Luglio 2022 - 17:30
Economia - Articoli più letti
Coop Alleanza 3.0 aggrappata alla ..
La Coop utilizza l'intero patrimonio dei soci più una parte del debito per investire in ..
15 Agosto 2018 - 10:36
Coop Alleanza 3.0 fulcro della crisi ..
I conti in rosso e il dispetto rappresentato dal via libera ad Esselunga, Trc potrebbe non ..
13 Gennaio 2019 - 08:41
Bper, correntisti ex dipendenti ..
'Se Bper non manifestasse un reale interesse a mantenere le migliaia di correntisti tra ..
03 Dicembre 2019 - 17:52
Voragine nei conti Coop Alleanza 3.0:..
'Serve una risposta inequivocabile sulla sicurezza dei 3,6 miliardi dei 400.000 soci ..
01 Maggio 2019 - 08:38