La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram
articoliSocieta'

'Il virus non è cambiato, i dati sono positivi perché noi siamo cambiati'

La Pressa
Logo LaPressa.it

Intervista con Erica Franceschini, infettivologa del Policlinico: 'Terapie intensive vuote ma col virus dovremo convivere, a scuola attenzione ma senza allarme'


'Il virus non è cambiato, i dati sono positivi perché noi siamo cambiati'
'Il virus non è mutato e il caldo non ha inciso sulle sue caratteristiche. Gli studi ci confermano che è stabile, e come tale non se ne andrà da solo. Siamo noi con le nostre abitudini che sia in funzione del timore del virus sia in funzione delle attività svolte in estate prevalentemente all'aperto, abbiamo cambiato il nostro modo di esporci al virus. Sia come numeri sia come fasce di età. E' normale che dopo il lockdown e con l'arrivo dell'estate siano stati i ragazzi ad avere una vita di comunità più intensa rispetto agli anziani che per contro hanno aumentato la loro precauzione, diminuendo le occasioni di contagio. Ma più si abbassa l'età dei contagiati (oggi è arrivata a 35) e meno si ha la possibilità di sintomi gravi. Se il 29 aprile il 70% dei contagiati aveva più di 50 anni, oggi questa fascia di età rappresenta circa il 30%. Ed è in questa cornice che dobbiamo leggere e motivare i dati radicalmente differenti, più rassicuranti rispetto al passato, sulla diffusione e sull'incidenza del virus. Una cosa per ora è certa. Con questo virus, proprio perché è stabile e difficilmente se ne andrà da solo, bisognerà conviverci continuando ad adottare comportamenti virtuosi. Fino a che non ci sarà un vaccino efficace la nostra vita non potrà tornare alla normalità che avevamo a gennaio'

 

Sono dati che lei stessa definisce 'rassicuranti' quelli illustrati e commentati dalla dottoressa Erica Franceschini, infettivologa del Policlinico di Modena. Per lei, come per decine di colleghi, sono lontani (e da come parla di quanto i sanitari abbiano imparato sul virus e di quanto il sistema sanitario abbia 'imparato' in questi mesi potrebbero rimanerlo lontani), i tempi dell'emergenza vissuta in ospedale in cui in ogni turno di notte le terapie intensive scoppiavano e ad ogni turno uscivano anche 4-5 persone decedute. Perché oggi e da settimane che di pazienti in terapia intensiva e sub-intensiva non ce ne sono più. Ad oggi sono 7 le persone ricoverate in provincia di Modena, tutte concentrate al Policlinico. E 'solo' 5 di queste per sintomi direttamente legate al Covid. Le altre due sono state ricoverati per altri sintomi e successivamente sono risultate positive al tampone in ingresso. In tutti gli altri casi si tratta di pazienti asintimatici o con sintomi lievi che non necessitano del ricovero e sono in quarantena presso il proprio domicilio. La media di età dei contagiati si è radicalmente abbassata ed è arrivata oggi a 35 anni. Una età nella quale è molto ridotto il rischio di sintomi gravi e dove la percentuale di mortalità si attesta allo 0,3%. Se il 29 aprile il 70% dei contagiati aveva più di 50 anni oggi questa fascia di età rappresenta una percentuale di poco superiore al 30%'

Cosa si aspetta nelle prossime settimane di rientro? 'Considerando che noi leggiamo di fatto sintomi o riscontri di positività riferiti a contagi avvenuti 7-10 giorni prima, non è da escludere, anzi prevedibile, un aumento dei contagi, nella consapevolezza che oggi la reazione del sistema è molto maggiore e strutturata di quella di ieri, sia per quanto riguarda lo screening sia nel trattamento dei positivi con sintomi'

Ci fa un esempio? 'L'uso del Tocilizumab è emblematico. Ieri, in condizioni di emergenza per un paziente che ne aveva bisogno, dovevamo aspettare di reperirlo. Oggi lo abbiamo a disposizione subito e ci aiuta a fermare una evoluzione critica dell'infezione e ad evitare un ricorso all'intubazione e alla terapia intensiva. Evoluzioni critiche che vengono evitate anche dalla possibilità di avere spazi e tempi per tenere i pazienti con sintimi in osservazione, intervenendo nell'immediato in caso di sviluppo dell'infezione'

