Nessun debito
Onoranze funebri Simoni
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Nessun debito
articoliEconomia

I brand di lusso si adattano al mercato: boom di acquisti online

La Pressa
Logo LaPressa.it

La pandemia del 2020 ha stravolto le abitudini dei consumatori, ma anche velocizzato il processo di digitalizzazione degli acquisti


I brand di lusso si adattano al mercato: boom di acquisti online

La pandemia del 2020 ha stravolto le abitudini dei consumatori, ma anche velocizzato un processo di digitalizzazione degli acquisti che era già iniziato.
Uno dei settori che ha dovuto ri-concepire le strategie di vendita è stato quello dei luxury-brand, che fino a poco tempo fa viaggiavano “su binari diversi” rispetto ai business plan del commercio in generale.
Oggi, grazie alle tempestività dei brand che operano nella vendita di beni di lusso, possiamo dire che anche questa “branca” del commercio è entrata a pieno titolo nelle abitudini degli e-consumatori. Oggi chiunque può usare un codice sconto Farfetch, o Louis Vuitton, o Hermès, per citarne alcuni, per acquistare a prezzi molto convenienti i prodotti ideati dai designer più famosi. E soprattutto godendo di un’esperienza d’acquisto appagante e completamente sicura. Ma vediamo come si è trasformato il mercato dei beni di lusso, e quali sono le prospettive future.
Nella crescita generalizzata delle vendite online, i brand di lusso stanno facendo la differenza

Un interessante report realizzato da uno specialista ci fa comprendere come il mercato del lusso non ha conosciuto crisi, nemmeno durante la pandemia. Questo perché, fisiologicamente, la domanda rimane invariata perché deriva dalla “nicchia” difficilmente attaccabile dalle crisi economiche. Soprattutto, negli ultimi anni, è cresciuta esponenzialmente la domanda da parte dei Paesi Asiatici, e l’intenso sviluppo della Cina ha certamente contribuito.
In linea generale, dalla fine degli anni Novanta i brand di lusso hanno visto incrementi esponenziali. Hagen Ernst, Deputy Head of Research And Portfolio Management della società tedesca di asset management indipendente DJE Kapital AG, ci illustra alcuni dati interessanti. E qualche case history di successo, come ad esempio Farfetch, Hermès, Louis Vuitton e Cartier. Un’attenzione particolare da parte dell’esperto è stata rivolta proprio al “digital luxury”.

I numeri parlano chiaro: molti brand di lusso stanno allargando gli orizzonti grazie all’e-commerce

Dobbiamo un po’ distinguere l’andamento del mercato generale con l’immissione dei luxury brand nell’e-commerce. La percentuale è ancora un po’ bassa. Fino all’anno scorso si attestava sul 23%. Ma si trattava di un margine solamente all’inizio, poiché adesso è “boom” di richieste. Lo dimostrano proprio i numeri, espressi nella relazione prodotta da Hagen Ernst. In linea generale, infatti, alcuni marchi stanno letteralmente prendendo il volo. Hermes ha aumentato il suo volume di vendita del 77% solamente nella prima metà del 2021. Louis Vuitton vanta una crescita crescita del 57% su base annuale, e comunque di un buon +38% rispetto ai livelli precedenti alla pandemia.

Prendendo ad esempio Cartier, troviamo volumi di vendita cresciuti addirittura del 142% rispetto all’anno scorso. Mentre se volgiamo lo sguardo al comparto italiano, il report segnala le performance di Ferragamo, Prada e Cucinelli, il famoso marchio di maglieria. Quest’ultimo brand di lusso ha messo a segno crescite del 183%.
Anche se l’e-commerce pare leggermente frammentato nell’offerta dei luxury brand, tendenzialmente il passo più importante è stato fatto. Le strategie hanno funzionato e adesso una fetta molto più ampia di consumatori può provare esperienze d’acquisto di alto livello comodamente da Pc.
E tornando a Farfetch, la piattaforma specializzata nella vendita di beni di lusso come abbigliamento e accessori, dobbiamo segnalare il dato emerso dal report di Hagen Ernst. È stata definita, infatti, la maggiore piattaforma e-commerce per il comparto della moda di lusso. Basti pensare che nel 2020, in piena pandemia e crisi mondiale, le sue vendite sono aumentate del 64%, arrivando a guadagnare quasi 2 miliardi di dollari. Ma anche grazie a tutti i negozi aperti in ogni Paese al mondo, la crescita di Farfetch è davvero rilevante, e porta con orgoglio il risultato raggiunto nell’ultimo trimestre 2021. Un +43% che rimane per il momento nella storia della moda e soprattutto del digital luxury.



Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, s..   Continua >>


 
 
 
 

Onoranze funebri Simoni
Articoli Correlati

Economia - Articoli Recenti
A Modena nord il primo distributore a..
Firmato un protocollo di intesa tra enti per la creazione di un polo per la produzione e la ..
24 Settembre 2022 - 12:00
Allarme Cna: 'Costi energia, dal ..
'Servono ulteriori strumenti ed uno di questi è la moratoria sui mutui, che ha già dato ..
22 Settembre 2022 - 12:41
'Imprenditori schiacciati da cartelle..
Franchini (Ruote Libere): 'Non basta sventolare le cosiddette norme salva suicidi a ..
21 Settembre 2022 - 18:35
Fondazione Carpi, cda al completo: ..
L'ente presieduto dell'ingegnere Mario Arturo Ascari ora pienamente operativo
21 Settembre 2022 - 07:59
Economia - Articoli più letti
Coop Alleanza 3.0 aggrappata alla ..
La Coop utilizza l'intero patrimonio dei soci più una parte del debito per investire in ..
15 Agosto 2018 - 10:36
Coop Alleanza 3.0 fulcro della crisi ..
I conti in rosso e il dispetto rappresentato dal via libera ad Esselunga, Trc potrebbe non ..
13 Gennaio 2019 - 08:41
Bper, correntisti ex dipendenti ..
'Se Bper non manifestasse un reale interesse a mantenere le migliaia di correntisti tra ..
03 Dicembre 2019 - 17:52
Voragine nei conti Coop Alleanza 3.0:..
'Serve una risposta inequivocabile sulla sicurezza dei 3,6 miliardi dei 400.000 soci ..
01 Maggio 2019 - 08:38