La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Google+ Linkedin Instagram
articoliPolitica

Sono 1746 i richiedenti asilo accolti in provincia, e ora caleranno

La Pressa
Logo LaPressa.it

Il punto sulla rete di accoglienza modenese tracciato dal Prefetto Paba: 'Potenziato il sistema per l'esame delle richieste'


Sono 1746 i richiedenti asilo accolti in provincia, e ora caleranno

Tutto come in parte anticipato, almeno nei numeri, degli articoli de La Pressa nei giorni scorsi. La drastica riduzione, rispetto allo scorso anno, dell'80 per cento dei richiedenti asilo che dopo gli sbarchi e il passaggio dall'Hub di Bologna vengono trasferiti a Modena per essere accolti nella rete dei 227 Cas (Centri di Accoglienza Straordinaria) gestiti da 7 soggetti, e distribuiti sul territorio provinciale, non ha spostato fino ad ora più di tanto il numero dei richiedenti asilo accolti. Sono 1742, una cifra che non si scosta di molto rispetto ai 1800 che hanno rappresentato il top delle presenze, nella massima emergenza registrata a fine 2017, i richiedenti asilo accolti.

Una cifra che come detto non si è spostata più di tanto anche a causa dei lunghi tempi di attesa, fino a 18 mesi ed oltre che trascorrono dalla presa in carico dei soggetti da parte della rete di assistenza al momento dell'esame della richiesta alla commissione territoriale provinciale. Ed è su proprio su questo punto, che il Prefetto Paba, al termine del tavolo convocato oggi presso la Prefettura con i soggetti che compongono la rete d'accoglienza, ha annunciato un impegno specifico della Prefettura che in questo campo.

'Oltre a nuove immissioni di personale, per l'Emilia - Romagna in particolare è stata istituita una seconda sezione per l'esame delle pratiche che potrà ridurre i tempi di esame delle richieste. 
In tal senso si ricorda il significativo contributo rappresentato dalla riduzione dei gradi di giudizio in caso di ricorso e dalla costituzione di 26 sezioni specializzate presso i Tribunali, introdotte dalla legge n. 47 del 2017, e dall’assunzione, in questi giorni, presso il Ministero dell’Interno, di 250 funzionari specializzati destinati alle Commissioni territoriali. Inoltre, presso la Commissione territoriale di Bologna, competente per Modena, è stata istituita una Sezione per l’esame delle istanze di tre province, ciò che consentirà una redistribuzione dei carichi di lavoro e un’accelerazione dell’esame delle istanze.

Elementi, questi ultimi, che se uniti ed in sinergia ad una continuità nella riduzione degli arrivi, potrebbe portare presto, in termini di saldo tra arrivi/ingressi ed uscite, ad una riduzione anche nel saldo del numero di richiedenti asilo accolti.

Tutti ancora da definire gli aspetti relativi al dopo accoglienza, riguardanti il destino e la permanenza sul territorio di chi riceve una bocciatura della richiesta in commissione e di chi, rispetto a questo bocciatura, può fare ricorso e in attesa del cui esito mantiene il diritto essere assistito e accolto. Ancora poco definita, per non dire ferma a livello di alcuni mesi fa  'del stiamo lavorando' e 'abbiamo messo in campo tutte le procedure per porre le condizioni dell'apertura', in relazione al CPR (ex Cie), di via La Marmora dove nulla, almeno in termini di riqualificazione strutturale (come documentato dalle nostre immagini), sembra muoversi, ma la cui rimessa in funzione potrebbe garantire un accellerazione anche nelle procedure per la parmanenza propedeutica al rimpatrio, delle migliaia di soggetti che vivono in condizioni di irregolarità e/o di clandestinità sul territorio. 



Il rapporto con i soggetti gestori, controlli e ispezioni


Nel corso dell'incontro di oggi il Prefetto ha sottolineato l'impegno costante rispetto ai controlli sui soggetti titolari della gestione dell'accoglienza. '
Nel 2017 - ha affermato - sono state effettuate 102 verifiche e nel 2018, al 30 giugno, il numero delle ispezioni è di 50.