Tra tre settimane riaprono le scuole. Quali precauzioni prendere e che comportamenti adottare? 'Da mamma, oltre che da infettivologa, ritengo che i protocolli di sicurezza e di intervento elaborati siano molto buoni e di alto livello. Ritengo giusto abituare l'uso della mascherina e dell'igienizzazione per tutti i bambini. E' giusto avere attenzione e le giuste precauzioni, ma senza allarmismo, anche in casi, che potranno capitare, di positività. In quel frangente non bisogna preoccuparsi basterà seguire i protocolli per affrontare la situazione nel migliore dei modi'

I sintomi del Covid possono essere confusi con quelli dell'influenza. Compreso il raffreddore. Che cosa dobbiamo fare nel caso? 'Difficile, anche se non è possibile escluderlo, che un raffreddore di per se possa essere sintomo di coronavirus. Nella mia esperienza l'ho quasi sempre visto associato ad altri sintomi, tra cui tosse secca, febbre, ma soprattutto, e questo può fare la differenza, incapacità di riconoscere odori e sapori. Io ogni mattina faccio un prova, con la percezione che ho dell'aroma del caffè'

Il vaccino antinfluenzale è consigliabile? 'Si, senza controindicazioni, in tutte le fasce di età anche quelle meno esposte'

Gi.Ga.


Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
 

Articoli Correlati
Morti nelle Rsa per Covid, in Emilia Romagna dati peggiori d'Italia
Societa'
19 Aprile 2020 - 18:05- Visite:122294
Modena in zona rossa: cosa prevede la bozza del decreto
Societa'
07 Marzo 2020 - 21:45- Visite:67781
La pandemia globale di Coronavirus? Simulata nel 2019
Oltre Modena
03 Marzo 2020 - 09:43- Visite:67195
Il Sulpl risponde: Posso accompagnare mia moglie a fare la spesa?
Societa'
17 Marzo 2020 - 11:24- Visite:51215
Coronavirus, scuole tutte chiuse in Emilia Romagna per altri 8 giorni
Societa'
29 Febbraio 2020 - 08:00- Visite:47728
Coronavirus, Venturi: basta cazzeggio o state a casa o vi fermiamo noi
Societa'
16 Marzo 2020 - 18:32- Visite:44046
Societa' - Articoli Recenti
Covid, 3 contagiati in ospedale su 38..
Nuovi casi a Campogalliano, Camposanto, Carpi, Castelfranco, Concordia, Modena, Novi, ..
15 Settembre 2020 - 17:47- Visite:1148
Covid: 125 contagi in Regione, 38 a ..
E' avvenuto un decesso: una donna di 79 anni, residente nel parmense. I pazienti in terapia..
15 Settembre 2020 - 17:12- Visite:2112
Imprenditoria modenese in lutto: è ..
Era malato da tempo: lascia la moglie e i tre figli. I funerali si terranno domani alle 15 ..
15 Settembre 2020 - 12:46- Visite:1233
Covid, nuovi casi a Formigine, San ..
Contagi anche a Carpi, Castelfranco, Maranello, Soliera. Tre casi a Modena città
14 Settembre 2020 - 18:07- Visite:3218


Societa' - Articoli più letti


Morti nelle Rsa per Covid, in Emilia ..
Lo riporta l'Istituto superiore di sanità nell'ultimo report del 14 aprile sul contagio da ..
19 Aprile 2020 - 18:05- Visite:122294
Modena in zona rossa: cosa prevede la..
Spostamenti bloccati, permessi solo per emergenza. Chiuse palestre, piscine e centri ..
07 Marzo 2020 - 21:45- Visite:67781
La pandemia globale di Coronavirus? ..
E' tutto ancora on line. Il John Hopkins Center for Health Security con il World Economic ..
03 Marzo 2020 - 09:43- Visite:67195
Il Sulpl risponde: Posso accompagnare..
In questo periodo solo il marito si recherà a fare al spesa, avendo al seguito ..
17 Marzo 2020 - 11:24- Visite:51215