Iscriviti al canale Telegram de La Pressa
Mivebo
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Iscriviti al canale Telegram de La Pressa
notiziarioLa Nera

Appello Grimilde, pene più morbide ma confermata associazione mafiosa

La Pressa
Logo LaPressa.it

La pena per Giuseppe Caruso (Fdi) è passata da 20 anni a 12 anni e 2 mesi complessivi per i reati contestati


Appello Grimilde, pene più morbide ma confermata associazione mafiosa

Conferma della presenza dell'associazione mafiosa, anche a fronte di alcune riduzioni di pena e assoluzioni. E' quanto emerge dalla sentenza del processo di appello contro la 'ndrangheta 'Grimilde', per i 40 imputati che hanno scelto il rito abbreviato. Al centro del procedimento, definito in primo grado a ottobre del 2020, le infiltrazioni della cosca legata alla famiglia Grande Aracri a Brescello, unico Comune emiliano-romagnolo sciolto per mafia. Nel dettaglio, i giudici della quinta sezione penale hanno rideterminato la condanna per Giuseppe Caruso, ex presidente del Consiglio comunale di Piacenza ed esponente di FdI, che avrebbe agevolato la consorteria nel suo ruolo di funzionario dell'Agenzia delle Dogane. La pena per lui è passata da 20 anni a 12 anni e 2 mesi complessivi per i reati contestati.
Per Salvatore Grande Aracri (detto 'il calamaro') uno dei figli del boss Francesco (che affronta con l'altro figlio Paolo il rito ordinario a Reggio Emilia), la condanna passa da 20 anni a 14 anni e quattro mesi. Per Salvatore, nipote del capo di Cutro Nicolino Grande Aracri risulta esclusa aggravante di aver agevolato l'associazione e viene revocata la confisca di alcuni beni immobili, come le villette di via Breda Vignazzi a Brescello. I giudici hanno poi disposto la trasmissione degli atti alla Procura per alcuni imputati, in particolare per tre, in relazione al reato di associazione mafiosa, tra cui Rosita Grande Aracri, la cui pena è stata rideterminata in due anni, con uno 'sconto' di 4 mesi.

La Corte di Appello, dice la procuratrice generale reggente Lucia Musti, che ha sostenuto l'accusa insieme alla pm della Dda Beatrice Ronchi 'ha ribadito l'esistenza e l'operatività della 'ndrangheta nel territorio emiliano, con conferma per tutti gli imputati (cui era contestato) del delitto di associazione mafiosa'. Si registrano 'altresì - prosegue - talune assoluzioni per posizioni minori, anche in relazione alla esclusione dell'aggravante mafiosa, che ha comportato la dichiarazione di prescrizione dei reati'. La Pg evidenzia poi come 'è stato inoltre riconosciuto un complesso reato di truffa con ingente danno nei confronti dello Stato, il cosiddetto Affare Oppido, corale espressione della consorteria mafiosa'. Sull'affare 'Riso Roncaia', invece, ci sono state assoluzioni che, per Musti 'appaiono il frutto di una diversa lettura della Corte con riguardo alle persone offese per le quali, dalla lettura del dispositivo, parrebbe ipotizzarsi una partecipazione alla associazione mafiosa'. La Procura generale, quindi 'attende rispettosamente la motivazione della Corte e prenderà atto delle future determinazioni della direzione distrettuale Antimafia'. Tra gli assolti - 10 in tutto - anche Nicolino Grande Aracri (che in questo processo aveva una posizione minore) e il commercialista Donato Clausi.



Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, s..   Continua >>


 
 
 
 

Mivebo

La Nera - Articoli Recenti
Finale Emilia: anziano trovato morto ..
La tragedia in via Volta. La vittima è Rocco De Salvatore, 74 anni. I Carabinieri hanno ..
01 Agosto 2022 - 09:40
Castelfranco: rogo distrugge fienile ..
Nessun ferito ma ingenti danni in un deposito in via San Michele in località Manzolino. ..
01 Agosto 2022 - 07:58
Comacchio: investe tre ragazze e ..
Oggi udienza per la convalida dell'arresto per il 19enne che non ha prestato soccorso alle ..
31 Luglio 2022 - 22:32
Modena, trovato con dose di ..
I militari per contenerlo sono stati costretti ad utilizzare anche il Taser in dotazione, ..
31 Luglio 2022 - 12:06
La Nera - Articoli più letti
L'orrore di Reggio: bambini affidati ..
Dall'inchiesta condotta dai Carabinieri emerge una realtà inquietante, da film horror. Due ..
28 Giugno 2019 - 09:33
Orrore Bibbiano, la Bolognini e gli ..
Ed ecco il video integrale del convegno, patrocinato dalla Regione, 'Quando la notte abita ..
29 Luglio 2019 - 07:00
Bibbiano, minore usata come 'cavia' ..
La lettura della ordinanza del Gip. Il caso della ragazza che mai risulta essere stata ..
04 Agosto 2019 - 15:14
Da Pavullo a Sassuolo, partorisce in ..
E' successo nella notte, protagonista una donna residente nell'alto Frignano. Dopo il ..
18 Febbraio 2018 - 22:39