Viene effettuata una costante verifica delle condizioni dell’accoglienza e del rispetto degli adempimenti contrattuali attraverso ispezioni condotte da personale della Prefettura e del Ministero dell’Interno con il Progetto MIRECO.

Particolare attenzione viene dedicata al tema della sicurezza in stretta collaborazione con le Forze dell’Ordine e la Polizia Municipale, al fine di prevenire fenomeni di illegalità.

In caso di non rispondenza vengono comminate le sanzioni ed è operato il recupero delle somme corrispondenti alle mancanze. In ogni caso viene seguito il ripristino delle corrette condizioni.

Sulla rendicontazione, resa ancora più stringente dal decreto del Ministro dell’Interno del novembre 2017, viene effettuato un rigoroso riscontro. Alla corretta ed esaustiva rendicontazione è subordinato il pagamento delle fatture.

Lavori di utilità sociale

Un aspetto particolarmente importante è costituito dal lavoro volontario di utilità sociale previsto dalla legge e sviluppato già in precedenza nella provincia di Modena in numerose e qualificate iniziative quale fattore di “restituzione” alla comunità e di inclusione sociale. Si citano, fra i numerosi esempi, la tinteggiatura di una scuola a Modena da parte di 30 richiedenti asilo insieme ai genitori e agli insegnanti, e la collaborazione con la Fondazione Fossoli per contribuire alla manutenzione delle aree e per altre attività di ausilio alle visite nel Campo di Fossoli.



Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
 

Articoli Correlati
Festeggiava la strage di Stoccolma, espulso
Oltre Modena
01 Giugno 2017 - 17:32- Visite:11446
Sfonda porta della Prefettura urlando 'Io amo Allah'
Pressa Tube
29 Agosto 2017 - 17:05- Visite:10812
Zocca, richiedenti asilo in hotel e la LN chiede chiarezza sui numeri
Politica
24 Maggio 2017 - 14:05- Visite:10792
Viale Gramsci, arrestato spacciatore nigeriano: era richiedente asilo
La Nera
27 Ottobre 2017 - 13:26- Visite:10769
Vasco Modena Park, un modello per la sicurezza
Politica
04 Luglio 2017 - 20:38- Visite:10609
'Sui migranti Muzzarelli senza vergogna, propone oggi ciò che ci ha ..
Politica
20 Luglio 2017 - 08:29- Visite:10565
Politica - Articoli Recenti
Lega Modena: 'Bilancio, aumento ..
'L'approvazione del bilancio venga spostata ad altra data anche se questo comporta un ..
20 Marzo 2020 - 14:40- Visite:156
'Assembramenti di richiedenti asilo, ..
Con le immagini del parco Pertini, dove ieri sono stati denunciati stranieri che ..
19 Marzo 2020 - 18:28- Visite:270
'Residenze anziani Modena, Comune ..
Sinistra per Modena: 'Va garantito il diritto a questi lavoratori e queste lavoratrici a ..
19 Marzo 2020 - 16:25- Visite:303
Bonaccini dice basta: parchi chiusi e..
Nuovo decreto regionale urgente per limitare spostamenti ed assembramenti. Somministrazione ..
18 Marzo 2020 - 22:45- Visite:1648


Politica - Articoli più letti


'Vaccini, ecco il rapporto tra la ..
Esposto del Codacons all'Autorità nazionale anticorruzione
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:134031
Segretario Pd: ‘Votare Lega ..
Gianluca Fanti, segretario Pd Madonnina si lancia in ardite affermazioni
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:98694
'Commissione Bibbiano, M5S inizia ..
Il capogruppo di Forza Italia in Regione Andrea Galli critica la richiesta di soggetti da ..
07 Agosto 2019 - 14:23- Visite:74190
Autostrade, la concessione resta: la ..
La neo ministro De Micheli, è stata una delle principali animatrici del laboratorio di ..
08 Settembre 2019 - 11:50- Visite:68902